Sunrise annuncia il miglioramento della struttura delle transazioni per l’acquisizione di UPC Svizzera

di Enrico Net

L’operazione crea il principale sfidante nazionale completamente integrato, con vantaggi significativi per i consumatori e le imprese svizzere.

Dopo lunghe discussioni con i suoi azionisti, Sunrise è lieta di annunciare una struttura di transazione rafforzata per l’acquisizione dell’operatore svizzero di reti via cavo UPC Svizzera, una società interamente controllata da Liberty Global, che prevede un’emissione di diritti ridotti per finanziare la transazione:

1. L’entità dell’emissione di diritti d’opzione si è notevolmente ridotta a CHF 1,3 miliardi attestandosi a CHF 2,8 miliardi (proventi lordi attesi).

2. Accrezione migliorata dell’eFCF, con un’accrezione eFCF/azioni sostanzialmente raddoppiata a causa della revisione delle condizioni di transazione (anno 1 prima dei costi di integrazione e includendo le sinergie di run-rate).

3. Sunrise si impegna a mantenere una struttura patrimoniale prudente con un chiaro percorso di riduzione della leva finanziaria e a mantenere l’attuale politica dei dividendi progressiva. In occasione dell’Assemblea generale annuale 2020 («AGM»), il Consiglio di amministrazione proporrà:

un aumento del dividendo assoluto nell’intervallo di CHF 350 a 370 milioni per l’esercizio 2019 sulla base del maggior numero previsto di azioni dopo l’emissione, con un dividendo per azione («DPS») del 4 fino a 6 % che indica una crescita annuale successiva.
un’opzione cash-or-title («COTO»), in base alla quale agli azionisti sarà data la possibilità di scegliere se ricevere il DPS per l’esercizio 2019 in contanti, in azioni Sunrise di nuova emissione o in una combinazione di questi elementi. Attraverso l’opzione COTO, gli azionisti possono evitare il riciclaggio dei proventi dell’aumento di capitale del DPS per l’esercizio 2019 e partecipare alla crescita futura di Sunrise a condizioni favorevoli, mentre Sunrise accelera il suo profilo di deleveraging.
Previa approvazione annuale da parte degli azionisti in occasione dell’Assemblea generale, Sunrise prenderà in considerazione l’applicazione della COTO nei prossimi anni.

4. A seguito della riduzione dell’entità dell’emissione di diritti, il leverage di Sunrise aumenterà di circa 3,6 x giugno 19 debito netto/EBITDA LTM comprese le sinergie dei costi di gestione o 4,2 x leverage riportato, escluse le sinergie (escluso l’impatto dell’IFRS 16)2

Includendo il beneficio di deleveraging dell’opzione COTO, il leverage 4,2 x riportato è equivalente a 4,0 x (supponendo che il cinquanta percento degli azionisti scelga di prendere il DPS dell’esercizio 2019 in azioni Sunrise).
Sunrise ha un chiaro percorso di deleveraging, supportato dalle sinergie di mercato chiaramente identificate e dalla forte generazione di cassa del business combinato. Sunrise si aspetta un leverage segnalato inferiore a 3 x dopo aver raggiunto le sinergie di run-rate e punta a un leverage inferiore a 2,5 x da allora in poi.

5. Sunrise accoglie con favore la decisione della Commissione della concorrenza svizzera («COMCO») del 26 settembre 2019 di approvare l’operazione senza imporre condizioni o clausole.

6. L’Assemblea generale straordinaria (EGM) si terrà il 23 ottobre 2019 al fine di ottenere l’approvazione dell’aumento di capitale ordinario necessario per l’offerta di diritti di CHF 2,8 miliardi. Per ulteriori dettagli si prega di consultare le informazioni odierne per gli investitori e l’invito all’EGM pubblicato sul sito web di Sunrise.

Olaf Swantee, CEO di Sunrise ha dichiarato: «Dall’annuncio dell’operazione, abbiamo incontrato più di duecento investitori e abbiamo ricevuto un forte sostegno sulla logica strategica e industriale dell’acquisizione. Gli odierni miglioramenti ai termini inizialmente proposti riflettono il feedback dei nostri azionisti. Dopo aver ricevuto l’approvazione della COMCO la scorsa settimana, siamo ora ansiosi di procedere rapidamente verso il completamento dell’operazione e di creare per i nostri azionisti un leader svizzero delle telecomunicazioni più forte e più valido, totalmente convergente

Peter Kurer, Presidente del Consiglio di amministrazione di Sunrise ha aggiunto: «Il Consiglio di Amministrazione è lieto di annunciare queste migliori condizioni di transazione che sono il risultato di un impegno costruttivo con i nostri azionisti. Siamo fiduciosi che l’annuncio di oggi consentirà di concludere con successo l’acquisizione di UPC Svizzera, che riteniamo creerà una Sunrise più forte e più valida per tutti i nostri azionisti, beneficiando dell’avvincente logica strategica e finanziaria derivante dalla congiunzione. Abbiamo piena fiducia nella capacità del management di integrare con successo UPC Svizzera e realizzare le importanti sinergie attese dalla combinazione per tutti gli stakeholder di Sunrise

Approvazione COMCO – Sunrise accoglie con favore la decisione della COMCO del 26 settembre 2019 di approvare l’operazione senza imporre condizioni o clausole.

Finanziamento: Sunrise intende finanziare l’enterprise value di CHF 6,3 miliardi attraverso una combinazione di nuovi capitali propri raccolti e l’assunzione delle senior notes e delle linee di credito senior secured in essere del gruppo target. Come annunciato il 27 febbraio 2019, Sunrise assumerà tutte le senior notes e le linee di credito senior secured del gruppo target (relative alle senior secured notes emesse da UPCB Finance IV Limited e UPCB Finance VII Limited) con un capitale complessivo di circa CHF 3,6 miliardi con un pagamento residuo in contanti da Sunrise a Liberty Global di circa CHF 2,7 miliardi (soggetto a un consueto meccanismo di aggiustamento della chiusura).

Sunrise intende raccogliere proventi lordi non superiori a CHF 2,8 miliardi nell’aumento di capitale effettuato attraverso un’emissione di diritti d’opzione interamente sottoscritta, previa delibera dell’EGM e le condizioni commerciali abituali, da un consorzio bancario guidato da Deutsche Bank e da UBS in qualità di Joint Global Coordinators e Joint Bookrunners e Morgan Stanley in qualita di Joint Bookrunner. Il sindacato comprenderà anche Credit Suisse e Goldman Sachs International in qualità di Joint Bookrunners. Il ricavato dell’emissione di diritti d’opzione sarà utilizzato per finanziare il pagamento in contanti a Liberty Global di circa CHF 2,7 miliardi e per pagare parte dei costi di transazione stimati di circa CHF 0,2 miliardi. Non appena ragionevolmente possibile al termine dell’operazione o dopo il completamento della stessa, Sunrise intende inoltre rimborsare integralmente i suoi CHF 200 milioni 1,5 % di senior secured notes scaduti nel 2024 con i proventi netti derivanti dall’aumento di CHF 300 milioni dell’attuale linea di credito a termine di CHF 1,4 miliardi.

Print Friendly, PDF & Email

Ti potrebbe interessare anche...

Commenta la notizia nel Forum di Mondo3