Tiscali torna in viola, Soru ripropone i colori storici. Clienti in crescita

di Redazione

Il Consiglio di Amministrazione di Tiscali, riunitosi ieri sotto la presidenza di Alberto Trondoli, ha approvato il Piano 2020-2022 presentato dall’Amministratore Delegato Renato Soru.
La strategia delineata prevede la focalizzazione sui prodotti rivolti alla clientela consumer e in particolare al segmento della Fibra. 

I contenuti di tale Piano, sinteticamente, comprendono:

  • il raggiungimento dell’utile di bilancio nel 2022;
  • la focalizzazione sul core business: vendita servizi Broadband e Ultrabroadband (Fissi, Fixed Wireless e Mobile) alla clientela retail Consumer, SOHO e SME e un rilancio dei servizi B2B;
  • la ridefinizione del modello operativo, focalizzato sempre più sulle attività di sviluppo di nuovi servizi, marketing e vendita e sull’eccellenza nella gestione del cliente, riducendo le
    attività di gestione diretta delle infrastrutture di rete;
  • attività di gestione diretta delle infrastrutture di rete;
  • la revisione del mix dei canali di vendita, con forte crescita dei canali digitali;
  • la riduzione degli impegni di investimento, in coerenza con il nuovo modello operativo;
  • il contenimento dei costi fissi e variabili a supporto della marginalità;
  • l’ampliamento del mercato indirizzabile, grazie ai benefici degli accordi commerciali con gli altri operatori;
  • il rilancio del brand di Tiscali, grazie a nuovi investimenti in comunicazione;
  • il mantenimento di una struttura finanziaria e patrimoniale in equilibrio;
  • la diversificazione nell’area di business del portale.

Viene ulteriormente accentuato l’impegno per rendere Tiscali un gruppo “sostenibile”, con l’introduzione di indicatori di sostenibilità (la soddisfazione del cliente, il coinvolgimento dei dipendenti, la riduzione di emissioni di anidride carbonica) nel sistema gestionale aziendale e di analisi delle performance del management, al fine di misurare gli effetti delle attività di Tiscali sull’ambiente, sul personale e sulla comunità in generale.

Target finanziari del piano 2020-2022:

  • Ricavi: oltre 200 milioni di euro nel 2022
  • Riduzione dei costi operativi: circa il 7% in meno nel triennio
  • Ebitda margin: oltre 20% nel 2022
  • Utile netto: positivo nel 2022
  • Posizione Finanziaria Netta: riduzione di oltre 20 milioni di euro nel corso del triennio

I dati prospettici sono stati elaborati in condizioni di normalità e le incertezze derivanti dalla straordinaria emergenza sanitaria che il mondo sta purtroppo subendo, e i cui impatti non sono facilmente quantificabili, si riflettono sul piano, principalmente per le ipotesi relative all’anno in corso. Pertanto, nonostante le attività del settore delle telecomunicazioni abbiano sofferto in modo meno marcato rispetto ad altri comparti economici, le stime qui presentate rimangono soggette a fattori la cui portata in termini di impatti sui risultati è estremamente difficile da prevedere.

Con il rafforzamento della struttura patrimoniale e finanziaria del Gruppo, la Società ha adottato un modello operativo basato sulla rifocalizzazione sul core business, sul rilancio del brand e su accordi commerciali con i principali operatori del settore. Grazie a una struttura più snella e meno capital intensive, Tiscali ha potuto concentrarsi sullo sviluppo di nuovi servizi UltraBroadband, sulle attività di marketing e vendita e sull’eccellenza nella gestione del cliente. L’adozione delle nuove strategie e gli accordi commerciali stipulati fanno oggi di Tiscali l’operatore di telecomunicazioni italiano con la maggior copertura di fibra, potendo contare su un significativo ampliamento del potenziale di mercato.

Commenta Renato Soru, Amministratore Delegato del Gruppo: “Tiscali, anche grazie alla competizione tra gli operatori wholesale della rete d’accesso, si è focalizzata maggiormente nella crescita nel segmento dei servizi Ultrabroadband, in fibra e LTE, migliorando la qualità del servizio e l’assistenza ai propri clienti. Grazie al sostanziale recupero di produttività e alla riduzione dei costi industriali, cresce la marginalità operativa, continuando – senza nuove operazioni straordinarie – nel percorso di riduzione dell’indebitamento complessivo. Infine, il portale Tiscali.it ha raggiunto nello scorso mese di marzo la cifra record di 18 milioni di browser unici con punte di circa 1,6 milioni in un solo giorno. Tale audience, tra le più vaste del web italiano, sta garantendo l’acquisizione di nuovi clienti a costi sensibilmente più bassi rispetto ai canali tradizionali e rappresenta un importante bacino da volorizzare ulteriormente attraverso le nuove offerte di e-commerce.” 

