Buona performance di mercato: aumenta la velocità nella rete Swisscom

di Fabrizio Castagnotto

Previsioni per il 2020: fatturato netto di circa 11,1 miliardi di CHF, EBITDA attorno ai 4,3 miliardi di CHF e investimenti per circa 2,3 miliardi di CHF.

«Swisscom ha raggiunto i suoi obiettivi e presenta ancora una volta un solido risultato in un contesto di mercato difficile», così il CEO Urs Schaeppi commenta il risultato dell’esercizio 2019. «Abbiamo avuto successo con nuovi prodotti: 1,15 milioni di clienti hanno scelto la nuova offerta di comunicazione mobile inOne mobile, lanciata ad aprile, che propone il roaming illimitato in Europa. Il nuovo Swisscom Box offre poi un’esperienza televisiva di livello superiore, perché grazie all’assistente vocale integrato è possibile gestire non soltanto il televisore ma anche i dispositivi Smart Home. I nostri investimenti nella rete sono paganti, lo provano i piazzamenti in testa alle classifiche di tutti i test delle reti per noi importanti. Inoltre, a fine 2019 il 90% della popolazione svizzera poteva beneficiare di una versione base del 5G.
Tuttavia, per sfruttare al massimo il potenziale del 5G è indispensabile realizzare nuovi siti di antenna o ristrutturare gli impianti esistenti. La rete è e rimane il pilastro principale del nostro successo, per questo entro la fine del 2025 vogliamo raddoppiare rispetto al 2019 la copertura in fibra ottica (FTTH) fino alle abitazioni e attività commerciali, puntando maggiormente sulla convergenza delle nostre tecnologie di rete. Anche nel 2020 le sfide principali resteranno la saturazione del mercato, l’intensa concorrenza e la forte pressione sui prezzi. Intendiamo affrontare le sfide con prodotti interessanti e convincere con la qualità delle nostre reti e un servizio alla clientela eccellente. Parallelamente proseguiamo la trasformazione della nostra azienda e perseguiamo sistematicamente gli obiettivi in materia di costi che ci siamo prefissati. Fastweb consegue successi e cresce in termini di clienti, fatturato e risultato di esercizio

Cifre aziendali solide, leggera flessione nel core business svizzero, crescita per Fastweb

Il fatturato del Gruppo è diminuito come previsto del 2,2% attestandosi a 11’453 milioni di CHF. In un core business svizzero saturo, Swisscom ha generato un fatturato di 8563 milioni di CHF (-2,8%). La flessione del fatturato realizzato con i servizi di telecomunicazione, pari a 290 milioni di CHF, è dovuta principalmente alla persistente pressione a livello di concorrenza e prezzi in diversi segmenti e al calo della telefonia di rete fissa. L’attività in Italia continua a registrare un andamento positivo: Fastweb vanta una crescita del fatturato pari a 114 milioni di euro (+5,4%).

Il risultato di esercizio consolidato al lordo di ammortamenti (EBITDA), pari a 4358 milioni di CHF, supera del 3,4% quello dell’anno precedente. Nel confronto con l’esercizio passato, l’EBITDA riportato è influenzato positivamente da nuove disposizioni riguardanti la contabilizzazione dei contratti di leasing (IFRS 16). Tuttavia, il risultato risente di un accantonamento per riduzione di posti di lavoro dell’ammontare di 56 milioni di CHF. Su base adeguata e con cambio valutario costante, l’EBITDA è rimasto stabile (+0,1%). Nel core business svizzero, l’EBITDA su base adeguata si è ridotto dello 0,6%, mentre in Fastweb è aumentato del 5,2% (in euro). Nel complesso, con 1669 milioni di CHF Swisscom ha ottenuto un solido utile netto, che in ragione di effetti unici riguardanti gli oneri fiscali supera quello dell’esercizio precedente (9,7%).

Il calo registrato nel core business è stato in gran parte compensato grazie alle correnti misure di riduzione dei costi. Nel 2019 Swisscom ha superato l’obiettivo che prevede di ridurre ogni anno, fino al 2020, la base di costi in Svizzera di 100 milioni di CHF. Nell’anno in rassegna, il numero dei posti a tempo pieno nel Gruppo è sceso a 19’317. A fine 2019 Swisscom contava 16’628 posti a tempo pieno in Svizzera, pari al 3,0% in meno rispetto all’anno precedente.

Infrastruttura di rete: pronti per il nuovo decennio

Da anni Swisscom investe molto nella leadership tecnologica. E con successo: nel 2018 e nel 2019 Swisscom si è posizionata in testa alla classifica in tutti i test sulle reti importanti per l’azienda, tra cui quello della rivista CHIP e il test di velocità di Ookla; inoltre, per la decima volta ha vinto il test delle reti mobili di connect. L’ampliamento della rete fissa procede secondo la tabella di marcia in tutti i comuni svizzeri. Gli investimenti a livello del Gruppo permangono elevati: corrispondono a circa un quinto del fatturato (21,3%) e nel 2019 sono ammontati a 2438 milioni di CHF (+1,4%). Di questo importo, 1770 milioni di CHF riguardano la Svizzera (+7,6%) e includono spese per 196 milioni di CHF destinati all’acquisto all’asta, nel primo trimestre, delle frequenze di comunicazione mobile sulla rete 5G in Svizzera.

