iliad cresce sempre più in Europa: acquisita UPC in Polonia

di Valerio Longhi

Il Gruppo iliad nei giorni scorsi ha annunciato l’acquisizione dell’operatore UPC Poland

A seguito dell’annuncio del 30 luglio 2021, il Gruppo iliad e Liberty Global hanno annunciato la firma di un accordo per la vendita, da parte di Liberty Global, del 100% dell’operatore via cavo polacco UPC Poland a Play – una controllata del Gruppo iliad – con un valore aziendale di 7,0 miliardi di zloty.

L’operazione

Dopo l’acquisizione di Play alla fine del 2020, l’acquisizione di UPC Poland rappresenta un nuovo passo per iliad nel mercato delle telecomunicazioni polacco.

Insieme, i 2 operatori diventeranno il 2° operatore di telecomunicazioni in Polonia con, per quanto rigurda il 2020, un fatturato combinato di 1,96 miliardi di euro e un EBITDAaL di 697 milioni di euro.

UPC Poland è uno dei principali fornitori di servizi Internet in Polonia con 3,7 milioni di famiglie coperte da Fiber e 1,5 milioni di abbonati. UPC Polonia ha generato un fatturato di 1,698 miliardi di PLN nel 2020 e un EBITDAaL di 757 milioni di PLN.

Punti principali dell’acquisizione

L’acquisizione di UPC Poland da parte del Gruppo iliad si traduce in un enterprise value di 7,0 miliardi di zloty, ovvero 1,53 miliardi di euro, corrispondente a un multiplo dell’EBITDAaL 2020 di 9,3 volte prima delle sinergie e di circa 7 volte dopo le sinergie di ricavi e costi. L’operazione sarà finanziata con debito e liquidità disponibili a livello di Play. Il Consiglio di Amministrazione del Gruppo Iliad ha approvato all’unanimità l’operazione.

Dopo la conclusione della transazione, UPC Poland diventerà una sussidiaria di Play.

La combinazione di UPC Poland e Play rafforzerà l’innovazione e gli investimenti nelle reti di nuova generazione per privati ​​e aziende.

La transazione dovrebbe concludersi nella prima metà del 2022 dopo l’approvazione da parte delle autorità competenti. Tale operazione costituisce il coronamento dell’offerta indicativa annunciata il 30 luglio 2021, i cui termini erano stati comunicati all’esperto indipendente BMA nell’ambito dell’OPAS che si è chiusa il 24 settembre.

Thomas Reynaud, Amministratore Delegato del Gruppo iliad: “L’acquisizione di UPC Poland si inserisce nella logica di accelerazione degli investimenti in Fibra e consolida la nostra visione e la nostra determinazione ad investire in reti e servizi di nuova generazione per le linee mobili e fisse in Polonia. Questa ambizione contribuirà alla trasformazione digitale dell’economia polacca e andrà a beneficio dei consumatori e delle imprese con offerte innovative ed efficienti. In attesa della conclusione dell’operazione, siamo lieti di unire le nostre forze e dare il benvenuto ai dipendenti di UPC Polonia nella famiglia Play / iliad.

Soddisfatto Jean-Marc Harion, amministratore delegato di Play: “La combinazione con UPC Poland offre a Play un’opportunità unica di crescere e non vediamo l’ora di iniziare a lavorare con i team UPC Poland per raggiungere la nostra ambizione. Play ha dimostrato la sua capacità di soddisfare le esigenze dei suoi abbonati e UPC Poland ha costruito una piattaforma molto solida basata su criteri di alta qualità. Play e UPC uniranno le loro forze per creare un potente giocatore convergente in Polonia“.

Print Friendly, PDF & Email

Ti potrebbe interessare anche...

Commenta la notizia nel Forum di Mondo3