La rete FTTH di TIM cresce in Veneto: i lavori a Rovigo e a Belluno

di Fabrizio Castagnotto

Le due città venete sono state inserite da TIM nel piano nazionale di cablaggio in tecnologia FTTH (Fiber To The Home) per rendere disponibili connessioni fino a 1 Gibabit/s.

TIM a Belluno

TIM avvia a Belluno un innovativo piano di cablaggio che, con un investimento stimato di circa 5 milioni di euro e in sinergia con l’Amministrazione comunale, porta la fibra ottica fino alle abitazioni per rendere disponibili collegamenti ultraveloci fino a 1 Gigabit/s. La città veneta infatti, è stata inserita nel programma nazionale di copertura di FiberCop, la nuova società del Gruppo TIM che realizzerà la rete di accesso secondaria in fibra ottica nelle aree nere e grigie del Paese per sviluppare soluzioni FTTH (Fiber To The Home) secondo il modello del co-investimento “aperto” previsto dal nuovo Codice Europeo delle Comunicazioni Elettroniche.
I lavori per la realizzazione della nuova rete partiranno a breve in molte zone della città, in modo da rendere i servizi progressivamente disponibili, con l’obiettivo di collegare circa 15.000 unità immobiliari alla conclusione del piano, prevista entro il 2023.

Per la posa della fibra ottica saranno utilizzate, laddove possibile, le infrastrutture già esistenti. Nel caso sia necessario effettuare scavi, questi saranno realizzati adottando tecniche innovative a basso impatto ambientale, con interventi sulla sede stradale di circa 10-15 centimetri. TIM opererà in partnership con l’Amministrazione comunale per limitare il disagio ai Cittadini e procedere speditamente con la realizzazione della nuova rete.
Grazie a questo piano, Belluno sarà dotata di una rete in fibra ottica ancora più performante di quella che già oggi è a disposizione di cittadini e imprese grazie alla tecnologia FTTCab, che rende già disponibili collegamenti fino a 200 megabit per 17.500 unità immobiliari, pari al 92% delle linee attive del comune.

La nuova rete super-veloce consentirà di accelerare i processi di digitalizzazione sul territorio, a beneficio di cittadini, imprese e pubblica amministrazione, e di assecondare al meglio le esigenze professionali anche legate allo smart working e alla didattica a distanza.
«L’accesso alla banda larga è ormai diventato un requisito fondamentale per la vita di tutti i cittadini: Internet è ormai da tempo entrato nella quotidianità di lavoratori, studenti, professionisti, enti pubblici. – sottolinea l’assessore ai servizi informatici del Comune di Belluno, Marco BogoQuesto lunghissimo periodo di emergenza sanitaria ha amplificato questo bisogno, tra didattica a distanza e smart working: oggi si chiede connessione, stabilità e velocità. Questi importanti interventi di potenziamento della rete in fibra ottica che stanno interessando il territorio del nostro comune sono un segnale di modernizzazione importante per le aziende, ma sono anche uno strumento di contrasto allo spopolamento e di miglioramento della qualità della vita dei cittadini, visto che garantiscono alle famiglie un servizio adeguato alle proprie nuove necessità, che sono passate oggi dal semplice intrattenimento al lavoro e allo studio”.

TIM a Rovigo

TIM avvia a Rovigo un innovativo piano di cablaggio che, con un investimento stimato di circa 6 milioni di euro e in sinergia con l’Amministrazione comunale, porta la fibra ottica fino alle abitazioni per rendere disponibili collegamenti ultraveloci fino a 1 Gigabit/s. La città veneta infatti, è stata inserita nel programma nazionale di copertura di FiberCop, la nuova società del Gruppo TIM che realizzerà la rete di accesso secondaria in fibra ottica nelle aree nere e grigie del Paese per sviluppare soluzioni FTTH (Fiber To The Home) secondo il modello del co-investimento “aperto” previsto dal nuovo Codice Europeo delle Comunicazioni Elettroniche.
I lavori per la realizzazione della nuova rete sono partiti nei giorni scorsi in molte zone della città, in modo da rendere i servizi progressivamente disponibili, con l’obiettivo di collegare circa 18.000 unità immobiliari alla conclusione del piano, prevista entro il 2023.

Per la posa della fibra ottica saranno utilizzate, laddove possibile, le infrastrutture già esistenti. Nel caso sia necessario effettuare scavi, questi saranno realizzati adottando tecniche innovative a basso impatto ambientale, con interventi sulla sede stradale di circa 10-15 centimetri. TIM opererà in partnership con l’Amministrazione comunale per limitare il disagio ai Cittadini e procedere speditamente con la realizzazione della nuova rete.
Grazie a questo piano, Rovigo sarà dotata di una rete in fibra ottica ancora più performante di quella che già oggi è a disposizione di cittadini e imprese grazie alla tecnologia FTTCab, che rende già disponibili collegamenti fino a 200 megabit per 21.000 unità immobiliari, pari al 93% delle linee attive del comune.
La nuova rete super-veloce consentirà di accelerare i processi di digitalizzazione sul territorio, a beneficio di cittadini, imprese e pubblica amministrazione, e di assecondare al meglio le esigenze professionali anche legate allo smart working e alla didattica a distanza.

Commenta Edoardo Gaffeo, Sindaco di Rovigo:“Rovigo è sempre più tecnologica e all’avanguardia. Grazie anche all’intervento di TIM, la nostra città sarà in grado di usufruire di servizi digitali più veloci e innovativi. Questo significa nuovo impulso per il nostro territorio, anche dal punto di vista imprenditoriale ed economico”.

Print Friendly, PDF & Email

Ti potrebbe interessare anche...

Commenta la notizia nel Forum di Mondo3