M5S: “Il controllo della rete a banda ultralarga deve essere italiano”

di Tommy Denet

La banda ultra larga è un’infrastruttura strategica per lo sviluppo e la sicurezza del nostro Paese. Per questo, ritengo fondamentale che il controllo della rete sia italiano.
Eviteremo così che i dati sensibili siano gestiti all’estero garantendo la terzietà nella gestione rispetto alla concorrenza dei molteplici operatori commerciali.

Su questo tema ho depositato alla Camera dei Deputati un’interpellanza ordinaria e ho proposto che sia individuato un unico gestore, a prevalente capitale pubblico, per la trasmissione ad alta tensione.

La costituzione di un organismo prevalentemente pubblico, può garantirci lo sviluppo e la manutenzione dell’infrastruttura, e tutelarci dai rischi legati al mercato, alla concorrenza e alle eventuali cessioni.

La digitalizzazione, le telecomunicazioni e la realizzazione di un’infrastruttura internet innovativa sono fondamentali per affrontare le sfide del futuro. Ecco perché continueremo a incentivarli tutelando gli interessi degli italiani
“. Così in un post su facebook Andrea Vallascas, portavoce del MoVimento 5 Stelle in Commissione Attività produttive alla Camera.
Print Friendly, PDF & Email

Ti potrebbe interessare anche...

Commenta la notizia nel Forum di Mondo3