LTE Advanced

4G+ di TIM, il lavoro di Huawei dietro al lancio commerciale della nuova rete verso il 5G

di Redazione

LTE AdvancedHuawei, azienda leader nelle soluzioni di Information e Communication Technology, si conferma partner tecnologico di riferimento per gli operatori italiani supportando il lancio commerciale del 4G+ da parte di TIM, disponibile ora in diverse città italiane.
Questo importante risultato fa seguito ad una serie di dimostrazioni con terminali prototipali realizzate nei laboratori di ricerca TI Lab a partire dal 2013, e ad un successivo evento pubblico con terminali pre-commerciali effettuata a Torino in luglio.

Dopo le prime sperimentazioni ‘live’ della tecnologia LTE Advanced sulla rete 4G di TIM, è finalmente disponibile sul territorio nazionale, a partire dai maggiori centri urbani, una connessione mobile che permette una velocità reale di trasmissione dati fino a 180 Mbps in download, circa il doppio rispetto a quella massima finora disponibile sulle reti mobili italiane, e che presto raggiungerà valori superiori a 200 Mbps. Questa importante evoluzione è resa possibile grazie all’aggregazione di due canali LTE tra due bande differenti (in questo caso 800 o 1800 MHz e 2600MHz) e un successivo stadio sarà determinato dall’aumento dei canali aggregati.
Huawei, nei suoi laboratori e in alcune reti sperimentali, ha infatti già dimostrato le ulteriori evoluzioni della soluzione Carrier Aggregation che prevedono l’aggregazione di quattro bande, raggiungendo picchi di velocità superiori a 500 Mbps. Huawei si è aggiudicata più di 300 contratti LTE, ha supportato gli operatori nello sviluppo di oltre 140 reti commerciali LTE in tutto il mondo, e copre con la sua tecnologia LTE più di 100 capitali e i principali distretti finanziari del mondo, tra cui Londra, Hong Kong, Singapore, Zurigo, Seul, Tokyo, Ginevra e Toronto.
La tecnologia LTE Advanced migliora in modo significativo la velocità e la capacità dell’LTE, rendendo particolarmente fluida e stabile la navigazione in Internet e fruibili servizi e contenuti multimediali ad alta definizione con una qualità delle immagini fino a 4K.
Dopo aver contribuito insieme a Telecom Italia al lancio della tecnologia 4G+, Huawei sta già investigando le possibili soluzioni relative alla tecnologia 5G la cui diffusione è prevista nel 2020. In occasione del Mobile World Congress di Barcellona 2014, Huawei aveva inoltre già annunciato il raggiungimento nei propri centri di ricerca di una velocità di downlink di 115 Gbps. In prospettiva, le reti 5G potranno supportare latenze di pochi millisecondi, velocità per utente di decine di Gigabit e miliardi di connessioni verso dispositivi mobili.
In aggiunta alle infrastrutture di rete, che permettono agli operatori di offrire connessioni così all’avanguardia, Huawei fornisce anche dispositivi in grado di supportarle. Presso le principali insegne del mercato retail è infatti disponibile il nuovo smartphone Huawei Ascend Mate7 che, dotato di connettività LTE Cat6 con velocità di download fino a 300 Mbps, permette di scaricare filmati HD in meno di 30 secondi. Il nuovo smartphone Huawei con display FHD da 6 pollici è inoltre dotato di processore octa-core da 1.7 GHz, fotocamera posteriore da 13MP e anteriore da 5MP e batteria da 4100 mAh per oltre due giorni di utilizzo consecutivo.
Print Friendly, PDF & Email

Ti potrebbe interessare anche...

Commenta la notizia nel Forum di Mondo3