La competizione tra H3G e gli altri gestori: alcuni numeri dalla relazione AgCOM

di Massimo Venturini

tabella1agcom2009Come già anticipato, ieri è stata presentata la nuova relazione annuale dell’ AgCom, l’ Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni, che oggi passiamo ad esaminare più in dettaglio. Il primo dato interessante è la suddivisione delle quote di mercato tra i diversi operatori nella spesa finale per clientela.
Come è possibile vedere dalla  tabella 1.33, tra il 2007 ed il 2008 si registra una sostanziale stabilità delle quote per Tim e Vodafone, un leggero incremento +0,7% per Wind e una riduzione -0,9% per H3g. Analizzando i dati per tipologia di clientela spicca l’incremento della quota di mercato di Tim nella spesa del segmento business arrivando al 54,1% con un +2.8% una riduzione di -1,6% e di -1,2% rispettivamente per  Vodafone ed H3g. Nel segmento utenti residenziali spicca l’ aumento +1% per Wind e una riduzione -1% per H3g e per Tim.

tabella2agcom2009Passando alla suddivisione delle quote di mercato tra i diversi operatori per i ricavi nei segmenti voce e dati  ( tabella 1.34) emerge la crescita di Wind ( +1,1%) e Vodafone ( +1,1%) e la riduzione di Tim ( -1,1%) e H3g ( -1,0%) per i ricavi dai servizi voce, mentre nell’ambito dei ricavi dai servizi dati spicca l’aumento della quota di Vodafone che si porta al primo posto al 41,3% ( +2,5%) e la riduzione di Tim al 40,5% ( -1,1%) e H3g all’ 8,2% ( -1%).

tabella3agcom2009Infine, per quanto riguarda l’andamento delle linee attive, dalla tabella 1.35 nel confronto 2007-2008 si segnala una evidente riduzione della % di sim attive per Tim ( -2%) ed una crescita per Wind ( +1,3%) e per H3g ( +0,4%). In termini di nuove attivazioni risulta più evidente la crescita di Wind (+3,8%)  e H3g ( +1,7%) e la riduzione per Tim ( -5,2%).

Volendo effettuare una comparazione tra le tabelle 1.34 e 1.35 ovvero tra le quote di mercato per le sim attive  dei diversi operatori e le quote di mercato nei ricavi dai servizi voce e dati emergono alcuni dati interessanti e di riflessione: spicca un evidente discrepanza tra i ricavi (soprattutto voce) di H3g in proporzione alla sua % di sim attive ed i ricavi degli altri gestori in proporzione alle loro rispettive % di sim attive. Il rapporto tra “ricavi servizi voce/sim attive” per i gestori è infatti così calcolato:  Per H3g appena 0,54, per Wind 0,98, per Tim 1,04 e per Vodafone 1,08. Sui servizi dati  significativo è il valore per Wind con il rapporto “ricavi servizi dati/sim attive” più basso tra i 4 operatori, appena lo 0,53 ed il più alto per Vodafone, 1,24 in linea con  l’incremento della quota di mercato di Vodafone sul segmento dati.

Print Friendly, PDF & Email

Ti potrebbe interessare anche...

Commenta la notizia nel Forum di Mondo3