WINDTRE, adeguamento prezzi per i clienti mobili. La modifica contrattuale per l’inflazione

di Redazione

WINDTRE nei mesi scorsi ha iniziato una modifica delle condizioni contrattuali affinché le nuove offerte seguissero i costi dell’inflazione che stanno interessando la nostra economia.

Una scelta contestata dalle associazioni dei consumatori, ma che è pienamente inserita nel grande dibattito sul futuro delle Telco europee.

Su WINDTRE Informa, intanto, è arrivata una nuova comunicazione. Una rimodulazione contrattuale de facto per la clientela.

Ecco cosa è apparso sul sito dedicato (testo a cura di WINDTRE, solo il neretto è una nostra scelta redazionale ndr).

COMUNICAZIONE IMPORTANTE: Modifica delle condizioni del contratto

A partire dal 1° febbraio 2023 le Condizioni Generali di Contratto  in merito alle linee telefoniche mobili, vengono integrate con il seguente articolo:

Per chi cercasse nuove tariffe è a disposizione il portale https://tariffe.mondo3.com/tariffe-cellulari/

ART. 4.6 ADEGUAMENTO PREZZI – Il cliente prende atto e accetta che, da gennaio 2024, in caso di variazione annua positiva dell’indice nazionale dei prezzi al consumo FOI rilevata da ISTAT nel mese di ottobre dell’anno precedente, WINDTRE ha titolo di aumentare il prezzo mensile del Servizio di un importo percentuale pari alla variazione di tale indice o comunque pari almeno al 5% ove tale variazione fosse inferiore a detta percentuale. L’adeguamento, applicato entro il primo trimestre di ciascun anno, non costituisce una modifica contrattuale ai sensi dell’art. 2.4 delle Condizioni Generali di Contratto e, pertanto, non conferisce al Cliente diritto di recesso senza costi dal Contratto.

L’importo del prezzo mensile del Servizio, così adeguato, potrà essere arrotondato per difetto al centesimo di euro. WINDTRE segnala annualmente tale adeguamento sul proprio sito Internet e con pubblicazione su un quotidiano nazionale nei sette giorni solari precedenti.

Come disdire

Quanto sopra descritto, costituisce proposta di modifica unilaterale e pertanto, come previsto dall’art. 98-septies decies, comma 5 del D. Lgs. 207/2021 (ex art. 70, comma 4 del D. Lgs. 259/03), qualora non accettasse tale modifica, potrà esercitare il diritto di recesso dai servizi WINDTRE o passare ad altro operatore senza penali né costi di disattivazione entro il 28 febbraio 2023, inviando una comunicazione avente come causale di recesso “Modifica delle condizioni contrattuali” attraverso uno dei seguenti canali: Lettera raccomandata A/R all’indirizzo Wind Tre SpA – Servizio Disdette – CD MILANO RECAPITO BAGGIO Casella Postale 159 20152 MILANO MI; chiamata al 159 per acquisire la sua richiesta; tramite PEC all’indirizzo servizioclienti159@pec.windtre.it; punti vendita Wind Tre; tramite Will, l’assistente digitale disponibile nell’Area Clienti; su APP WINDTRE.

In caso di passaggio ad altro operatore con mantenimento del numero, oltre ad inviare la comunicazione di recesso, è necessario effettuare la richiesta di passaggio direttamente all’altro operatore entro lo stesso termine del 28 febbraio 2023.

Qualora decidesse di recedere e alla linea interessata dalla presente proposta di modifica fosse associato un contratto per l’acquisto rateizzato di un prodotto in corso di vigenza (es. modem, telefono, etc.), nella suddetta comunicazione, e prima di recedere dal contratto o di passare ad altro operatore, potrà richiedere di pagare le rate residue anche in un’unica soluzione, indicando tale scelta nella comunicazione inviata.

Per ulteriori informazioni può contattare il Servizio Clienti al 159 o consultare la sezione WINDTRE Informa su windtre.it

Ti potrebbe interessare anche...

Commenta la notizia nel Forum di Mondo3