Tre Corecom da oggi sostituiscono l’AgCom per la definizione delle controversie

di Andrea Trapani

Buona notizia per tutti i consumatori ottobre impegnati nei contenziosi con i vari gestori telefonici.

Corecom Friuli Venezia GiuliaDa oggi, 1° ottobre, infatti i CoReCom di Puglia, Emilia Romagna e Friuli Venezia Giulia potranno esercitare i nuovi compiti delegati dall’Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni: si tratta di ampie e rilevanti funzioni in materia di pluralismo, vigilanza e tutela dell’utenza.

La nota stampa informa che alle molteplici attività che i CoReCom già svolgono sul territorio – tra cui il ben noto tentativo obbligatorio di conciliazione –  adesso si sommano il monitoraggio radiotelevisivo locale, la tenuta del Registro degli operatori di comunicazione a livello regionale e l’attesa definizione delle controversie tra operatori di telecomunicazioni elettroniche e utenti In senso pratico, da oggi, i consumatori di Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia e Puglia potranno rivolgersi al proprio  CoReCom non solo per la prima fase di conciliazione obbligatoria, ma anche –  in caso di esito negativo – per la decisione della controversia, senza dover quindi ricorrere all’AgCom.

Entusiasta Corrado Calabrò che guida l’autorità garante: “L’azione dei Corecom assicura un forte presidio a livello locale, e rappresenta l’ultimo miglio” del governo delle comunicazioni: l’auspicio è che, sul costruttivo esempio dei Comitati che per primi intraprenderanno le attività relative al nuovo pacchetto di deleghe, altri Comitati si muovano nella stessa direzione.

Commentate la notizia nel nostro forum dedicato alle Autorità Garanti e legislazione sulle TLC.

Print Friendly, PDF & Email

Ti potrebbe interessare anche...

Commenta la notizia nel Forum di Mondo3