Case delle Tecnologie Emergenti, Tiscali partner 5G dei progetti vincenti di Pesaro e Campobasso

di Redazione

Tiscali è partner tecnologico e provider di soluzioni 5G all’interno di due delle sette iniziative che hanno ottenuto finanziamento nell’ambito del Programma di supporto alle tecnologie 5G, a fronte di 20 proposte presentate.

I partenariati promossi da Tiscali con il comune di Pesaro e Campobasso sono risultati vincitori del Bando 2022, che prevede complessivamente uno stanziamento da parte del Ministero delle Imprese e del Made in Italy di 80 milioni di euro in due anni per la realizzazione delle nuove Case delle Tecnologie Emergenti.

Le progettualità vincitrici puntano ad istituire dei veri e propri centri di trasferimento tecnologico verso le piccole e medie imprese su temi come il 5G, la blockchain, l’internet of things, l’intelligenza artificiale e le tecnologie quantistiche, interconnessi agli ecosistemi cittadini locali per supportare lo sviluppo delle Smart City.

Progetto CTE Square

Per quanto riguarda Pesaro, la Capitale Italiana della Cultura 2024, il progetto CTE Square nasce con lo scopo di coniugare le competenze degli Enti di ricerca con le esigenze delle imprese. La cittadina marchigiana sarà dunque affiancata dall’Università degli Studi di Urbino e dall’Università Politecnica delle Marche, partner insieme a Tiscali, BpCube, Sinergia, EY Business School, Rainbow CGI S.R.L., Websolute, Pluservice, EBWorld, Umbra Control, Fondazione Giacchino Rossini, Fondazione Rossini Opera Festival, Conservatorio di Musica G. Rossini, Fondazione Nuovo Cinema, Agenzia di stampa Quotidiana Primapress srl, Competence Center Associazione Cyber 4.0, e con la collaborazione della CTE Next della Città di Torino.

L’obiettivo del progetto è creare un ecosistema capace di favorire lo sviluppo di tecnologie e innovazione sul tessuto imprenditoriale del territorio. Non a caso, CTE Square, coerentemente con la designazione della città di Pesaro come Capitale Italiana della Cultura 2024, ha per tema l’applicazione di tecnologie emergenti alla salvaguardia e alla valorizzazione del patrimonio culturale e alla filiera dei prodotti, dei servizi e delle attività culturali, dalla produzione alla fruizione.

MolisCTE

Tiscali si è inoltre qualificata come partner tecnologico di riferimento per il Comune di Campobasso. MolisCTE è il nome della progettualità che si propone di diventare la Casa delle Tecnologie Emergenti del Molise, impegnata in attività di ricerca, open innovation e tech competence transfer su due diverse linee di intervento: quella della Città & Servizi Intelligenti per Cittadino ed Imprese e quella della Salute e Agricoltura sostenibile, Agonismo, Sportech, Wellness, e Wellbeing del Cittadino.

Attraverso un approccio life-course, MolisCTE sarà finalizzata a creare ambienti favorevoli alla promozione del benessere e a comunità resilienti. Le tecnologie digitali e l’innovazione saranno al servizio delle istituzioni e della comunità, una smart city a supporto della qualità di vita della popolazione, che sia in grado di rendere anche la salute “intelligente”, contribuendo a tenere sotto osservazione l’impatto dei fattori ambientali e di contesto sulla popolazione dal punto di vista epigenetico.

Con la pubblicazione della nuova graduatoria del Ministero delle Imprese e del Made in Italy, Tiscali compie un altro passo in avanti per sostenere la digitalizzazione del Paese e delle Smart City attraverso il know how e le esperienze maturate negli ultimi anni nell’ambito dell’Open Innovation e nel supporto alla transizione digital della PA su scala nazionale: i progetti vincitori del nuovo bando si aggiungono così alla collaborazione già avviata con la Casa delle Tecnologie Emergenti di Matera, nell’ambito del Giardino delle Tecnologie Emergenti, per la formazione nel settore agritech.

Photo | Campus Tiscali Sardegna – Di pandemia, CC BY 2.0, https://commons.wikimedia.org/

 

Ti potrebbe interessare anche...

Commenta la notizia nel Forum di Mondo3