Che numeri, Sunrise! Clienti mobili +7,3 %, Internet +13,6 % e TV +31,1 %!

di Valerio Longhi

 
 BILANCIO IN SINTESI

Esercizio 2016

Esercizio 2017

a/a

a/a

4T 16

4T 17

a/a

a/a

Ricavi totali (milioni di CHF)

 MTR rett.

  MTR rett.

Servizi di rete mobile

1264

1231

(2,6 %)

0,8 %

331

341

2,8 %

6,1 %

Servizi di rete fissa

419

378

(9,6 %)

(8,1 %)

114

103

(9,0 %)

(7,3 %)

Internet di rete fissa

214

245

14,2 %

56

65

16,8 %

Ricavi totali

1897

1854

(2,2 %)

0,3 %

501

509

1,7 %

4,3 %

Ricavi da servizi (totali, escl. hubbing e hardware)

1511

1470

(2,7 %)

0,5 %

382

373

(2,4 %)

0,9 %

Utile lordo

1193

1193

(0,0 %)

301

302

0,3 %

a/a
Dismissione delle antenne rett.

a/a
Dismissione delle antenne rett.

EBITDA

599

592

(1,1 %)

155

148

(4,6 %)

EBITDA rettificato

611

601

(1,6 %)

0,8 %

159

148

(7,0 %)

(1,5 %)

Margine EBITDA rett. (escl. hubbing e hardware)

40,5 %

40,9 %

41,7 %

39,7 %

Utile netto

87

505

479,6 %

48

 

23

(51,5 %)

Equity free cash flow

230

219

(4,9 %)

64

9

(86,5 %)

Clienti (migliaia)
Rete mobile:
Postpaid

1485

1594

7,3 %

Prepaid

842

756

(10,2 %)

Rete fissa:
Voce retail

417

441

5,8 %

Internet

372

422

13,6 %

IPTV

163

214

31,1%

Olaf Swantee, CEO di Sunrise, commenta così il risultato: «Il 2017 è stato caratterizzato da un andamento accelerato dei clienti, dalla stabilizzazione finanziaria, dalla riduzione del debito netto e da una posizione di leadership per Sunrise nei test indipendenti sulle telecomunicazioni. Nel 2018 Sunrise continuerà a investire nella rete, nei servizi e nei prodotti. Questo rafforzerà il nostro posizionamento come competitor per la qualità svizzera e sosterrà le tendenze finanziarie positive.»

Accelerazione nella crescita dei clienti e acquisizioni di clienti B2B di elevata qualità

L’andamento positivo del numero di abbonati è continuato nell’esercizio 2017. Sunrise ha registrato un +7,3 % di nuovi clienti netti di telefonia mobile postpaid a/a, un’accelerazione rispetto al +6,1 % dell’esercizio 2016. Il numero totale dei clienti è ora pari a 1,59 milioni. Nel solo 4T sono stati aggiunti 30 600 nuovi clienti postpaid, di cui un aumento netto di 20 000 SIM primarie contro le 16 000 dello stesso periodo dell’anno precedente. Questa solida performance è stata supportata da una forte qualità della rete, dall’approccio multimarca Sunrise, da canali di distribuzione diversificati e da un ampio portafoglio prodotti a prezzi competitivi. La base di clienti prepaid ha continuato a ridursi a/a con la migrazione costante di clienti verso le offerte postpaid.

La crescita netta di Internet e TV del 4T è stata a due cifre per il quarto trimestre consecutivo. Gli abbonati a Internet dell’esercizio 2017 sono cresciuti del 13,6 % (esercizio 2016: +8,9 %) a/a a 422 200, mentre gli abbonati TV sono cresciuti di +31,1 % (esercizio 2016: +21,7 %) a/a a 213 500. Questi aumenti significativi sono stati sostenuti dalla tariffa combinata «Sunrise ONE», dai recenti miglioramenti di Sunrise Smart TV, dal miglioramento dei contenuti sportivi televisivi (Sky, Teleclub) e dalle offerte promozionali dedicate.