Principali risultati ottenuti nel corso dell’esercizio 2019 ed eventi successivi
Nel 2018 e sino a marzo 2019 il Gruppo Tiscali è stato impegnato in una serie di attività quali i) l’ottenimento della proroga sulla licenza relativa allo spettro di frequenza 3.5 Ghz di cui era titolare, ii) la conclusione di un accordo di cessione in favore di Fastweb della licenza per il diritto d’uso per 42 Mhz nella banda3.5 Ghz e del ramo di azienda Fixed Wireless Access (FWA), e iii) la negoziazione con gli istituti bancari (Intesa San Paolo e BancoBPM) controparti del finanziamento Senior in essere e le società di leasing controparti del contratto di leasing su “Sa Illetta” volta all’ottenimento di un accordo di ristrutturazione del debito senior e del leasing “Sa Illetta” effettivamente ottenuta con la sigla degli Accordi di Ristrutturazione del Debito Finanziario stipulati in data 28 marzo. Tali attività, unitamente alla scarsità delle risorse finanziarie a disposizione e all’incertezza sull’evoluzione futura del Gruppo, hanno limitato l’azione operativa nei primi mesi del 2019.

Con la firma degli Accordi di ristrutturazione del Debito Finanziario (marzo 2019) e l’incasso dell’ultima parte di prezzo legata all’Operazione Fastweb (luglio 2019), che hanno determinato una significativa immissione di risorse finanziarie e un rafforzamento complessivo della struttura finanziaria del Gruppo, la Società ha ridefinito e avviato l’attuazione di un nuovo percorso di sviluppo, basato sulla rifocalizzazione della Società sul proprio Core Business, ovvero la vendita di servizi BroadBand e UltraBroadband Fissi, Fixed Wireless e Mobile alla clientela retail Consumer, SOHO e SME, adottando un modello operativo che si focalizza sulla capacità di sviluppo di nuovi servizi, sulle attività di Marketing e Vendita e sull’eccellenza nella gestione del cliente, incrementando l’efficienza delle attività di gestione delle infrastrutture di rete e conseguentemente gli impegni di investimento in coerenza con dimensioni e capacità di investimento dell’azienda e mutato contesto tecnologico e di mercato (Fibra, 5G).

Il nuovo modello operativo è stato ulteriormente implementato e promosso dalla nuova compagine manageriale che ha assunto la guida della Società in seguito al cambio di governance avvenuto nel maggio 2019. È stato lanciato un nuovo logo e sono stati effettuati investimenti pubblicitari a sostegno del brand e delle nuove offerte commerciali, orientate alla missione della Società di garantire a tutti i cittadini il diritto all’accesso a servizi internet ultra veloci, tramite lo sviluppo del mercato in Fibra. La piena attuazione degli accordi commerciali con Fastweb stipulati nel novembre 2018 e altri accordi stipulati con altri operatori nel luglio e dicembre 2019 (Tim, Open Fiber e Linkem), hanno consentito, infatti, di ampliare e rafforzare il mercato indirizzabile e l’offerta commerciale di Tiscali, in particolare nelle offerte di servizi Fibra ad altissime prestazioni (offerta Ultrabroadband Fibra con velocità fino a 1 Giga) e Mobile 4G (con velocità fino a 150 Mbps).

Inoltre, nel secondo semestre 2019, il significativo apporto di risorse finanziarie determinato dall’Operazione Fastweb, ha consentito alla Società di negoziare importanti accordi con fornitori strategici, consentendo una complessiva riduzione dei debiti scaduti e dei costi operativi.

Infine, ad inizio 2020 Tiscali ha avviato una politica di diversificazione e ampliamento dei ricavi generati dal portale attraverso la sottoscrizione di accordi commerciali con diversi operatori specializzati (e-commerce, pagamenti, lead generation).

Grazie ai suddetti accordi Tiscali è oggi l’operatore di telecomunicazioni italiano con la maggior copertura di Fibra a disposizione.  In tal senso interessante il numero dei clienti (circa 668.000), in crescita di 28.000 unità rispetto al 2018, di cui per il gestore virtuale è salito a 244.700 unità.
Il numero dei clienti in fibra è a sua volta cresciuto a 163.750 unità, con minori ricavi.

Nel dicembre 2019, inoltre, Tiscali ha concluso un accordo con TIM che le consente di offrire ai propri clienti mobile la tecnologia 4G con velocità fino a 150 Mbps differenziandosi da operatori mobile low cost che offrono una tecnologia 4G “Basic” con velocità fino a 30 Mbps.

Renato Soru ha inoltre provveduto a lanciare il nuovo logo della Società, il quale torna al colore viola, che ha contraddistinto il logo Tiscali fin dalle origini, aggiungendo un nuovo simbolo “//” che ricorda la scrittura delle URL degli indirizzi internet, allo scopo di evocare il ruolo di protagonista che Tiscali ha avuto nella storia di Internet in Italia.

 

Print Friendly, PDF & Email

Ti potrebbe interessare anche...

Commenta la notizia nel Forum di Mondo3