Tanto (troppo?) 5G, ecco di cosa si è parlato al MWC di Barcellona

di Redazione

Gli occhi del mondo – compresi quelli di questa redazione nonché di TecnoGazzetta con il suo Speciale MWC –  si sono rivolti a Barcellona questa settimana mentre il Mobile World Congress ha attirato migliaia di partecipanti da 198 paesi per mostrare le ultime novità del mondo della telefonia.

Il 5G è stato uno dei temi principali di MWC, e con il lancio globale previsto in pochi mesi, la GSMA ha rilasciato una nuova ricerca che ha evidenziato ancora una volta quanto siano importanti le nuove reti, facendo notare che, entro il 2025, una connessione su sette sarà su un terminale abilitato al 5G.

Ma l’hype sul 5G porta conseguentemente i primi commenti dagli addetti ai lavori, tra i primi arrivati si segnala come “la congestione di rete avviene su 4G come su 5G se le reti di trasporto restano quello che sono.
Con una densificazione e aumento di capacità di trasporto si potrebbero eliminare i colli di bottiglia già oggi
“.

Come riportato su DDay.it il nuovo mondo aperto dal 5G probabilmente il 5G porterà ad una drastica rivoluzione delle tariffe telefoniche.
Roberto Di Pietro, Vice President Business Development di Qualcomm, ha affermato in sintesi che “con il 5G il costo per gli operatori del singolo “byte” è più basso, perché le reti sono molto più efficienti. La tariffa a GB sparirà, sostituita da una tariffa “alla Netflix” dove non si considererà più la banda consumata, sarebbe inutile, ma si parlerà di numero di dispositivi connessi.”

I dispositivi 5G sono stati l’altra grande novità dell’MWC, ma – eccezion fatta per casi sporadici, come l’accensione della rete Vodafone a Barcellona – per diverso tempo saranno limitati a reti di test.

Nessun problema, le reti arriveranno e si svilupperanno ma al momento siamo ancora all’alba dei primi beta tester. Come sono ancora primordiali le prime applicazioni mostrate al pubblico, da quelle del multiviewing del TIM5G alla prima videochiamata di Wind Tre con ZTE senza dimenticare le tante sperimentazioni nel mondo automotive.

 

Ti potrebbe interessare anche...

Commenta la notizia nel Forum di Mondo3