L’offerta di Sky sulla rete in fibra di Open Fiber entro giugno 2020

di Valerio Longhi

Un rumor diventato realtà…

Il debutto di Sky Italia nella banda ultra-larga avverrà «entro i primi sei mesi del 2020» grazie all’accordo con Open Fiber.
A confermarlo è l’amministratore delegato Maximo Ibarra in un’intervista con DigitEconomy.24 elaborato da Il Sole 24 Ore Radiocor con Luiss Business School.

Una scelta, quella dello sbarco nella banda ultra-larga, che è «la naturale evoluzione del business di un’azienda che ha sempre puntato sulla qualità dei contenuti e sull’innovazione tecnologica».
Riguardo al dibattito sull’ipotesi di una rete unica in fibra, Sky Italia si dice neutrale: «Ciò che è importante è che continui lo sviluppo e la diffusione sul territorio dell’FTTH, infrastruttura fondamentale per il sistema economico italiano ed europeo».


Questa l’anticipazione apparsa ieri sul Sole 24 Ore dove sono stati ipotizzati anche i tempi: «[…] L’ingresso di Sky nella telefonia fissa e nel broadband avverrà entro i primi sei mesi del 2020.

Questa scelta rappresenta la naturale evoluzione del business di un’azienda che ha sempre puntato sulla qualità dei contenuti e sull’innovazione tecnologica fin dalla sua nascita.

Grazie all’accordo wholesale siglato con Open Fiber avremo accesso alla migliore rete in fibra disponibile nel nostro Paese.
Questo ci permetterà di supportare nel migliore dei modi le esigenze di connessione dei nostri abbonati, abituati da tempo a un uso intensivo della rete per lo streaming di contenuti, la visione on demand e quella di contenuti in 4K. Daremo così un contributo anche alla diffusione della banda larga in questo Paese
».

L’ARTICOLO INTEGRALE

Print Friendly, PDF & Email

Ti potrebbe interessare anche...

Commenta la notizia nel Forum di Mondo3