Svizzera, licenziamenti in vista in casa Orange. Aprono nuovi Center e al via LTE

di Valerio Longhi

Orange LogoLa comunicazione arriva direttamente da un comunicato stampa dell’operatore.

L’attuale trasformazione volta ad una maggiore focalizzazione verso i clienti richiede il riequilibrio delle risorse, si legge.

Nel corso del 2013 l’azienda prevede una riduzione della propria forza lavoro fino a 140 posti di lavoro:

a) potenzialmente la fase iniziale prevede il coinvolgimento di circa 70 funzioni aziendali ed è prevista già per le prossime settimane.

b) giustificati dall’aggiornamento e la semplificazione dei processi di gestione della clientela, saranno valutati in una seconda fase ulteriori cambiamenti nel corso dell’anno.

LTE

Le funzioni di focalizzazione verso il cliente non sono interessate dalla riduzione dei posti di lavoro; in questo campo è prevista la creazione di almeno 60 nuovi posti di lavoro, come anche l’apertura di 18 nuovi Orange Center, oltre agli investimenti in corso sulla rete di CHF 700 milioni.  I rappresentanti degli impiegati (employee forum) e il sindacato Syndicom sono stati informati.

La rappresentanza degli impiegati è a capo della coordinazione con il sindacato Syndicom, ivi compresa la negoziazione per il piano sociale. «Il nostro obiettivo è di semplificare la nostra organizzazione per focalizzarci maggiormente verso i clienti. Quest’anno prevediamo inoltre il lancio pienamente commerciale della rete 4G e l’incremento del numero di Orange Center.

Una fetta delle misure pianificate prevede il riassetto di risorse dalle funzioni aziendali verso posizioni maggiormente rivolte ai clienti. Queste iniziative potrebbero risultare in una riduzione totale di fino a 140 posti di lavoro, riguardanti innanzitutto le posizioni amministrative.

Print Friendly, PDF & Email

Ti potrebbe interessare anche...

Commenta la notizia nel Forum di Mondo3