5G e rete unica Wind Tre, l’intervista a Massimo Angelini

di Andrea Trapani

Massimo Angelini è Direttore Public Affairs, Internal & External Communication di Wind Tre S.p.A. dal 31 dicembre 2016. Oggi è anche protagonista sul palco del Festival dello Sviluppo Sostenibile grazie al panel dedicato alle “Città 5G, Città Sostenibili”.

Alla sua terza edizione, il Festival dello Sviluppo Sostenibile è la più grande iniziativa italiana per sensibilizzare e mobilitare cittadini, giovani generazioni, imprese, associazioni e istituzioni sui temi della sostenibilità economica, sociale e ambientale, diffondere la cultura della sostenibilità e realizzare un cambiamento culturale e politico che consenta all’Italia di attuare l’Agenda 2030 delle Nazioni Unite e centrare i 17 Obiettivi di sviluppo sostenibile.

Durante l’evento in corso nella mattinata Massimo Angelini è intervenuto per raccontare ai lettori di Mondo3 sia l’impegno di Wind Tre all’interno del Festival nonché gli obiettivi futuri relativi allo sviluppo della rete 5G di cui il gestore è tra i protagonisti della rivoluzione digitale che interessa anche il nostro paese.

Tra le nostre domande anche lo sviluppo della rete 4.5G in un’intervista tutta da ascoltare.

Per Massimo Angelini: “I servizi digitali saranno i protagonisti nello sviluppo delle smart cities, nelle quali le Telco giocheranno un ruolo cruciale per raggiungere gli obiettivi dell’Agenda Globale. Le città saranno realmente sostenibili – continua Angelini – solo se avranno la capacità di mettere al centro le esigenze dei cittadini. Tecnologia 5G ed ecosistema digitale sono già il motore di questo straordinario processo”.

Nel corso del convegno organizzato da Wind Tre è stato presentato anche il rapporto ‘Città 5G, Città Sostenibili’, realizzato con il contributo tecnico-scientifico di ‘The European House – Ambrosetti’. Questo secondo report fa parte del progetto “L’innovazione digitale per gli SDGs”, un percorso costruito in modo ‘partecipato’ per definire, insieme agli stakeholder, il contributo dell’innovazione digitale necessario a centrare gli obiettivi previsti nell’Agenda 2030.

Quest’anno il ‘fil rouge’ dell’intero progetto è legato al ‘futuro delle città’ e al modo in cui le soluzioni smart possano influire sulla sostenibilità, sulla competitività e sulla qualità della vita delle smart cities, nelle quali la tecnologia 5G avrà un ruolo centrale.

Durante l’evento, è stato possibile vedere un filmato in ‘Virtual Reality’ sull’integrazione delle reti di Wind e di 3 e sullo sviluppo dei nuovi servizi 5G, grazie ai visori “Gear VR 3D” presenti all’interno di uno smart corner dedicato.

Print Friendly, PDF & Email

Ti potrebbe interessare anche...

Commenta la notizia nel Forum di Mondo3