Potenziamento della banda larga in programma
A fine 2019, le abitazioni e le superfici commerciali allacciate alla banda ultralarga (oltre 80 Mbit/s) Swisscom erano circa 3,9 milioni, ovvero il 74%. Di questi, circa 2,5 milioni (47%) beneficiano di velocità superiori a 200 Mbit/s e il 30% del potenziamento con FTTH. Entro la fine del 2021 Swisscom intende dotare tutti i comuni svizzeri della banda ultralarga, consentendo così l’accesso a questa tecnologia anche alle località discoste.

Nuovo obiettivo di potenziamento per il 2025: la migliore rete della Svizzera
Swisscom si è anche posta nuovi obiettivi di potenziamento nell’intento di offrire a tutti i clienti, ovunque e in qualsiasi momento, la migliore rete della Svizzera. Entro fine 2025 prevede di raddoppiare rispetto al 2019 la copertura in fibra ottica (FTTH) fino alle abitazioni e attività commerciali.

Inoltre, Swisscom si prefigge di aumentare la convergenza delle sue tecnologie di rete per far sì che la rete di comunicazione mobile e la rete a banda larga interagiscano in modo intelligente e ciascun cliente benefici della prestazione giusta per le proprie esigenze, sia a casa che in viaggio.

Previsioni per il 2020: EBITDA di circa 4,3 miliardi di CHF

Per il 2020 Swisscom prevede un fatturato netto di circa 11,1 miliardi di CHF, un EBITDA attorno ai 4,3 miliardi di CHF e investimenti per circa 2,3 miliardi di CHF. In caso di raggiungimento degli obiettivi, Swisscom intende proporre all’Assemblea generale del 2021 un dividendo interessante e invariato per l’esercizio 2020, pari a CHF 22 per azione.

L’intero settore sta mutando radicalmente in seguito alla digitalizzazione. Al tempo stesso Swisscom si trova a dover affrontare l’intensa concorrenza di aziende globali basate su internet con esigui costi a carico. Come già annunciato, anche nel 2020 Swisscom si prefigge di ridurre la base di costi di 100 milioni di CHF, come negli anni precedenti.
Swisscom
prevede una riduzione dei costi annua di 100 milioni di CHF anche per il 2021 e il 2022. L’azienda continuerà a realizzare i risparmi principalmente attraverso una semplificazione dei processi di lavoro, l’impiego di sistemi più vantaggiosi in termini di costi e una riduzione dei posti offerti. Verranno per contro creati nuovi posti di lavoro in settori in crescita come ad esempio Cloud e Security.

Nel complesso, per il 2020 Swisscom prevede un’offerta leggermente in calo di posti di lavoro in Svizzera, in funzione dell’andamento del mercato. Come sinora, e mediante un’attenta pianificazione, Swisscom intende assorbire il più possibile un calo degli effettivi attraverso la fluttuazione naturale e i pensionamenti o trovare soluzioni alternative, come sinora.
Swisscom, syndicom e transfair hanno concordato per il 2020 l’introduzione di un modello di lavoro a tempo parziale legato all’età, grazie al quale i collaboratori che hanno superato il 58° anno d’età hanno la possibilità, se lo desiderano, di ridurre gradualmente il grado di occupazione nell’arco di due anni. Swisscom si fa carico di una quota finanziaria per compensare la riduzione della rendita della cassa pensioni e concede una garanzia di occupazione di due anni. Swisscom e i partner sociali considerano questa prova pilota un’opportunità per compensare una diminuzione dei posti di lavoro in determinati settori. Inoltre Swisscom rivolge particolare attenzione alla formazione e allo sviluppo continuo dei collaboratori. L’obiettivo consiste nel preservare e rafforzare l’occupabilità dei collaboratori Swisscom. Inoltre, come in passato, Swisscom è fortemente impegnata nella formazione di apprendisti e nel 2020 mette a disposizione circa 900 posti di tirocinio.

All’Assemblea generale del 6 aprile 2020 sarà proposto il versamento di un dividendo invariato di CHF 22 per azione per l’esercizio 2019. In occasione dell’Assemblea generale scade il mandato di un anno di tutti i membri del Consiglio di amministrazione. Il Presidente e i membri del Consiglio di amministrazione si candidano per la rielezione.

Print Friendly, PDF & Email

Ti potrebbe interessare anche...

Commenta la notizia nel Forum di Mondo3