Open Signal misura la qualità dei video in mobilità e la velocità non è tutto…

di Andrea Trapani

Il nuovo rapporto globale a cura di Open Signal analizza l’esperienza di consumo di video in mobilità in 69 paesi, tra cui l’Italia (che ha uno score di 57,23, leggermente superiore alla Turchia ma inferiore agli stati confinanti Francia esclusa ndr).

Ecco alcuni dei punti salienti rilevanti, alcuni assolutamente non intuitivi.

Ad esempio, quando si tratta di un video, avere una connessione più veloce non sempre significa “vedere meglio”. Nel nuovo report del ‘video mobile’ di OpenSignal, è stato infatti scoperto che i paesi con le reti mobili più perfomanti non sono necessariamente quelli che forniscono la migliore esperienza video mobile ai propri consumatori: il caso simbolo è la rete LTE della Corea del Sud che, pur registrando di gran lunga la velocità di download complessiva più veloce dei 69 paesi analizzati, non si è inserita neanche nei primi 10 posti della metrica relativa alle migliori esperienze video.

Attenzione: questo non vuol dire che non vi sia alcuna relazione tra velocità e qualità del video.
Nei paesi in cui le velocità medie complessive sono basse, in quasi tutti i casi anche la qualità del video è stata bassa. Ma mentre saliamo la scala della velocità verso paesi con medie di download veloci, la velocità ha relativamente poco impatto sulle prestazioni video.

Un paese come il Kuwait, con una velocità complessiva di 14,7 Mbps, fa altrettanto bene come la Corea del Sud, con un download medio di 45,6 Mbps. Molti altri fattori stanno entrando in gioco nel determinare la qualità del video, dalla latenza alla connessione.

L’Europa ha fatto molto bene nelle classifiche delle esperienze video classificando ben otto paesi dell’UE nnella top 10. I paesi americani invece tendono a scendere verso la parte inferiore della classifica, mentre i paesi asiatici hanno registrato valori sia tra i più punteggi più alti che tra quelli più bassi.

In alcuni casi, le politiche degli operatori hanno avuto un impatto sui punteggi, in particolare negli Stati Uniti. L’aumento dei piani illimitati nell’ultimo anno è stato accompagnato da restrizioni sulla risoluzione dei video, che ha avuto un impatto decisivo sui punteggi di esperienza video a cura di Open Signal.

Source: https://opensignal.com/reports/2018/09/state-of-mobile-video

Print Friendly, PDF & Email

Ti potrebbe interessare anche...

Commenta la notizia nel Forum di Mondo3