Il forte miglioramento della qualità nel 2017 è valso a Sunrise diverse importanti acquisizioni di clienti commerciali, tra cui: Nestlé, Swiss International Air Lines, NISSAN, Belcolor e SIGG.

Ricavi da servizi in aumento per il terzo trimestre consecutivo

Nel 4T i ricavi da servizi sono aumentati di +0,9 % a/a (rettificati per le MTR), con una crescita della clientela che ha compensato la riduzione dei ricavi medi per utente (ARPU). Nell’esercizio 2017 i ricavi da servizi sono migliorati di +0,5 % a/a (rettificati per le MTR) rispetto al -4,0 % registrato nell’esercizio 2016. La crescita accelerata della clientela e la minor pressione dell’ARPU hanno determinato questo miglioramento.

Nel 4T i ricavi totali sono aumentati di +1,7 % a/a a 509 milioni di franchi svizzeri. Il taglio delle Mobile Termination Rates (MTR) in Svizzera di gennaio 2017 ha ridotto i ricavi di -13 milioni di franchi svizzeri, mentre l’impatto sull’utile lordo è rimasto trascurabile. I ricavi totali, incluse le rettifiche per le MTR, sono aumentati di +4,3 % nel 4T grazie ai ricavi dell’hardware. I ricavi totali dell’esercizio 2017 sono aumentati di +0,3 %, rettificati per le MTR a 1854 milioni di franchi svizzeri.

Raggiungimento della stabilizzazione dell’utile lordo

L’utile lordo del 4T è aumentato di +0,3 % a/a a 302 milioni di franchi svizzeri, determinando un utile lordo stabile nell’esercizio 2017 pari a 1193 milioni di franchi svizzeri. Questo rappresenta un ritorno alla stabilità dopo il calo di -4,1 % dell’esercizio 2016. Nel 4T l’EBITDA rettificato è diminuito di -7,0 % a 148 milioni di franchi svizzeri, trainato dall’aumento delle tasse per il servizio di rete dopo la dismissione delle antenne nell’agosto 2017. Escludendo tale impatto, il calo dell’EBITDA rettificato nel trimestre sarebbe risultato pari a -1,5 %, trainato principalmente dai maggiori costi commerciali, come indicato nei risultati del 3T. L’EBITDA rettificato dell’esercizio 2017 ha raggiunto una stabilizzazione organica dopo un calo di -2,5 % nell’anno precedente. L’utile netto del 4T si è dimezzato a/a a 23 milioni di franchi svizzeri, principalmente per via di un effetto di base nel 4T 2016, quando l’utile netto ha beneficiato di una riduzione di valore dell’investimento deducibile Ciò nonostante, l’utile netto dell’esercizio 2017 ha registrato un forte aumento a/a a 505 milioni di franchi svizzeri, dovuto in gran parte ai guadagni derivanti dalla dismissione delle antenne realizzati nel 3T.

Deleveraging sostanziale e aumento dei dividendi del 20 %

L’equity free cash flow (eFCF) è diminuito di -4,9 % a 219 milioni di franchi svizzeri in seguito all’aumento della capex. Quest’ultima ha incluso ad esempio investimenti per la crescita sia nel miglioramento dei negozi sia nella rete mobile, che ora ha un’eccellente copertura geografica 4G pari al 95 %. Gli investimenti hanno permesso a Sunrise di mantenere la sua leadership globale nella rete: Sunrise offre una delle migliori reti mobili del mondo, superando i migliori punteggi del test P3 in oltre 70 paesi. Il miglioramento della qualità ha accelerato la crescita della clientela e favorito la stabilizzazione dell’utile lordo. Il debito netto è fortemente migliorato, passando dai 1663 milioni di fine 2016 ai 1147 milioni di franchi svizzeri di fine 2017, supportato dalla generazione di liquidità e dal deleveraging dopo la dismissione delle antenne. Di conseguenza, il rapporto tra debito netto ed EBITDA rettificato si è ridotto notevolmente da 2,72x a fine 2016 a un pro forma di 1,97x a fine 2017. Il Consiglio di amministrazione proporrà all’Assemblea degli azionisti un dividendo di 4.00 franchi svizzeri per azione, il che si traduce in un aumento del 20 % a/a. Il dividendo sarà versato attingendo alle riserve del conferimento di capitale.

