Modem libero, ecco l’informativa di WINDTRE

di Redazione

Dopo aver visto come WINDTRE si sta muovendo per affermare il diritto al modem libero ai vecchi clienti, ecco l’informativa rivolta ai clienti di linea fissa che hanno sottoscritto un’offerta con modem obbligatorio e a titolo oneroso – Delibera AGCOM n. 348/18/CONS

WINDTRE, ai sensi della delibera AGCOM 348/18/CONS, in ottemperanza all’articolo 5, comma1, lettera a) sulla libertà di scelta delle apparecchiature terminali, comunica quanto segue.

I clienti che in data antecedente al 3 settembre 2018 (o al 15 marzo 2019 per le sole offerte FTTH) hanno sottoscritto un’offerta di linea fissa che prevedeva la fornitura obbligatoria del modem a pagamento, ancora in corso di vigenza, hanno la facoltà di richiedere entro il 30 settembre 2020, la modifica dell’offerta, senza l’imputazione in fattura dei costi dovuti per il modem e dei servizi correlati forniti da WINDTRE, a condizione che il modem venga restituito a WINDTRE a spese del cliente, come dimostrato dalla ricevuta di avvenuta spedizione da allegare alla richiesta stessa.

Tale richiesta non comporta modifiche alle condizioni economiche dei servizi attivi sulla linea né alcun onere aggiuntivo.

In caso di mancata restituzione del modem , WINDTRE continuerà ad addebitare i costi del modem ed il cliente sarà tenuto al relativo pagamento.

I clienti interessati dalla presente informativa, riceveranno specifica comunicazione sul conto telefonico con i dettagli operativi per effettuare la richiesta.
Per i clienti invece che sceglieranno di non rinunciare all’offerta sottoscritta, resteranno valide le condizioni economiche e contrattuali dell’offerta attualmente in essere e continueranno ad usufruire dei servizi connessi alla fornitura del modem quali l’assistenza e la sostituzione gratuita in caso di guasto, fino al termine concordato dei 48 mesi.

Ricordiamo infine che qualora si scegliesse di non utilizzare un modem fornito da WINDTRE, ogni problematica ad esso relativa, quale a titolo di esempio installazione, configurazione e il suo corretto funzionamento, saranno di esclusiva responsabilità del cliente. WINDTRE si impegna a fornire assistenza gratuita solo in caso di eventuali problemi sulla linea del Cliente.

I clienti potranno richiedere la modifica dell’offerta sottoscritta, senza l’imputazione delle rate residue del modem inviando una comunicazione avente come causale “modifica dell’offerta ai sensi della delibera AGCOM 348/18/CONS” attraverso uno dei seguenti canali:

lettera raccomandata A/R indirizzata a WIND Tre SpA CD MILANO RECAPITO BAGGIO Casella Postale 159 20152 MILANO MI;
tramite PEC all’indirizzo mail servizioclienti159@pec.windtre.it;
telefonando al 159, (in questo caso tieni a portata di mano i dati riportati nella ricevuta di invio apparato);
– scrivendo in chat ad un operatore, dopo aver effettuato il login
– recandosi presso un negozio WINDTRE (portando con sé copia della ricevuta di invio apparato);

Il modem (ad esclusione dell’eventuale SFP in caso di accesso in FTTH) dovrà essere restituito presso il seguente indirizzo: WINDTRE c/o Tecnotrans – Via C. Castiglioni, 20 – 20010 Arluno (MI)

Nella distinta dovrà essere indicato il nome e cognome dell’intestatario del contratto fisso ed il codice cliente (recuperabile dal conto telefonico) con causale “restituzione MODEM ai sensi della delibera AGCOM 348/18/CONS”. Le ricordiamo di conservare la ricevuta di spedizione che dovrà essere inviata a WINDTRE in caso di richiesta scritta o comunicata all’operatore telefonicamente, unitamente alla richiesta di variazione dell’offerta.
Per ulteriori informazioni è sempre possibile contattare il Servizio Clienti 159

Print Friendly, PDF & Email

Ti potrebbe interessare anche...

Commenta la notizia nel Forum di Mondo3