Fine del roaming in Unione Europea: rimosso l’ultimo ostacolo

di Redazione

L’abolizione del sovrapprezzo per le comunicazioni in roaming, programmata per il 15 giugno 2017, consentirà ai consumatori di telefonare, inviare messaggi e utilizzare dati della rete mobile mentre si trovano in altri Stati dell’UE senza pagare tariffe aggiuntive.

Questa è una grande vittoria per i consumatori europei”, ha dichiarato la relatrice Miapetra Kumpula-Natri (S&D, FI). “Possiamo celebrare il fatto che dal 15 giugno non ci saranno più tasse sul roaming. Gli utenti europei in viaggio potranno controllare le proprie e-mail, usare le mappe, caricare foto sui social media, telefonare e scrivere messaggi a casa senza costi aggiuntivi”.

Il Parlamento ha rimosso l’ultimo ostacolo stabilendo limiti ai prezzi all’ingrosso dell’uso della telefonia mobile, approvando un accordo informale con il Consiglio con 549 voti favorevoli 27 voti contrari e 50 astensioni.

MONDO3 SU FACEBOOK | MONDO3 SU TELEGRAM

Sul sito della Commissione Europea sono presenti anche le FAQ https://ec.europa.eu/digital-single-market/en/frequently-asked-questions-roam-home che rispondono ad alcune delle domande più attese, tra cui:
– “[…] la regola generale è che, fintanto che si spendono più tempo a casa che all’estero, o si utilizza il telefono cellulare più a casa che all’estero, si può usare il roaming con i prezzi nazionali del proprio operatore quando si viaggia in qualsiasi paese dell’UE. Questo è considerato un uso corretto dei servizi di roaming. In caso contrario […] gli operatori sono in grado di rilevare eventuali abusi nel corso di un periodo di quattro mesi: se si spende la maggior parte del tempo all’estero e si consumano più dati all’estero che in patria nel corso dei quattro mesi, l’operatore può chiedere di chiarire la situazione entro 14 giorni. Se si continua a stare ancora all’estero, l’operatore può iniziare ad applicare un piccolo costo per il consumo di roaming. Questo costo sarà limitato a
3,2 centesimo al minuto per le chiamate uscenti
1 centesimo per ogni SMS
Per internet la maggiorazione massima sarà di
€ 7,7 per GB (dal 15 giugno 2017), cifra che poi scenderà a € 6 per GB a partire dal 1 gennaio 2018, € 4,5 per GB dal 1 ° gennaio 2019, € 3,5 per GB dal 1 ° gennaio 2020, € 3 per GB a partire dal 1 Gennaio 2021 e, infine, € 2,5 per GB a partire dal 1 gennaio 2022.

– “[…] chi ha piani nazionali con chiamate illimitate e SMS, avrà chiamate illimitate e SMS in roaming UE.
Se si dispone internet in versione “Mobile Unlimited” o con grandi pacchetti di GB compresi, l’operatore può applicare un limite (fair use) come salvaguardia durante il roaming. In questo l’operatore dovrà informare in anticipo di tale limite e deve avvisare l’utente nel caso in cui lo si raggiunga; al di là di questa soglia, è possibile continuare a navigare sostenendo a un piccolo costo (al massimo € 7,70 / GB + IVA; questo diminuirà gradualmente fino a raggiungere € 2,50 / GB come del 2022).

se si ha una prepagata ci potrebbero essere alcuni limiti per internet all’estero del tipo che “[…] dovrebbe essere almeno il volume ottenuto dividendo il credito residuo sulla carta prepagata quando si inizia a utilizzare i dati in roaming servizi (IVA esclusa) per € 7,7. Per esempio se si dispone di € 13 (€ 10,8 esclusa l’IVA al 20%) si avrà almeno diritto ad almeno (10,8 / 7,7 =) 1,4 GB di dati in roaming. […] Per voce e SMS, si pagherà esattamente lo stesso prezzo come si fosse nella propria nazione

– se si ha un particolare piano tariffario di roaming appositamente scelto (per esempio un’offerta che ha buoni prezzi in roaming negli Stati Uniti e Canada, oltre che in UE) si potrà tenere anche dopo il 15 giugno 2017: l’operatore chiederà se si desidera mantenere la tariffa di roaming specifica, nel caso si risponda negativamente o non si risponda, si sarà passati automaticamente alle nuove regole.

– le offerte che comprendono chiamate “on net” all’estero vedranno le chiamate eventuali tariffate sempre come “off net”. Non ci saranno distinzioni tra numeri di rete fissa e mobile.

Il regolamento si applicherà immediatamente nei 28 paesi membri dell’Unione Europea, mentre nei tre paesi dello Spazio Economico Europeo (Islanda, Liechtenstein e Norvegia) sarà introdotto a breve subito dopo.

DAL FORUM: Roaming UE da giugno 2017: tariffe nazionali all’estero, come funziona

 

Print Friendly, PDF & Email

Ti potrebbe interessare anche...

Commenta la notizia nel Forum di Mondo3