Un solido inizio d’anno per Sunrise: EBITDA rettificato del primo trimestre in aumento del +5,9%

di Fabrizio Castagnotto

Slancio di crescita consistente della clientela Mobile Postpaid (+9% YoY), Internet (+7%) e TV (+15%).
I ricavi dai servizi sono aumentati del +3,6%, grazie allo slancio di crescita dei clienti e al B2B, mentre i ricavi totali sono aumentati del +2,8%

Crescita dell’utile lordo del +3,4%; EBITDA rettificato in aumento del +5,9%, sostenuto da un programma di investimenti nella crescita e da un programma di efficienza.

Confermata la guida dell’EBITDA rettificato per il 2020 supportato da un forte Q1 e dal contenimento dei costi.

Ricavi (CHF milioni)

1° trimestre ‘19

1° trimestre ‘20

YoY

Servizi Mobile

302

306

1,4%

Servizi di rete fissa

71

71

0,5%

Internet rete fissa

74

82

10,6%

Ricavi totali

447

459

2,8%

Ricavi dei servizi (totale escl. hubbing e hardware)

371

384

3,6%

Utile lordo

305

316

3,4%

EBITDA

175

162

(7,0%)

EBITDA rettificato

158

168

5,9%

Utile netto

35

22

(37,2%)

Flusso di cassa disponibile per gli azionisti

33

73

123,7%

Clienti (in migliaia)
Mobile Postpaid

1772

1925

8,7%

Mobile Prepaid

597

532

(10,9%)

Voce rete fissa

481

509

5,8%

Internet

472

507

7,4%

TV

252

291

15,2%

André Krause, CEO di Sunrise, ha dichiarato: «Sunrise ha dimostrato la sua affidabilità anche durante il COVID-19, garantendo un’assistenza clienti illimitata, eliminando i limiti di dati/velocità, estendendo i termini di pagamento per le PMI e offrendo una rete eccezionale in grado di gestire un traffico dati maggiore e la possibilità di operare in telelavoro su larga scala. Oltre ai solidi risultati del primo trimestre, ciò conferma la nostra attenzione strategica alla qualità attraverso i nostri servizi, prodotti e reti.»

Forte crescita della clientela Postpaid, Internet e TV
Continua l’aumento del numero di utenti, con Sunrise che raggiunge 33 900 acquisizioni nette nel Postpaid nel primo trimestre 2020. Questa forte performance è stata supportata dall’acquisto dei clienti B2B (compresi «Alcon Pharmaceuticals Ltd.» e «CSL Behring» nel primo trimestre) e dalla volontà di fare «l’extra mile» per i nostri clienti. Su base annua (YoY), Sunrise ha allargato la sua fascia di clienti Mobile Postpaid del +8,7%. La base di clienti Mobile Prepaid è diminuita YoY, in quanto i clienti hanno continuato a migrare a tariffe Postpaid. Gli utenti Internet e TV sono aumentati rispettivamente del +7,4% YoY e del +15,2% YoY. Questi aumenti sostanziali sono stati supportati da pacchetti offerta 2-4P, contenuti TV interessanti (inclusi Netflix, Sky Sports e Sky Show), da un’attenzione all’eccellenza del servizio, un nuovo prodotto OTT TV e promozioni dedicate.

Crescita del fatturato del servizio, supportata dallo slancio di crescita dei clienti e B2B
Nel primo trimestre i ricavi da servizi sono aumentati del +3,6% YoY, a seguito di un aumento del fatturato Mobile Postpaid, Internet /TV e B2B. Si osserva un ritardo rispetto alla crescita del quarto trimestre ‘19 (+4,3% YoY), dovuto principalmente a un rallentamento dai prodotti ‘Integrazione’ determinato dai progetti. I ricavi totali del primo trimestre sono aumentati del +2,8% YoY a CHF 459 milioni, sostenuto da ricavi dei servizi e da una stabilità delle vendite di hardware e hubbing.

