2021, un anno di trasformazione per iliad

di Valerio Longhi

Se da un lato la filiale italiana ha già mostrato i numeri nazionali di iliad, interessante è anche dare uno sguardo ai dati dell’intero gruppo che ha il cuore in Francia.

Il 2021 è stato un anno particolarmente intenso per il Gruppo iliad, con cambiamenti strutturali, lanci commerciali, ingenti investimenti e progetti ambientali. “I nostri investimenti nelle nostre infrastrutture e nella nostra strategia di vendita e marketing hanno portato ottime performance a tutti i livelli e in tutte le nostre aree geografiche, confermando la capacità del Gruppo di realizzare una crescita redditizia e sostenibile“, si legge nella nota stampa internazionale.

Il Gruppo resta fedele ai propri valori di innovazione e strategie vincenti sul mercato. Lo dimostra il successo dell‘integrazione di Play e l’acquisizione di UPC Poland (attualmente in fase di finalizzazione) – con l’obiettivo di far diventare il Gruppo il leader della convergenza nel mercato polacco, senza dimenticare  i lanci di Free Flex e Free Pro in Francia e l’offerta di rete fissa in Italia dallo scorso 25 gennaio 2022.

Inoltre, continua la nota, “in un momento in cui il mercato dell’energia sta diventando sempre più critico, stiamo attivamente perseguendo l’attuazione della nostra strategia per il clima con il supporto dei nostri 16.500 dipendenti1 in Europa.

Infine, il nostro delisting dalla Borsa di Parigi, che è stato ufficialmente completato il 14 ottobre 2021, ci ha dato maggiore indipendenza e abbiamo una solida posizione finanziaria”.

I numeri dei gestori legati a Iliad

Nel 2021, in ciascuno dei tre paesi ospitanti, il Gruppo ha registrato una crescita complessiva dei ricavi, della base di abbonati e dell’EBITDAaL. In Francia, l’accelerazione del nostro programma di investimenti nel corso dell’anno ha consolidato le basi per la nostra crescita sostenibile a medio termine, come si evince da quanto segue.

La crescita per i ricavi dei Servizi è stata del 5,5% per l’intero anno e del 5,8% escludendo gli impatti normativi in ​​Polonia. I dati di crescita anno su anno per i ricavi dei Servizi (ovvero, escluse le vendite di dispositivi) sono stati del 4,5% in Francia, del 21,9% in Italia e del 2,2% in Polonia (4,2% escludendo l’impatto normativo).

La base di abbonati attivi del Gruppo è aumentata di 2,03 milioni di unità, con 1,7 milioni di abbonati mobili e 345.000 fissi. In Francia, la base di clienti attivi è aumentata di 439.000 unità anno su anno, con performance eccezionali per il piano Free 4G/5G e per l’offerta in Fibra. In Italia, nonostante la forte concorrenza in corso, 1,3 milioni di nuovi clienti durante il 2021. In Polonia, la performance di Play è cresciuta con 181.000 nuovi clienti mobili attivi.

L’EBITDAaL consolidato è aumentato del 51% a 2,95 miliardi di euro, con tutti e tre i paesi che hanno contribuito all’aumento. Il flusso di cassa operativo è aumentato di oltre sei volte a 666 milioni di euro, nonostante investimenti molto più elevati in Francia, tenendo presente che questo esborso aumenterà la competitività e amplierà la quota di mercato nei mercati B2B e mobile.

Dopo il successo del collocamento da parte di iliad Holding di un c. Emissione obbligazionaria quadrupla tranche per 3,7 miliardi di euro, delisted iliad, che conferisce al Gruppo maggiore indipendenza, flessibilità e potenziale. Con un rapporto di leva finanziaria di 2,7x a fine 2021 – un miglioramento di 0,5 volte nell’arco di 12 mesi – il Gruppo ha confermato la sua capacità di combinare la crescita esterna con una rigorosa disciplina finanziaria e l’imminente integrazione di UPC Polonia si adatta perfettamente a questo approccio .

Commentando la performance di iliad, Thomas Reynaud, amministratore delegato del Gruppo, ha dichiarato: “Il 2021 è stato un anno di trasformazione per iliad. Abbiamo ottenuto maggiore indipendenza con il delisting, abbiamo perseguito la nostra strategia europea, abbiamo affrontato nuovi segmenti di mercato con il cloud e il B2B e abbiamo riscontrato forti successi nelle vendite e nel marketing in tutti e tre i nostri paesi ospitanti. Nel 2022, oltre a concentrarci sui nostri numerosi imperativi operativi, continueremo a lavorare sodo per garantire che il nostro Gruppo rimanga incentrato sulle persone, per mantenere la nostra unicità, per rafforzare la nostra dimensione europea e per portare a termine con successo la nostra transizione ambientale”.

I dati principali del Gruppo Iliad

 FRANCE 2021 2020 Year-on-year change
Number of mobile subscribers 13,611k 13,376K +236k
–       Of which on the unlimited 4G/5G Free Mobile Plan1 9,259k 8,563K +696k
–       Of which on the voice-based plan 4,352k 4,813K -461k
Number of Broadband and Ultra-Fast Broadband subscribers 6,925k 6,722K +203k
–       Of which Fiber 3,773k 2,803K +970k
Total number of subscribers – France 20,537k 20,098k +439k
Number of connectible Fiber sockets 25.5m 19.9m +5.6m
Q4 2021 Q4 2020 Year-on-year change
Broadband and Ultra-Fast Broadband ARPU (in €)2 33.4 32.3 +3.4%
Mobile ARPU billed to subscribers (in €)2 11.4 11.0 +4.2%
ITALY 2021 2020 Year-on-year change
Number of mobile subscribers 8,505k 7,235k +1,270k
POLAND 2021 2020 Year-on-year change
Number of active mobile subscribers2 12,129k 11,948K +181k
–      Of which on plans 8,522k 8,391K +131k
–      Of which prepaid 3,606k 3,556K +50k
Number of Home subscribers2 267k 126K +142k
Total number of subscribers – Poland2 12,396k 12,074k +323k
Q4 2021 Q4 2020 Year-on-year change
Mobile ARPU billed to subscribers (in PLN)3 28.1 27.7 +1.2%

1 50/100/150 GB for non-Freebox subscribers.

2 See glossary for definitions.

3 ARPU calculated based on revenues billed to mobile subscribers.