Fatturato che sale, boom delle offerte combinate e Infinity di Swisscom

di Valerio Longhi

Swisscom«L’andamento degli affari dei primi nove mesi è molto soddisfacente. Malgrado la forte pressione sui prezzi, è proseguita la crescita del fatturato e del risultato d’esercizio», precisa il CEO Urs Schaeppi.

«In Svizzera abbiamo già raggiunto quota 2 milioni per i clienti titolari di un abbonamento Natel infinity, in Italia lo stesso numero nel segmento della banda larga».

Controbilanciata dalla crescita la forte erosione dei prezzi nell’attività principale in Svizzera Nei primi nove mesi del 2014, il fatturato netto di Swisscom è salito di 166 milioni di CHF (+2,0%) a 8’629 milioni di CHF rispetto all’anno precedente. Senza tenere conto delle acquisizioni di aziende, sulla base di valute costanti ed escluso il settore hubbing di Fastweb (fatturati conseguiti nel comparto wholesale di servizi d’interconnessione), il fatturato ha registrato un incremento di 127 milioni di CHF (+1,5%), di cui 83 milioni di CHF provenienti dall’attività in Svizzera. L’erosione dei prezzi nell’attività principale in Svizzera di 280 milioni di CHF (di cui 125 milioni di CHF in seguito alla riduzione delle tariffe di roaming) è stata più che compensata dall’incremento del numero di clienti e dei quantitativi per un importo di 363 milioni di CHF.

L’EBITDA è aumentato di 124 milioni di CHF a 3’372 milioni di CHF (+3,8%). Depurata, la crescita è stata di 60 milioni di CHF (+1,9%). L’utile netto è salito di 76 milioni di CHF a 1’349 milioni di CHF (+6,0%), soprattutto come conseguenza dell’incremento del risultato d’esercizio.

L’organico del Gruppo è aumentato complessivamente di 881 posti a tempo pieno (+4,4%) raggiungendo quota 21’075. Senza tener conto delle acquisizioni di aziende, il numero di posti a tempo pieno è salito di 154 unità (+0,8%), soprattutto in seguito all’assunzione di collaboratori finora esterni e al potenziamento del servizio alla clientela. L’aumento di 771 posti a tempo pieno a 18’220 (+4,4%) occupati dai collaboratori in Svizzera, è riconducibile principalmente all’acquisizione di PubliGroupe SA nel settembre 2014.

Gli investimenti a livello di Gruppo sono progrediti di 127 milioni di CHF (+7,9%) attestandosi complessivamente a 1’727milioni di CHF. In Svizzera sono aumentati di 117 milioni di CHF (+10,5%) a 1’232 milioni di CHF e sono stati compiuti soprattutto nell’infrastruttura a banda larga. Per quanto concerne la rete fissa, alla fine di settembre si contavano 1,1 milioni di abitazioni e locali commerciali dotati della banda ultralarga, che ora possono beneficiare di larghezze di banda elevate fino a 1 GBit/s.

Boom nelle offerte combinate e infinity Prosegue la tendenza a optare per offerte combinate e nuovi modelli tariffari come le tariffe forfettarie. In settembre Swisscom ha integrato in tutte le offerte combinate il prodotto TV 2.0 lanciato nella primavera 2014. Alla fine di settembre, 1,154 milioni di clienti usufruivano di un’offerta combinata. Ciò equivale a una crescita del 23% in confronto all’anno precedente. Il fatturato generato dai contratti per offerte combinate è aumentato del 24,4% a 1’405 milioni di CHF, trainato principalmente dal settore televisivo e da quello della telefonia mobile. Il numero delle unità generatrici di fatturato (RGU) è aumentato nell’arco di un anno di 332’000 ovvero del 2,8% a 12,3 milioni.

I nuovi abbonamenti di comunicazione mobile Natel infinity lanciati nel giugno 2012, con i quali i clienti possono telefonare verso tutte le reti svizzere, inviare SMS e navigare in internet senza limiti, continuano a denotare un forte incremento. A fine settembre 2014, 2,0 milioni di clienti fruivano delle offerte Natel infinity, pari a circa il 61% di tutti gli abbonati (esclusi i clienti commerciali). Rispetto all’anno scorso, il numero di collegamenti di telefonia mobile è progredito di 153’000 (+2,4%) a 6,5 milioni. La tendenza a passare da offerte Prepaid ad abbonamenti prosegue: l’effettivo dei clienti Postpaid è aumentato di 161’000 unità (singoli prodotti e offerte combinate), mentre quello dei clienti Prepaid è diminuito di 8’000 unità.

Swisscom TV 2.0, un motore di crescita – aumento dei collegamenti a banda larga Anche la crescita nel comparto della rete fissa è inarrestabile: il numero di collegamenti Swisscom TV è salito di 34’000 unità a 1,13 milioni nel terzo trimestre. Su base annuale, l’incremento è di 182’000 unità (+19,3%). Lanciato all’inizio dell’aprile 2014, il servizio Swisscom TV 2.0 offre funzioni ampliate e a fine settembre contava già 152’000 clienti, la maggior parte dei quali usufruiva in precedenza di un’offerta di Swisscom e ha optato per un’offerta combinata di livello superiore. La funzione di registrazione basata sul cloud consente di registrare contemporaneamente un numero illimitato di trasmissioni e di richiamarle tramite diversi apparecchi; inoltre, la funzione Replay è stata estesa da 30 ore a sette giorni. Il numero di collegamenti di rete fissa a banda larga è salito di 17’000 unità a 1,87 milioni nel terzo trimestre. Su base annuale, l’incremento è di 91’000 unità (+5,1%).

Fastweb: aumento del fatturato e dell’EBITDA – ben 2 milioni di clienti nella banda larga

 Prevista crescita del fatturato e del risultato d’esercizio per il 2014 Per il 2014 Swisscom continua a prevedere una moderata crescita del fatturato a 11,5 miliardi di CHF, un EBITDA di oltre 4,4 miliardi di CHF e investimenti di circa 2,4 miliardi di CHF. Swisscom ha rilevato PubliGroupe SA nel settembre 2014. Le previsioni per il 2014 tengono già conto del fatturato supplementare di circa 30 milioni di CHF derivante da questa acquisizione. L’impatto sulle altre cifre chiave relative all’anno in corso è minimo. Presupposto il raggiungimento degli obiettivi, Swisscom intende proporre all’Assemblea generale 2015 un dividendo di CHF 22 per azione anche per l’esercizio 2014.

Print Friendly, PDF & Email

Ti potrebbe interessare anche...

Commenta la notizia nel Forum di Mondo3