5G: Agcom avvia indagine conoscitiva sulle possibili nuove modalità di assegnazione dello spettro radio al servizio dei settori verticali dell’industria

di Fabrizio Castagnotto

L’Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni, con la delibera n. 131/21/CONS pubblicata lo scorso 30 aprile (relatore il Commissario Laura Aria), ha avviato un’indagine conoscitiva sulle possibili nuove modalità di assegnazione dello spettro radio al servizio dei c.d. settori verticali dell’industria.

Come noto, tale tematica è presente nei più recenti documenti di policy comunitaria, dal “Toolbox” di strumenti per un accesso allo spettro 5G tempestivo e favorevole agli investimenti, pubblicato il 26 marzo u.s. (a seguito della Raccomandazione UE 1307 della Commissione europea del 18 settembre 2020), alla Comunicazione della Commissione europea (COM 118 del 9 marzo 2021) “Digital Compass 2030”, alle più recenti Opinion del Radio Spectrum Policy Group e indicato come uno dei possibili abilitatori della trasformazione digitale dell’industria, che è anche uno dei principali obiettivi del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza.


L’Autorità, nell’ambito delle proprie competenze in materia di assegnazione delle risorse spettrali, intende pertanto verificare l’eventuale necessità e le modalità implementative dei possibili nuovi approcci alla gestione dello spettro radio di interesse industriale permessi dai più recenti sviluppi tecnologici.

Il documento di consultazione e le modalità di partecipazione all’indagine saranno successivamente pubblicati sul sito web dell’Autorità all’url dedicato.

Print Friendly, PDF & Email

Ti potrebbe interessare anche...

Commenta la notizia nel Forum di Mondo3