Roaming, cosa cambierà? Chiamate entranti gratuite dal 2014, nessun sovrapprezzo dal 2016

di Valerio Longhi

Le ipotesi iniziali sono quelle che vengono confermate dal pacchetto di norme adottato ieri dalla Commissione europea.

hutchison-whampoaNeelie Kroes era stata chiara e l’obiettivo dichiarato è quello poi effettivamente raggiunto.

Tra le numerose novità ci interessano particolarmente quelle relative all’Eurotariffa, ossia il sistema di tariffazione in roaming internazionale all’interno dei 28 paesi membri dell’Unione europea.

L’abolizione del roaming andrà avanti secondo due passi: il primo, più visibile, è la scomparsa dei costi per le chiamate ricevute quando ci troveremo all’estero in un’altra nazione UE. I cellulari europei potranno rispondere senza pagare niente per il servizio. Obiettivo 1° luglio 2014.

Bisognerà attendere due anni – 2016 – in più per vedere la stessa cosa per le chiamate uscenti. Nessuna chiamata “gratuita” come è ovvio, ma l’obiettivo in questo caso è di poter avere le stesse tariffe nazionali anche all’estero eliminando quella sorta di “guadagno premium” che per ora grava in roaming.

Lo stesso costo è segnalato anche per le chiamate internazionali tra paesi UE che dovranno scendere nei loro prezzi in quanto soffrono dello stesso problema.

La ratio dietro a questa modifica è il voler creare un unico mercato europeo delle TLC, cosa che non è coerente con l’esistenza dei costi di roaming.

via Comunicato Stampa Commissione UE

Print Friendly, PDF & Email

Ti potrebbe interessare anche...

Commenta la notizia nel Forum di Mondo3