Fibra ottica in Svizzera, arriva l’accordo comune tra Salt e Sunrise

di Andrea Trapani

Sunrise e Salt hanno oggi annunciato la sua iniziativa di partnership strategica per la creazione di una piattaforma all’avanguardia per la fiber to the home (“FTTH”).

Questa piattaforma aperta, accessibile a tutti i provider, fornirà servizi di connettività a banda larga ad alta velocità in tutta la Svizzera. Il Rollout avverrà tramite Swiss Open Fiber, una joint venture che sarà fondata e detenuta a parità di quote da Salt e Sunrise e con il coinvolgimento di un futuro partner di capitale.

Con questa iniziativa svizzera, Sunrise and Salt  vogliono dare un contributo significativo alla digitalizzazione e al miglioramento dell’efficienza energetica, a vantaggio dei clienti e della Svizzera come piazza economica.

Swiss Open Fiber prevede di raggiungere 1,5 milioni di abitazioni nei prossimi 5-7 anni, per un investimento complessivo massimo di CHF 3 miliardi. Il progetto intende sostenere concretamente le zone in Svizzera non ancora coperte da servizi a banda larga all’avanguardia e promuovere ulteriormente la digitalizzazione anche nelle aree non urbane. Mentre Salt e Sunrise fungeranno come affittuari principali, la rete di infrastrutture sarà offerta agli operatori commerciali, affinché sia consentito loro di proporre ai clienti servizi di connettività a banda larga ultraveloce. Sunrise e Salt hanno già avviato discussione con potenziali partner di capitale e con le banche finanziatrici e intendono firmare i relativi accordi nei prossimi mesi. La nuova infrastruttura apporta sostanziali vantaggi ambientali sotto forma di condivisione della rete ad alta efficienza energetica e di passaggio al cavo in fibra ottica. Il progetto si basa su un concetto collaudato che è già stato implementato con successo in diversi paesi europei, tra cui Germania, Francia e Italia. L’inizio del Rollout è previsto per il quarto trimestre del 2020.

André Krause, CEO di Sunrise, afferma: «Siamo entusiasti di intraprendere questa joint venture che accelererà la connettività a banda larga ultraveloce e migliorerà significativamente la diffusione della fibra ottica in Svizzera rispetto ad altri paesi europei. Questa piattaforma è aperta al mercato ed è completamente trasparente. Siamo estremamente felici di esserci assicurati alla presidenza di Swiss Open Fiber il più rinomato esperto di mercato nazionale: Marc Furrer.»

Pascal Grieder, CEO di Salt, dichiara: «Questo progetto è unico nel suo genere poiché sfrutta le capacità e la portata di due solidi operatori svizzeri per creare un’infrastruttura a livello nazionale. La crescente importanza di modelli di lavoro e di formazione flessibili e virtuali continuerà a guidare la domanda di potenti servizi a banda larga nelle economie domestiche svizzere. La nostra iniziativa faciliterà tali servizi a prezzi competitivi. Il nostro piano di Rollout è ambizioso e invitiamo pertanto i comuni e i servizi pubblici che si occupano della distribuzione FTTH a rivolgersi a noi. Siamo aperti e disponibili alle trattative di affari

«Nel 2008 abbiamo introdotto la Tavola rotonda, che ci ha permesso di collegare circa un terzo della popolazione svizzera all’FTTH. Ora vogliamo che il resto della Svizzera possa beneficiare di prodotti FTTH di alta qualità, indispensabili per l’home office, l’educazione domestica e l’home entertainment. La joint venture prevista coprirà la maggior parte del restante mercato con questi collegamenti ad alta velocità, garantendo al tempo stesso la concorrenza a livello di infrastrutture. Inoltre, gli investimenti fino a 3 miliardi di franchi svizzeri daranno un notevole impulso all’economia locale,» aggiunge Marc Furrer, ex presidente della Commissione federale delle comunicazioni ComCom.

La piattaforma sarà accessibile a tutti gli operatori del mercato. Swiss Open Fiber collaborerà con Swiss Fibre Net (“SFN”), che sosterrà l’allestimento e le attività operative in una partnership strategica. La rapida espansione di FTTH andrà a vantaggio di tutti i partner e clienti di SFN. Andreas Waber, CEO di SFN, afferma: “Siamo estremamente lieti di essere il partner strategico della piattaforma Swiss Open Fiber. Ciò rafforzerà le nostre relazioni commerciali già esistenti e di successo con entrambi gli operatori e siamo ansiosi di portare avanti un’infrastruttura aperta Swiss Open Fiber”.

Salt e Sunrise hanno assunto rispettivamente Lazard e Morgan Stanley come consulenti finanziari.

 

Print Friendly, PDF & Email

Ti potrebbe interessare anche...

Commenta la notizia nel Forum di Mondo3