Lavoro, campionato e serie TV. Perché preferire connessione LTE all’ADSL nella prima come nella seconda casa

di Martina Tortelli

Mai come in questo periodo, la connessione internet è fondamentale: per lavorare in maniera efficiente e per svagarsi guardando il campionato e le serie TV. La connettività che permette di continuare a svolgere queste attività ovunque è sicuramente quella LTE, grazie alla quale l’utente può usufruire sia di una rete WiFi performante sia di una copertura capillare su tutto il territorio nazionale garantita dagli operatori.

La velocità è una delle ragioni per cui si preferisce la connessione LTE: basti pensare che la velocità media in download, considerando i principali operatori, è nettamente superiore rispetto a quella dell’ADSL. 

Non solo quando si è in movimento, l’LTE è anche l’alternativa ideale alla linea ADSL, soprattutto in quelle aree dove non è presente una connessione internet sufficientemente adeguata da poter garantire all’utente di lavorare, giocare o guardare partite di calcio utilizzando una linea fissa. 

Anche gli ultimi dati AGCOM, relativi alla diffusione delle SIM in Italia, evidenziano il costante aumento del numero delle SIM dati attivate a partire dal 2015: a dicembre 2019 è stato toccato il picco di 24 milioni di SIM attive.

Da tempo, Netgear, sviluppa prodotti LTE, come hotspot o router portatili, in grado di garantire un’esperienza WiFi flessibile e performante, indipendentemente dal luogo in cui ci si trova. Secondo l’ultimo rapporto sugli immobili in Italia dell’Agenzia delle Entrate, si registrano 5,5 milioni di “seconde case” e questo significa che, probabilmente, molte persone durante questa fase 3 si sposteranno nelle seconde case o approfitteranno della condizione di smartworking per lavorare dal mare o dalla montagna.

I dispositivi come hotspot (AC797) oppure router portatili per performance ancora più elevate (Netgear M2), diventano quindi necessari per continuare a fare call conference, guardare le partite di campionato e le finali di coppe italiane ed europee e, contemporaneamente, far guardare ai propri figli le serie TV o giocare online. 


Siamo costantemente impegnati nella progettazione di prodotti in grado di connettere sempre più persone a internet. A breve lanceremo il primo router WiFi Orbi 4G LTE che unisce il meglio di Orbi alla connessione LTE.

In questo modo andiamo incontro alle esigenze di tutti quegli utenti che non sono raggiunti da una connessione internet ultraveloce e che faticano quindi a fare anche una videochiamata.

La connessione LTE funzionerà anche da back-up automatico, in caso di problemi, laddove c’è comunque una linea fissa” – ha dichiarato Ivan Tonon, Country Manager Netgear Italia.

Print Friendly, PDF & Email

Ti potrebbe interessare anche...

Commenta la notizia nel Forum di Mondo3