Gara per le frequenze 5G: il resoconto del primo giorno di rilanci. Giochi chiusi per la banda 700 FDD

di Redazione

Dopo la prima giornata dedicata alle offerte e ai rilanci da parte degli operatori telefonici partecipanti all’asta, sono già chiusi i giochi per i lotti in banda 700 FDD. Scontro ancora aperto per le frequenze nei 3700 MHz.

A rendere pubblico lo stato della gara per l’aggiudicazione delle nuove frequenze è, nella tarda serata di ieri, il MiSE stesso. Riportiamo il testo integrale del comunicato stampa del Ministero.

Oggi (ieri 13 settembre 2018, NdR) alle ore 11:00 è partita la fase dei miglioramenti competitivi per la procedura di assegnazione delle frequenze per il 5G che ha visto partecipare le società Iliad Italia S.p.A., Fastweb S.p.A., Wind 3 S.p.A., Vodafone S.p.A. e Telecom Italia S.p.A.

Dopo la sesta tornata di rilanci si è chiusa la procedura di gara per la banda 700 FDD per i blocchi generici con un introito totale di 1.363.436.396,00 euro a cui si aggiunge il blocco riservato già aggiudicato alla società Iliad Italia S.p.A. per un importo pari a 676.472.792,00 euro.

Tutti i blocchi per la banda 700 FDD risultano quindi aggiudicati alla data odierna per un ammontare complessivo di 2.039.909.188,00 euro alle società Vodafone S.p.A., Telecom Italia S.p.A. e Iliad Italia S.p.A.

Risulta ancora aperta la procedura per l’assegnazione della 700 SDL e appare vivace la competizione sulla banda 3700 MHz.

L’ammontare totale delle offerte vincenti a conclusione di questa prima giornata è stato pari a 2.826.412.258,00 euro, con un incremento di 345.409.454,00 euro rispetto alle offerte iniziali.

Alle ore 10.00 di domani (oggi, NdR), venerdì 14 settembre 2018, riprenderà la seduta dedicata ai miglioramenti competitivi.

Print Friendly, PDF & Email

Ti potrebbe interessare anche...

Commenta la notizia nel Forum di Mondo3