Fibra e non solo, le classifiche Opensignal con gli operatori migliori per la rete fissa italiana

di Redazione

Opensignal ha analizzato i dati dell’esperienza internet degli italiani, sia a livello nazionale sia concentrandosi anche su cinque città.

Per riflettere il diverso modo in cui viene utilizzata la banda larga, sono state sei diverse misure esperenziali che non hanno bisogno di traduzione:  Broadband Success Rate, Broadband Consistent Quality, Broadband Video Experience, Broadband Download Speed, Broadband Peak Download Speed e Broadband Upload Speed.

Per l’attesa classifica Broadband Consistent Quality, è stata analizzata l’esperienza durante tutte le ore del giorno, nonché durante le ore di punta tra le 17:00 e le 23:00.

I risultati principali


  • TIM batte la concorrenza nella Broadband Consistent Quality, sia in tutte le ore del giorno insieme sia durante le ore di punta dalle 17:00 alle 23:00. “Complessivamente, il 71,7% dei test dei nostri utenti TIM ha soddisfatto le soglie minime consigliate per guardare video HD, completare videoconferenze di gruppo e giocare”, scrive Opensignal.
  • Fastweb e Vodafone sono al primo posto assieme in due categorie: nella Broadband Video Experience ottengono entrambi 73,9 punti su 100 mentre per la Broadband Success Rate hanno punteggi statisticamente pari al 97,9-98%.
  • A livello nazionale, WindTre è in vantaggio nelle velocità di download, con una velocità di download media degli utenti di 53 Mbps. Al secondo posto Vodafone e Fastweb con velocità pari 48,9-49,1Mbps. Ma, attenzione!, gli utenti Vodafone hanno la velocità di caricamento in upload più veloce (23,8 Mbps.
  • Dati locali: a Roma, Sky Wifi supera tutti gli operatori nella Broadband Consistent Quality, con l’83,2% dei test  che superano i requisiti della soglia minima. Tuttavia, in altre città l’esperienza migliore è stata un pareggio: a Palermo Iliad e TIM sono al top, a Torino TIM e Tiscali, a Napoli TIM e Vodafone mentre a Milano tre capoliste si dividono il primo posto (Sky Wifi, Tiscali e Vodafone.)

Ovviamente gli utenti con connessioni fiber-to-the-home (FTTH) registrano punteggi di esperienza significativamente più alti rispetto agli utenti che si connettono con altre tecnologie a banda larga (FTTC e FWA). L’aumento è particolarmente elevato nel caso della Broadband Consistent Quality, con gli utenti FTTH che registrano un aumento della percentuale di test che soddisfano i requisiti di soglia di 16,8-33,8 punti percentuali.

Esperienza nella banda larga a livello nazionale

Il mercato italiano della banda larga è in rapido sviluppo e modernizzazione. Non solo: il rapido ritmo di lancio delle offerte FTTC (e successivamente FTTH) è stato aiutato da accordi all’ingrosso tra chi possiede le infrastrutture e i fornitori di banda larga al dettaglio. Ciò consente agli operatori di fare affidamento sulla stessa infrastruttura per servire le connessioni dei clienti. Con buoni risultati.

Tuttavia, la reale esperienza della banda larga degli utenti differisce tra i vari operatori perché Opensignal testa il servizio end-to-end. In altre parole, i test sulla banda larga di Opensignal misurano tutto quel che accade tra i dispositivi degli utenti e i siti Internet nonché tra le reti di distribuzione dei contenuti che ospitano app, servizi di streaming video, etc.

I dati di Opensignal mostrano che i principali Internet Service Provider (ISP) nazionali TIM, Fastweb, WindTre e Vodafone – sono alla pari per la categoria Broadband Success Rate, una misura che tiene traccia della percentuale di test completati con successo sulla connessione a banda larga. Tuttavia, Vodafone e Fastweb occupano il primo posto, appena sopra WindTre e TIM del 97,6-97,8%.

Come anticipato, Fastweb e Vodafone condividono anche il primo posto nella Broadband Video Experience. Va detto che, anche in questo caso, tutti i provider nazionali hanno tutti ottenuto punteggi molto simili tra loro, collocando l’esperienza dei nostri utenti italiani su tutti gli ISP analizzati nell’ambita categoria Very Good (68-78).

TIM batte la concorrenza invece come Broadband Consistent Quality, sia nella media di tutte le ore del giorno, sia nelle ore di punta. Questa misurazione tiene traccia della percentuale di test sulla rete che hanno soddisfatto i requisiti minimi  per le applicazioni utente più comuni. I clientii sulla rete TIM registrano il 71,7%, con un punteggio che scende di poco (al 69,8%) nelle ore di punta (17:00-23:00).

WindTre è in testa alla concorrenza per la velocità di download, con gli utenti che vedono una velocità media di 53 Mbps. Vodafone e Fastweb condividono il secondo posto, con velocità tra i 48,9 e i 49,1 Mbps. Nella Broadband Peak Download Speed, Vodafone e WindTre condividono il primo posto con velocità pari a 364,2-373 Mbps. Nella Broadband Upload Speed, Vodafone è leader con i suoi utenti che vedono velocità medie di 23,8 Mbps.

In che modo la fibra (FTTH) migliora l’esperienza della banda larga

Con le connessioni FTTH, ovviamente, ricorda Opensignal, “i nostri utenti vedono punteggi di esperienza significativamente migliori in tutte le categorie rispetto agli utenti che si connettono con altre tecnologie a banda larga“.

Infatti, le categorie alla voce “banda larga”, oltre a FTTH, possono includere anche soluzioni più lenti tra cui quelle fibre-to-the-cabinet/nodo (FTTC/FTTN), G.fast, ADSL, VDSL e FWA.

La fibra è una parte fondamentale

Per il segmento di clienti FTTH, le velocità crescono quindi con un fattore compreso tra 2 e 2,8 volte rispetto ad altre tecnologie. Questo salto è più evidente a Milano (con risultati di 2,7-4,5 volte maggiori).

Opensignal ha quindi scelto di misurare l’esperienza FTTH separatamente da altre tecnologie a banda larga. Secondo gli ultimi dati dell’autorità di regolamentazione AGCOM, nel settembre 2022 l’Italia disponeva di 3,26 milioni di linee di accesso Fiber-to-the-home (FTTH).

Source: opensignal.com

Ti potrebbe interessare anche...

Commenta la notizia nel Forum di Mondo3