Huawei, un solido 2019 grazie anche al 5G sempre più determinante

di Andrea Trapani

Huawei annuncia solidi risultati finanziari e conferma l’impegno nella creazione di prodotti e soluzioni di valore per i clienti e la società

Huawei ha pubblicato lo scorso 31 marzo i risultati finanziari del 2019, confermando la solidità del proprio business. Il fatturato complessivo dell’azienda nel 2019 ammonta a 123 miliardi di dollari, una crescita del 19,1% rispetto al precedente anno.

L’utile netto è di 9 miliardi di dollari, mentre il flusso di cassa proveniente dalle attività operative ha superato i 13,1 miliardi di dollari, una crescita del 22,4% su base annua. A dimostrazione del costante impegno dell’azienda nell’innovazione tecnologica e nella ricerca, Huawei ha investito 18,8 miliardi di dollari in ricerca e sviluppo, il 15,3% del fatturato complessivo. Negli ultimi 10 anni, Huawei ha investito oltre 86 miliardi di dollari in ricerca e sviluppo.

Il 2019 è stato un anno straordinario per Huawei“, ha affermato Eric Xu, Presidente di Huawei. “Nonostante l’enorme pressione esterna, l’azienda ha fatto continui progressi, ponendo particolare attenzione alla creazione di valore per i nostri clienti. Abbiamo lavorato duramente per guadagnare la loro fiducia e rispetto, così come quello dei nostri partner in tutto il mondo. Il business rimane solido“.

Nel 2019, l’attività del Carrier Business Group di Huawei ha guidato l’implementazione commerciale delle reti 5G. Per favorire lo sviluppo commerciale della rete e promuovere le nuove applicazioni del 5G, l’azienda ha realizzato diversi 5G joint innovation center in collaborazione con gli operatori di tutto il mondo. Le soluzioni “RuralStar base station” di Huawei, ad esempio, hanno dimostrato che è possibile affrontare efficacemente i problemi di copertura della rete anche in aree remote e prima difficilmente raggiungibili. Queste soluzioni sono state adottate in oltre 50 Paesi, garantendo la connessione internet mobile a oltre 40 milioni di persone che vivono in aree remote. Nel 2019, il fatturato del Carrier Business Group di Huawei ha raggiunto 42,5 miliardi di dollari, una crescita del 3,8% rispetto all’anno precedente.

Le attività dell’Enterprise Business Group di Huawei continuano a supportare la trasformazione digitale dei clienti in tutti i settori e contribuiscono a gettare le basi per un mondo digitale. A livello globale, oltre 700 città e 228 aziende della Fortune Global 500 hanno scelto Huawei come partner per la trasformazione digitale. Nel 2019, Huawei ha annunciato la sua nuova strategia di crescita mirata a rendere il mondo sempre più connesso e digitale. Come parte di questa strategia, l’azienda ha lanciato il processore AI più veloce al mondo, l’Ascend 910, e il training cluster di AI Atlas 900. Nel 2019, il fatturato dell’Enterprise Business Group di Huawei ha raggiunto 12,8 miliardi di dollari, una crescita del 8,6% su base annua.

Il Consumer Business Group di Huawei continua a registrare una forte crescita, con un totale di 240 milioni di smartphone consegnati durante l’anno. Huawei ha registrato forti progressi anche nello sviluppo dell’ecosistema “Seamless AI Life” su tutti i dispositivi prodotti dall’azienda, inclusi personal computer, tablet, dispositivi indossabili e schermi intelligenti. Nel 2019, il fatturato del Consumer Business Group di Huawei ha raggiunto 66,9 miliardi di dollari, in crescita del 34% su base annua.

In futuro, il contesto ambientale in cui opereremo diventerà ancora più complicato”, ha affermato Xu. “È necessario continuare a migliorare la competitività dei nostri prodotti e servizi, promuovere l’innovazione e creare soluzioni di valore per i nostri clienti e la società in generale. Questo è l’unico modo per cogliere le grandi opportunità offerte dalla trasformazione digitale dei vari settori e mantenere una crescita sostenuta nel lungo periodo. ”

Il bilancio della Relazione Finanziaria Annuale 2019 di Huawei è stato sottoposto a revisione contabile indipendente da parte di KPMG, società di revisione contabile internazionale che fa parte delle Big Four.

Print Friendly, PDF & Email

Ti potrebbe interessare anche...

Commenta la notizia nel Forum di Mondo3