Huawei (logo)

Si lavora per la definizione del 5.5G, ecco come sarà

di Andrea Trapani

In occasione dell’undicesima edizione del Mobile Broadband Forum (MBBF), Ken Hu, Deputy Chairman di Huawei, si è confrontato con i maggiori esponenti del mondo delle telecomunicazioni e della tecnologia digitale sul nuovo valore che il 5G è in grado di apportare in molti settori a livello globale. Poiché il 5G è pronto a trasformare il modo in cui viviamo, ci connettiamo e lavoriamo, il settore delle telecomunicazioni è fortemente impegnato nella creazione di un valore importante, che va ben oltre il mercato dei consumatori. “Dobbiamo concentrarci sui bisogni reali del settore e sviluppare le competenze necessarie a soddisfare tali esigenze. Si tratta di una sfida, ma cosa più importante, si tratta di un’enorme opportunità per tutti gli attori coinvolti – ha affermato Ken Hu – al fine di accelerare l’adozione di tecnologie 5G in contesti industriali.”

L’implementazione globale del 5G sta procedendo rapidamente. In qualità di leader in questo settore, la Cina conta già oltre 600 mila stazioni base dislocate in oltre 300 città, che supportano più di 160 milioni di collegamenti 5G in tutto il Paese. Attualmente i servizi 5G in Cina assicurano una velocità di centinaia di Mbps, mentre un’ampia gamma di servizi è già stata implementata in più di venti settori in ambito nazionale: dalla sanità alle realtà portuali, dalle acciaierie alle reti elettriche, all’industria mineraria a quella manifatturiera.

Esprimendo totale fiducia nel ruolo futuro che il 5G rivestirà per le imprese, Hu ha evidenziato come non esista una soluzione unica per tutti, perché ogni settore ha le proprie specificità”. Pertanto ha condiviso il suo punto di vista, identificando quattro punti chiave per guidare al meglio l’innovazione 5G nell’ambito delle applicazioni industriali:

  • L’industria deve identificare i bisogni reali sulla base di scenari aziendali specifici. Nonostante numerosi settori abbiano già dimostrato di essere pronti e disposti ad accogliere il 5G, Hu ha sottolineato la necessità di sviluppare una serie concreta di criteri pensati per ogni tipo di specifico scenario e valutare se il 5G sia o meno lo strumento giusto da adottare: “È solo così che possiamo identificare i bisogni reali su cui vale la pena investire”.
  • Le reti devono adattarsi a diversi scenari. Le reti sono la base di servizi 5G competitivi, quindi le apparecchiature di rete, insieme alla pianificazione, alla costruzione, alla manutenzione e all’ottimizzazione, devono essere in grado di soddisfare i requisiti di una gamma incredibilmente diversificata di casi d’uso industriali. Risulta quindi necessario che operatori e fornitori collaborino e continuino a innovare sulla base di una conoscenza approfondita delle sfide industriali.
  • Un fiorente ecosistema di dispositivi 5G industriali è fondamentale. Huawei stima che il prezzo medio dei moduli 5G si stabilizzerà intorno ai 100 dollari entro la fine del 2020 e raggiungerà i 40 dollari entro la fine del 2022, arricchendo così notevolmente l’ecosistema dei dispositivi 5G.
  • Gli operatori di telecomunicazioni devono sviluppare nuove capacità per servire i mercati 5G dedicati alle imprese. Oltre alla connettività, i fornitori di servizi di telecomunicazioni devono stimolare lo sviluppo di capacità in aree come le operazioni cloud, lo sviluppo di applicazioni industriali e l’integrazione di sistemi end-to-end. Attualmente si riscontra una notevole mancanza di soluzioni complete per soddisfare queste esigenze nel mercato aziendale.

Durante il MBBF 2020, David Wang, Executive Director di Huawei, nel suo intervento dal titolo ‘Defining 5.5G for a Better, Intelligent World’, ha affermato di essere entusiasta della prospettiva di lavorare al fianco di numerosi partner per la definizione del 5.5G, che sarà l’evoluzione del 5G. Secondo il suo punto di vista, infatti solo attraverso una costruttiva collaborazione è possibile migliorare l’esperienza di interazione in tempo reale per i singoli utenti, potenziare le capacità IoT degli smartphone ed esplorare nuovi scenari, come Uplink Centric Broadband Communication (UCBC), Real-Time Broadband Communication (RTBC) e Harmonized Communication and Sensing (HCS). Tutto ciò porterà a un mondo migliore e sempre più intelligente

Connettere le persone è lo scopo di base del 5G, mentre connettere le cose è la sua grande estensione. La connettività e il computing saranno i due elementi costitutivi di questo mondo intelligente e il 5G rappresenterà una tecnologia di connettività fondamentale.

Wang ha poi condiviso un’analisi dei nuovi scenari abilitati dal 5.5G che creeranno nuovo valore per lo sviluppo sociale e per l’innovazione continua a livello di settore:

  • La UCBC accelererà l’aggiornamento intelligente dell’industria. Costruito sulla base delle funzionalità 5G, la UCBC (Uplink Centric Broadband Communication) consentirà un aumento di 10 volte della larghezza di banda di uplink. Si tratta quindi di una soluzione ideale per i produttori che hanno bisogno di caricare video per la machine vision e l’IoT a banda larga massiccia, accelerando così l’aggiornamento intelligente dell’industria.
  • La RTBC offrirà un’esperienza coinvolgente e realistica. La RTBC (Real-Time Broadband Communication) supporta un’ampia larghezza di banda e una bassa latenza di comunicazione. L’obiettivo è quello di aumentare di 10 volte la larghezza di banda con una determinata latenza e uno specifico livello di affidabilità.
  • La HCS consente la guida autonoma. La HCS (Harmonized Communication and Senses) è progettata per abilitare auto e droni connessi, consentendo la realizzazione di scenari in cui la guida autonoma è un requisito fondamentale. Applicando la tecnologia beam scanning di Massive MIMO al dominio di rilevamento, la HCS può offrire sia funzioni di comunicazione che di rilevamento.

Wang ha così concluso il suo intervento: “Standard unificati e collaborazione industriale sono alla base del successo dell’industria globale delle comunicazioni wireless. Lo sviluppo del 5.5G richiede infatti la collaborazione tra tutti i player della catena del valore”.

Nel suo discorso di aperura dal titolo ‘Ottimizzare il valore della rete wireless per un decennio d’oro del 5G’, Ryan Ding, Executive Director e Presidente Carrier Business Group di Huawei, ha invece affermato che il prossimo decennio rappresenterà un’età dell’oro per il 5G.
L’intero settore deve quindi avere fiducia, implementando le migliori reti possibili per i consumatori e coltivando nuove funzionalità da offrire ai clienti del settore per massimizzare il valore delle reti wireless per il successo del 5G.

Ding ha sottolineato che lo sviluppo di applicazioni 5G industriali rappresenta uno sforzo a livello di settore, piuttosto che un compito dei singoli operatori. Accelerare questo sviluppo è quindi possibile solo ed esclusivamente quando le telecomunicazioni si integrano con altri settori.

Nella versione 16 rilasciata di recente, il 3GPP ha aggiunto uno standard aggiornato per i servizi di trasmissione, oltre alle funzioni 5G come la posizione e la latenza dell’interfaccia aerea ultra bassa. Le prossime versioni soddisferanno ulteriori esigenze del settore.

Print Friendly, PDF & Email

Ti potrebbe interessare anche...

Commenta la notizia nel Forum di Mondo3