Gli SMS rappresentano oggi anche un efficiente strumento per la comunicazione interna

di Martina Tortelli

Gli SMS, che nel tempo hanno perso un ruolo di rilievo nella sfera privata, sono largamente utilizzati in ambito business e non solo per messaggi transazionali o di marketing, ma anche per le comunicazioni interne di aziende e altre organizzazioni.
A rivelarlo è un’indagine di Skebby.it, da cui risultano essere uno strumento importante per comunicare turni, inviare certificati di malattia, aggiornamenti di norme anti-covid, avvisi, allerte di emergenza e molto altro.

Gli SMS hanno compiuto da pochi giorni 28 anni e, pur essendo oramai quasi completamente sostituiti dalla messaggistica istantanea nella comunicazione personale, stanno vivendo una seconda giovinezza in ambito business, dove vengono ampiamente utilizzati per inviare conferme di appuntamenti e spedizioni, password temporanee, iniziative promozionali e sempre più spesso anche per la comunicazione interna.

L’utilizzo più diffuso degli SMS in quest’ultimo ambito è, in particolare, quello per la comunicazione dei turni e la gestione dello staff che non lavora in sede.

A renderlo noto è un’indagine interna riferita all’anno 2020 di Skebby, l’innovativa piattaforma che offre servizi professionali di mobile marketing & service, da cui risulta che i messaggi relativi all’organizzazione dei turni o all’invio di informazioni importanti, come improvvisi cambi di turno, rappresenta il 30% degli SMS inviati per la comunicazione interna. La scelta dell’SMS per questo tipo di informazioni viene effettuata non solo dalle aziende, ma anche da realtà come i centri sanitari polispecialistici, dove lavorano diversi medici, e dai ristoranti per la gestione del personale addetto alle consegne a domicilio.

Un’altra attività aziendale per cui sono molto usati gli SMS è l’invio dei certificati di malattia (20%). Laddove non sia attivo un sistema di gestione delle presenze, infatti, è possibile creare in modo molto semplice una landing page per l’inoltro dei dati da parte del dipendente che, con l’attivazione del servizio di ricezione SMS, possono essere consultati dal datore di lavoro via web.

Altri due ambiti in cui l’SMS rappresenta uno strumento molto utilizzato sono le comunicazioni d’emergenza (15%), come allerte meteo, chiusure impreviste o altre informazioni urgenti e, negli ultimi mesi, anche aggiornamenti sulle norme anti-covid (15%), cui il personale deve attenersi. Tra i restanti utilizzi degli SMS si distinguono poi l’invio di OTP (one time password) per l’accesso ai gestionali o per la partecipazione ad eventi e per la notifica dei messaggi dei sistemi di allarme dei macchinari.

Francesca Quagliata, Digital Marketing Strategist di Skebby, ha commentato: “Gli SMS sono sempre più utilizzati per la comunicazione interna, dove vengono preferiti ad altri mezzi, grazie alla possibilità di raggiungere tutti i telefoni, non solo gli smartphone, e per i tassi di apertura superiori al 93% secondo un nostro sondaggio del 2009.

Questo significa la quasi certezza della lettura del messaggio, diversamente dalla messaggistica istantanea dove riceviamo già numerosi messaggi personali. Inoltre”, ha proseguito Francesca Quagliata, “gli SMS sono utili perché permettono di inviare comunicazioni di emergenza ai dipendenti in qualunque momento, anche se non sono collegati al loro pc, perché magari fuori dall’orario di lavoro, e sono, in generale, ritenuti più autorevoli della messaggistica istantanea. Se a ciò aggiungiamo che il canale SMS è praticamente privo di spam, risultano chiare le motivazioni che lo hanno reso in molti casi lo strumento cui affidare le comunicazioni urgenti ed importanti”.

CS

Print Friendly, PDF & Email

Ti potrebbe interessare anche...

Commenta la notizia nel Forum di Mondo3