Progetto TIMES: la ricerca europea avanza verso la Rete 6G

di Valerio Longhi

La corsa all’innovazione nel campo delle telecomunicazioni ha un nuovo protagonista: il progetto europeo TIMES.

Finanziato dall’Unione Europea nell’ambito della call Horizon Europe, TIMES, acronimo di “THz Industrial Mesh networks in Smart sensing & propagation environments” è il trampolino di lancio verso il futuro delle reti wireless, oltrepassando i limiti attuali del 5G.

Sfide dell’Attuale Tecnologia 5G

Le attuali reti 5G, nonostante la loro avanzatezza, mostrano difficoltà a sostenere le applicazioni progettate per le reti wireless del futuro.

Queste devono essere in grado di supportare scenari avanzati come robot cooperativi, manutenzione predittiva, veicoli in rapido movimento, comunicazione intra-macchina, e altro ancora. È qui che entra in gioco TIMES.

Una Visione a Lungo Termine

Il progetto TIMES punta a creare un ecosistema radio smart operante nella banda delle Terahertz (THz). Questa tecnologia rivoluzionaria dovrebbe collegare una vasta gamma di dispositivi eterogenei in contesti industriali, offrendo affidabilità comparabile alle reti cablate. I parametri chiave includono velocità dati migliorata, latenza ultra-bassa, rilevamento di localizzazione millimetrica e affidabilità con un errore di trasmissione su un miliardo.

Pilastri dell’Innovazione di TIMES

Il progetto TIMES si basa su tre pilastri chiave:

  1. Larghezza di banda Ultra-Wide-Band: Per garantire velocità dati superiori.
  2. Reti Mesh Intelligenti: Una rete formata da dispositivi che operano come un’unica entità.
  3. Rilevamento e Comunicazioni Integrate ad Alta Definizione: Consentire una comunicazione avanzata e il rilevamento di dati.

Collaborazione Europea per il Futuro delle Reti

TIMES è un consorzio di 10 partner provenienti da enti di ricerca e aziende di cinque paesi europei. Coordinato dal CNIT – Consorzio Nazionale Interuniversitario per le Telecomunicazioni in Italia, il progetto vede la partecipazione di Aetna Group Spa, Anteral Sl, BI-REX Big Data Innovation & Research Excellence, CNRS – Centre National de la Recherce Scientifique, Fraunhofer Gesellschaft, Huawei Technologies Duesseldorf Gmbh, Technische Universitat Braunschweig, Telenor Asa e University of Stuttgart.

Un Bilancio Stimato di Sei Milioni di Euro per Tre Anni

Tratta da unimi.it/unistem

Il progetto, con un budget di sei milioni di euro, ha una durata di tre anni. Le prime applicazioni della tecnologia sviluppata sono previste a gennaio 2025. TIMES è parte del partenariato pubblico-privato SNS-JU, che mira a facilitare la leadership europea nelle reti e nei servizi 5G e 6G.

In un periodo in cui la tecnologia continua a ridefinire il nostro modo di comunicare, il progetto TIMES si pone all’avanguardia, aprendo la strada a un futuro di connettività più veloce, precisa e affidabile.

Ti potrebbe interessare anche...

Commenta la notizia nel Forum di Mondo3