I primi impatti della pandemia globale COVID-19 sono stati visibili a marzo. I ricavi del roaming nella seconda metà di marzo sono peggiorati e sono stati compensati da un volume iniziale di chiamate internazionali e nazionali elevato. In aprile il roaming ha continuato ad essere su livelli molto bassi, mentre il volume delle chiamate nazionali e internazionali è rimasto elevato, ma a livelli inferiori rispetto a marzo.

Aumento dell’EBITDA rettificato sostenuto dai ricavi dai servizi e dal programma di efficienza
L’utile lordo del primo trimestre è aumentato del +3,4% a CHF 316 milioni La crescita è stata trainata dai ricavi dei servizi, mentre il margine lordo dei servizi è rimasto pressoché stabile. L’EBITDA rettificato del primo trimestre è aumentato del +5,9% e ha superato la crescita dell’utile lordo, sostenuto dal programma di efficienza. L’utile netto è sceso da CHF 35 milioni nel 2019 a CHF 22 milioni. Ciò è da ricondurre ad un effetto nell’anno scorso di guadagno derivante dalle cessioni delle torri.

Come previsto, è stato osservato un aumento dell’eFCF e della leva finanziaria
L’equity free cash flow (eFCF) del primo trimestre è più che raddoppiato, passando da CHF 33 milioni a CHF 73 milioni. Ciò è legato principalmente ai pagamenti anticipati dello scorso anno per l’accesso alla rete fissa e a una differente stagionalità in termini di pagamento delle tasse. Al termine del primo trimestre, il rapporto tra indebitamento netto e EBITDA rettificato si attesta al 2,3x. Ciò rappresenta un aumento rispetto al 2,2x del primo trimestre dello scorso anno, trainato principalmente dallo spettro 5G e dalla rinuncia all’acquisizione di UPC Svizzera.

Implementazione della rete in corso
Nel 2020 l’introduzione del 5G da parte di Sunrise è proseguita, con una copertura su 535 città e paesi nelle bande a 3,5 GHz all’inizio di maggio e una copertura 5G mirata del 90% della popolazione nelle bande inferiori (700 MHz) fino al terzo trimestre. André Krause, CEO di Sunrise, ha dichiarato: «Nell’ambito 5G, il nostro processo di lancio accelerato colloca la Svizzera come leader europeo in termini di copertura. Tuttavia, con la sua recente decisione di lasciare invariati i valori limite per le radiazioni non ionizzanti e il ritardo delle direttive di esecuzione per la gestione delle antenne adattive, il Consiglio federale continua a mettere in discussione l’introduzione del 5G. Ciò non fa che peggiorare la qualità delle reti svizzere e metterà a repentaglio la digitalizzazione. La Svizzera è già stata lasciata indietro per quanto riguarda i collegamenti in fibra ottica

Confermata la guida per il FY’20 dell’EBITDA rettificato, mentre la guida dei ricavi è leggermente diminuita
La guida dei ricavi è stata modificata a ragione dell’incertezza legata dalla pandemia globale del COVID-19: per il FY’20 è previsto un fatturato di CHF 1840-1880 milioni (in precedenza CHF 1875-1915 milioni). L’EBITDA rettificato viene confermato a CHF 675-690 milioni, supportato da un forte Q1 e dal contenimento dei costi. La guida si basa su un previsto graduale recupero degli impatti di COVID-19, a seguito dell’annunciato allentamento delle misure di Lockdown, compreso un allentamento delle restrizioni sui viaggi internazionali. Il contenimento di Opex dovrebbe compensare in larga misura il calo del utile lordo dovuto ai minori introiti del roaming e dell’hardware. Nel caso in cui le ipotesi di una graduale ripresa fossero troppo ottimistiche, Sunrise si aspetterebbe un rischio di roaming incrementale di CHF 5-10 milioni per la guida dell’EBITDA rettificato. FY’20 Capex è ribadito nel range di CHF 410-450 milioni. In base alla guida per l’esercizio 2020, Sunrise prevede di proporre un dividendo dell’ordine di CHF 4.55-4.65 per azione per l’esercizio 2020, da versare dalle riserve di capitale estero nell’esercizio 2021.

 

 

Print Friendly, PDF & Email

Ti potrebbe interessare anche...

Commenta la notizia nel Forum di Mondo3