Sunrise ha stipulato accordi a lungo termine per l’accesso alla fibra ottica con SFN, IWB e SIG

Sunrise ha stipulato accordi ventennali con Swiss Fibre Net (SFN), Industrielle Werke Basel (IWB) e Services Industriels de Genève (SIG), che sostituiscono i precedenti accordi commerciali con le rispettive utility. Le tre utility menzionate forniscono infrastrutture di rete in fibra ottica a oltre il 17 % delle famiglie svizzere. I nuovi accordi danno a Sunrise l’accesso a un certo numero di linee in fibra ottica a nuove condizioni: Sunrise investirà all’incirca 56 milioni di franchi svizzeri nel 2018 e beneficerà di un ulteriore contributo annuo all’utile lordo limitato a una cifra. L’ambito di applicazione degli accordi relativi alla linea in fibra ottica può essere ampliato, in funzione di ulteriori investimenti iniziali e del contributo all’utile lordo. Oltre all’accesso alla fibra ottica presso le utility, Sunrise dispone di un esistente contratto di rete fissa con Swisscom. Il contratto è stato concluso nel 2014 (includendo 74 milioni di franchi svizzeri di investimenti iniziali) e scadrà alla fine del 2018. Sunrise intende rinnovare il contratto di accesso con Swisscom. Ulteriori informazioni sui contratti a lungo termine con le utility sono fornite nel comunicato stampa Sunrise separato pubblicato il 1° marzo 2018.

Previsioni per il 2018

Il fatturato e l’EBITDA rettificato dell’esercizio 2018 dovrebbero oscillare rispettivamente tra 1830-1870 milioni di franchi e 580-595 milioni di franchi. La previsione sull’EBITDA rettificato include costi incrementali pari a circa 20 milioni di franchi, relativi all’aumento delle tasse per il servizio di rete a/a, dopo la dismissione delle antenne nell’agosto 2017. Escludendo tali costi di servizio, la previsione sull’EBITDA rettificato rappresenta una crescita modesta. La capex dell’esercizio 2018 dovrebbe essere nell’ordine dei 283-323 milioni di franchi, comprendendo 56 milioni di franchi svizzeri di investimenti iniziali per l’accesso di rete fissa presso le utility (cfr. sopra). Se si escludono gli investimenti iniziali, la previsione per la capex è pari a 227-267 milioni di franchi. Ciò comprende un importo variabile di 47 milioni di franchi (esercizio 2017: 44 milioni di franchi svizzeri) relativo alla crescita della spesa dei clienti, che tiene conto della capitalizzazione di router e set-top box dovuta alla crescita di Internet e TV, nonché degli investimenti in progetti B2B e soluzioni di copertura indoor.

Conferma della politica dei dividendi: adeguamento a breve termine per difendere gli investitori dalla volatilità del cash flow

Sunrise conferma la politica dei dividendi a lungo termine che prevede di distribuire almeno il 65 % dell’equity free cash flow, mirando all’85 % se il debito netto/EBITDA rettificato sarà inferiore a 2,0x. Sunrise punta a una progressione annuale dei dividendi del 4-6 % nel 2018-2020. Questa specifica sulla previsione è stata introdotta per difendere gli investitori dalla volatilità dei flussi di cassa a breve termine dovuta all’accesso alla rete fissa e ai pagamenti dello spettro. Se le previsioni per l’esercizio 2018 saranno soddisfatte, Sunrise prevede di proporre per l’esercizio 2018 un dividendo compreso tra 4.15-4.25 franchi svizzeri per azione, da versare attingendo alle riserve del conferimento di capitale nell’esercizio 2018.

 

Print Friendly, PDF & Email

Ti potrebbe interessare anche...

Commenta la notizia nel Forum di Mondo3