Giochi online e per smartphone: bilancio del 2020

di Valerio Longhi

Il 2020 è stato un altro anno di successi per il comparto videoludico mondiale. Tra videogiochi online e su smartphone, casinò e videogiochi su console (fruibili anche in versione digitale e online), i numeri sono cresciuti sensibilmente.

D’altro canto, l’offerta di giochi online cresce di anno in anno, e ce n’è per tutti i gusti, gratuiti e a pagamento: dai MMORPG come Fortnite (che di recente è stato aggiornato alla versione 15.20) alla vasta proposta di poker online gratis, dai giochi da tavolo alle slot fino ai videogiochi per console, come FIFA, Call of Duty e Last of US.

Secondo un’indagine di AGIMEG, Agenzia Giornalistica sul Mercato del Gioco, durante i primi 11 mesi dell’anno appena trascorso la spesa per il gioco online è cresciuta del 45,9% rispetto allo stesso periodo del 2019. I giochi da casinò hanno registrato una spesa pari a 1,06 miliardi di euro, il poker una spesa di 74,3 milioni di euro (poker cash) e 113,6 milioni di euro (a torneo).
Il bingo online, ugualmente, ha registrato una spesa di ben 50,6 milioni di euro, mentre il betting exchange ha raggiunto i 9,3 milioni di euro.

Anche il settore dei videogiochi ha visto numeri in netta crescita. Secondo la società specializzata in ricerche di mercato Newzoo, il mercato dei videogiochi, nel 2020, ha toccato i 40 miliardi di dollari. Si è registrata, inoltre, una maggiore propensione agli acquisti in digitale, che permette a produttori di console e case videoludiche di avere margini di guadagno più alti rispetto alle copie fisiche dei giochi.

Non è dunque un caso se due tra i principali brand di settore, Microsoft e Sony, abbiano deciso di puntare forte sul digitale: Microsoft, con l’Xbox Game Pass, permette ai propri utenti di giocare a molti titoli su cloud, mentre Sony ha puntato sul cloud gaming con il servizio Playstation Now. L’arrivo della Playstation 5 e della sua rivale Xbox Series X darà un’ulteriore spinta al settore, e il cloud gaming sarà una delle tendenze dell’anno appena cominciato.

In Inghilterra, i giochi che hanno registrato più vendite durante il 2020 sono stati FIFA 21, il gioco di calcio più famoso al mondo, che ormai ha distanziato nettamente il suo rivale PES, Call of Duty: Black Ops Cold War, la nota simulazione bellica (i cui tanti capitoli sono stati un successo dietro l’altro) e l’immortale Grand Theft Auto V, il cui debutto sul mercato è avvenuto ormai tanti anni fa.

Un settore videoludico particolarmente in salute è quello dei giochi per smartphone, che nel 2020 hanno visto il successo di alcuni piccoli capolavori.
Secondo la classifica stilata dalla società del settore mobile Sensor Tower Store Intelligence, i videogiochi che hanno registrato i maggiori guadagni sono Player Unknown’s Battlegrounds, conosciuto dai più come Pubg, della cinese Tencent, Honor of Kings, anch’esso della Tencent, e Pokemon Go, il cui successo sembra intramontabile. Seguono altri due giochi di successo come Coin Master e Roblox.

Rispetto al 2019, Pubg è cresciuto di oltre il 64%, Honor of Kings del 42%, mentre Pokemon Go di un rispettabilissimo +31,5%.

Complice il successo della serie La regina degli scacchi, il 2020 è stato inoltre l’anno della riscoperta del gioco degli scacchi.

Le ricerche online sul tema, dall’inizio della serie Netflix, hanno fatto un balzo enorme: secondo Idealo, la società che offre il noto servizio di comparazione prezzi, le ricerche hanno registrato un +174,7% in tutta Europa. Allo stesso tempo, durante gli ultimi mesi dell’anno appena trascorso moltissime persone hanno cercato prodotti come le scacchiere elettroniche. In generale, a essere cresciuto è l’interesse nei confronti dei giochi di società: Monopoly, Taboo, ma anche puzzle e carte da gioco.

Il mercato videoludico, insomma, non conosce crisi. E non è affatto un caso se il successo dei giochi per smartphone va di pari passo con il resto della vasta offerta videoludica: come racconta bene l’attuale Studio James, ormai l’uso di Internet si sta spostando sempre più su mobile. Il 2021 si prospetta un altro anno di crescita e successo per uno dei comparti di entertainment più floridi al mondo.

 

Print Friendly, PDF & Email

Ti potrebbe interessare anche...

Commenta la notizia nel Forum di Mondo3