TIM potenzia la rete mobile negli ospedali per l’emergenza Covid-19

di Valerio Longhi

Installata presso il Presidio Ospedaliero Duilio Casula di Monserrato (CA) una struttura carrata di telefonia mobile per soddisfare le esigenze di maggiore connettività.

Nei prossimi giorni saranno attivati mezzi mobili anche in strutture ospedaliere a Sassari e ad Olbia. Già attivato invece il sito provvisorio presso il Presidio Ospedaliero S. Maurizio di Bolzano.

Da sempre sensibile alle esigenze di pubblica utilità e nell’ottica di potenziare le comunicazioni per l’emergenza Covid-19, TIM sta ampliando la capacità trasmissiva della propria rete mobile presso alcune strutture ospedaliere dell’isola attraverso l’installazione di antenne collacate su speciali mezzi carrati.

Dal 1° aprile, in accordo con la Protezione Civile Regionale, la Regione Sardegna e la Prefettura di Cagliari, è attivo nel Comune di Monserrato (CA), presso il Presidio Ospedaliero Duilio Casula – Azienda Ospedaliero-Universitaria di Cagliari, un mezzo mobile che consente di soddisfare le conseguenti richieste di maggiore connettività, attraverso un collegamento in ponte radio con la centrale telefonica locale.

Nei prossimi giorni verranno attivati analoghi mezzi mobili presso l’Ospedale Civile S.S. Annunziata dell’Azienda Ospedaliero-Universitaria di Sassari ed il Mater Olbia Hospital, nato dalla partnership fra la Qatar Foundation e la Fondazione Policlinico Universitario Agostino Gemelli IRCCS di Roma.

Normalmente usato per situazioni di emergenza o eventi con grande affluenza di pubblico, il mezzo – chiamato nel gergo tecnico “carrato mobile” – consente di ampliare in maniera significativa le potenzialità della copertura mobile in un’area specifica e in maniera temporanea, per consentire un miglior accesso con i device mobili  alla connessione ad internet , alla trasmissione dei dati ed alla comunicazione in fonia .

La presenza dell’antenna mobile permette inoltre alle forze dell’ordine ed agli addetti alla sanità e alla sicurezza (dai medici e i sanitari alla Protezione Civile) una comunicazione più efficace in ogni momento della giornata, per coordinare al meglio il presidio, garantendo in questo modo la sicurezza e gli interventi relativi all’attuale fase di emergenza.

Inoltre, nel fine settimana, TIM ha ampliato la capacità trasmissiva della propria rete mobile anche presso il Presidio Ospedaliero S. Maurizio di Bolzano attivando un’antenna trasportabile che consente di soddisfare le richieste di maggiore connettività.

Si tratta di un mezzo carrato, dotato di palo autoportante ed apparati radianti di tecnologia LTE e UMTS, collegato attraverso un ponte radio alla centrale telefonica locale, in grado di offrire un servizio di telefonia mobile sempre al massimo delle prestazioni (voce e dati). Ciò permette un suo facile impiego per la gestione di picchi di traffico mobile che saturano gli impianti presenti stabilmente sul territorio.

L’installazione dell’antenna mobile presso l’Ospedale S. Maurizio rientra nell’ambito del rinnovato programma del progetto “Operazione Risorgimento Digitale” di TIM finalizzato a sostenere il maggiore fabbisogno di connettività nel Paese anche attraverso iniziative a carattere sociale come questa.

Print Friendly, PDF & Email

Ti potrebbe interessare anche...

Commenta la notizia nel Forum di Mondo3