Pubblicità comparativa: Vodafone blocca H3G in… velocità

di Eros Bartolomeo

Proprio mentre lo spot della chiavetta di H3G è diventato meno “insistente” ecco che interviene l’Istituto dell’Autodisciplina Pubblicitaria (IAP) –  dopo il ricorso di Vodafone sulla pubblicità comparativa fatta dalla rivista Computer Bild ed in cui venivano “esaltate” le doti della chiavetta MomoDesign MD-@HSUPA della 3 – che blocca la pubblicità in questione perchè ingannevole ed illecita in ordine a comparazione non veritiera sia per falsa affermazione di primato fra tutti i concorrenti.

In particolare il Giurì ha ritenuto che la pubblicità contestata non  fosse conforme al Codice di Autodisciplina della Comunicazione Commerciale in riferimento agli articoli 2, 3 e 15.

Nella rivista Computer Bild è chiaro che sono stati fatti diversi tipi di test ma nessuno teneva conto ad esempio della copertura sull’intero territorio nazionale.

Lo spot, che potete vedere sopra, ha esaltato proprio questo parametro facendo conoscere al grande pubblico il comune di Cicciano (Na) in cui, per quanto vien detto, la copertura  H3G sembra essere ottimale… peccato che comuni della stessa provincia di Napoli – e ben più famosi ai più!  come Ercolano, Pozzuoli e Procida non abbiano affatto copertura (fonte  sito ufficiale 3 consultato in data 03/03/2009) per un totale di 36 comuni su 92 (dato non proporzionale comunque al numero di abitanti, ndr).

L’IAP ha così ordinato la cessazione della campagna pubblicitaria ma di fatto va ancora in onda… almeno fino alla tarda serata di ieri, martedì 3 marzo, sulle TV commerciali lo spot ‘incriminato’ è andato in onda.

Non si fa attendere, grazie a Diario del Web,  la risposta di 3 Italia:

Preoccupa che la comunicazione anche solo di «intonazione» comparativa in Italia non sia possibile, per quanto formalmente lecita. Di certo questo non aiuta le scelte informate dei consumatori, ha dichiarato il direttore della pubblicità di 3 Italia, Stefano Piastrelli. che poi continua:

Lo IAP dimostra una coerenza ferrea quando si tratta di giudicare 3 ITALIA perchè – in ogni caso – la procedura si conclude con la condanna dell’operatore ultimo entrato sul mercato. Altri soggetti giudicanti come l’Antitrust hanno avuto, nel tempo, un atteggiamento comparativamente più equilibrato, in qualche cosa condannando 3, più spesso assolvendo o archiviando la denuncia. Nel caso di specie, non si capisce come non si possa considerare significativa una comparazione effettuata su 3 città italiane che rappresentano il 13% della popolazione italiana.

Forse non sarà imbattibile, ma a tutt’oggi la chiavetta di 3 è imbattuta: lo dicono le principali riviste di settore, lo dice l’Eurisko che lo ha chiesto ai un panel di clienti di tutti gli operatori, lo implica il fatto che la copertura UMTS/HSDPA di 3 Italia sia la più capillare (come si evince dai bilanci e dai siti degli operatori), che abbia meno clienti, e quindi una rete meno satura, e che possa disporre di risorse frequenziali dedicate molto maggiori.

Qui di seguito il testo dello spot 3 oggetto del contendere:

Commessa: Buongiorno, desidera?
Quintale: Ma queste chiavette per pc funzionano veramente?
Littizzetto: No… si rosicchiano come i wafer (in senso ironico, ndr). Dia retta a me, prenda la chiavetta 3, nessuna è più veloce.
Quintale: Non ci credo!
Littizzetto: Ma lo legge Computer Bild?
Quintale: Ma prende anche a Cicciano di Napoli?
Littizzetto: Eh, Cicciano? Così, eh! (gesticolando e facendo capire che la copertura è perfetta, ndr).
Quintale: Non ci credo!
Littizzetto: Prenda questa, costa Zero € e con soli 10 €/mese avrà 30 ore di navigazione senza scatti. Si installa con 2 click e lo può usare anche sul pc di casa. Mi dica che non ci creda!
Quintale: Non ci credo!
Littizzetto: Vada a Cicciano, provi!
Quintale: Mi accompagnate?
Littizzetto: Ehm, navigare…
Voce fuori campo: Navigare!

[Via Diario del Web]

Print Friendly, PDF & Email

Ti potrebbe interessare anche...

Commenta la notizia nel Forum di Mondo3