INWIT al fianco degli ospedali nella lotta al Covid-19

di Tommy Denet

Sono già 15 le strutture ospedaliere coperte con sistemi DAS per sviluppare la telemedicina

La mission di INWIT di dotare l’Italia di infrastrutture per le TLC wireless passa anche per le strutture ospedaliere. Negli ultimi mesi sono già 15 gli ospedali che hanno deciso di dotarsi dell’avanguardia tecnologica di INWIT nelle telecomunicazioni mobili, le antenne DAS (Distributed Antenna System).

Questa infrastruttura, il cui impatto visivo ed elettromagnetico è trascurabile, offre a pazienti e personale sanitario la possibilità di avere connessioni alle principali reti mobili italiane a prestazioni massime, anche in ambienti chiusi dove il segnale fatica ad arrivare, migliorando sensibilmente la ricezione internet di smartphone e tablet. Le microantenne sono inoltre già predisposte all’implementazione del 5G.

INWIT prosegue così nella sua attività al fianco delle strutture sanitarie italiane in questa difficile fase di emergenza. Grazie ai DAS, nei nosocomi coinvolti la telemedicina può funzionare al meglio e i familiari dei pazienti hanno la possibilità di sentirsi più vicini ai loro cari. Le microantenne, infatti, permettono di effettuare videochiamate e di restare in contatto anche in ambienti chiusi dove, in passato, anche una semplice telefonata poteva risultare un’operazione impegnativa.

Questa iniziativa si è rivelata cruciale durante i mesi di pandemia. Negli ospedali dotati di tecnologia DAS, le migliori performance delle reti mobili hanno permesso di aumentare la tempestività degli interventi, fornendo inoltre agli ospiti delle strutture la possibilità di usare la rete al massimo delle prestazioni nei difficili giorni del ricovero.

Le tecnologie di ultima generazione, in particolare, saranno la colonna portante per lo sviluppo della telemedicina. Già oggi è possibile lavorare su una rete ospedale-medici-territorio-pazienti, favorendo il monitoraggio da parte del personale sanitario di quei degenti affetti da malattie croniche o costretti a casa da patologie o in quarantena a causa del Coronavirus.

L’avvento della rete 5G, pienamente compatibile con l’attuale infrastruttura di torri e DAS di INWIT, farà da volano per lo sviluppo dell’IoT, l’Internet delle Cose, consentendo un ulteriore salto nella cura del paziente.

Grazie anche alle iniziative europee per il rafforzamento del sistema sanitario, gli investimenti in queste infrastrutture sono destinati ad aumentare esponenzialmente nei prossimi anni. Il notevole miglioramento della connettività mobile nelle 15 strutture coinvolte conferma l’impegno di INWIT, per la diffusione, a supporto degli operatori, delle tecnologie di domani.

Print Friendly, PDF & Email

Ti potrebbe interessare anche...

Commenta la notizia nel Forum di Mondo3