MWC 2022: ZTE con prodotti innovativi e soluzioni 5G per aiutare gli operatori

di Fabrizio Castagnotto

ZTE Corporation ha presentato una serie di prodotti innovativi e soluzioni 5G al Mobile World Congress di Barcellona che dimostrano il grande impegno di ZTE nella trasformazione digitale.

UniSite NEO di ZTE, per esempio, alimentato dall’unità radio integrata OmniUBR Series, è in grado di ridurre le unità radio da 18 a 5, e di supportare un sito a 6 bande e 3 settori con solo 5 unità, diminuendo così significativamente il costo di affitto del sito fino al 57% e fornendo un consumo energetico inferiore del 40%.

ZTE presenta inoltre l’unico 12T12R OmniUBR del settore, dal quale si ottiene l’integrazione di dual-band e 3 settori in una sola box, in cui ogni segmento supporta 1800MHz e 2100MHz con 4T4R e la potenza di trasmissione di ogni settore può essere condivisa in modo flessibile tra le bande.

I prodotti OmniUBR fanno sì che il numero di moduli radio, il footprint complessivo e il consumo di energia si riducano rispettivamente dell’87%, del 57% e del 40%, migliorando notevolmente l’efficienza di implementazione e i costi di O&M.

Per l’implementazione del 5G, ZTE ha aggiornato il suo portafoglio RAN 5G con la serie di prodotti Massive MIMO di nuova generazione a banda larga. Questi possono facilmente far fronte alla larghezza di banda C-band 400M per più operatori, e includono 32TR e 64TR AAUs, fino a 192 elementi d’antenna e 320 watt. In virtù della stessa piattaforma hardware di nuova generazione, le serie di prodotti Massive MIMO a banda larga hanno un peso minore e un consumo energetico inferiore rispetto ai prodotti della generazione precedente.

Per quanto riguarda la struttura BBU esistente, ZTE continua a sviluppare le schede di elaborazione di prossima generazione per il continuo miglioramento delle capacità. Le nuove schede supportano la grande capacità multimodale 2G/3G/4G/5G e la condivisione dinamica dello spettro 4G/5G, e la BBU supporta 90 celle 5G.

Con le schede di calcolo aggiuntive e la soluzione NodeEngine, la capacità potenziata della BBU può supportare l’offloading del traffico locale e la garanzia di QoS intelligente per le reti private 5G, consentendo la trasformazione digitale del settore.

L’evoluzione delle reti wireless è spesso incrementale. L’emergere di nuove tecnologie e spettro pone carichi pesanti sulle infrastrutture, in particolare sui siti” ha dichiarato Mr. Bai Gang, Vice-President di ZTE “Questo porta costi elevati e continua a far crescere il consumo di energia. ZTE crede che la chiave per questo sia la ‘semplificazione’, rendendo la rete definitiva semplice e verde attraverso l’innovazione tecnologica“.

In aggiunta, ZTE presenta a Barcellona VMAX, l’acceleratore della trasformazione digitale, per soddisfare la crescente complessità della rete O&M. VMAX è una parte di uSmartNet, la soluzione di rete autonoma di ZTE, che cambia il funzionamento del singolo dominio in una prospettiva all-domain e end-to-end che fornisce One-stop Insight. Quando si verificano errori di rete, VMAX supporta il servizio cross-domain. Arriva alla causa principale del problema di servizio e del reclamo del cliente in pochi minuti con una precisione di localizzazione superiore all’80% e un aumento dell’efficienza del 30%.

Al Mobile Word Congress 2022, ZTE porta una soluzioni innovative soprattutto per quanto riguarda il 5G e lo sviluppo della rete. Le parole di Mr. Zhang Wanchun, SVP di ZTE Corporation sono significative in tal senso”Il miglioramento delle prestazioni, l’estensione dei confini e il perfezionamento dell’efficienza sono tre chiavi della strategia ‘5G Growing’ di ZTELa Corporation spera di continuare a lavorare insieme ai suoi partner industriali per costruire la rete pubblica più semplice e forte, la rete privata su misura e la rete aziendale più intelligente“.