Le Iene e i complottisti contro il 5G: cosa è successo

di Martina Tortelli

Dopo la pubblicazione su Facebook del servizio sul complottismo sul 5G e il coronavirus, la redazione delle Iene è finita al centro di una shit storm organizzata sui social da gruppi specializzati in questo genere di attività.

Con l’aiuto dell’esperto Alex Orlowski, e i consigli della Polizia postale, Gaston Zama ha fatto un servizio per far conoscere questa realtà.

Un tema che sta vedendo sempre più protagonisti alzare la voce per mettere i puntini sulle i: ieri, sindacati e gestori europei hanno firmato un appello per fermare le violenze e le fake news sul 5G, in precedenza la stessa ANCI ha dovuto spiegare ad alcuni sindaci refrattari su cosa si basa la tecnologia 5G mentre proprio oggi il CTO di WINDTRE è tornato a parlare della necessità di affrontare seriamente e scientificamente lo sviluppo delle nuove reti.


Anche Assotelecomunicazioni – dal cui profilo Linkedin è tratto il video – si è schierata, ancora una volta, a favore di una corretta informazione sulla quinta generazione di telefonia mobile affiché si sgombri il campo da false affermazioni.

Source Mediaset Play

Print Friendly, PDF & Email

Ti potrebbe interessare anche...

Commenta la notizia nel Forum di Mondo3