Antenne nelle gallerie di strade e autostrade, il passaggio da Vodafone a INWIT è ufficiale

di Andrea Trapani

È stato perfezionato oggi il closing dell’operazione che ha portato all’acquisto da parte di INWIT di circa 700 impianti radioelettrici, che coprono 1.000 km di gallerie stradali e autostradali, e 42 sistemi DAS, di proprietà di Vodafone Italia.

Si informa – come si legge nel comunicato ufficiale, ndr – che i principali termini dell’operazione sono in linea con quanto già comunicato il 29 luglio 2021, incluso il corrispettivo pari a circa 70 milioni di euro.

Il pacchetto di tunnel include tratte significative nei collegamenti nazionali per numerosità, conformazione ed esigenza di copertura cellulare in galleria e tra i DAS rientranti nell’operazione si segnalano alcuni importanti hotel, stadi, strutture sportive ed uffici.


L’acquisizione posiziona INWIT come player nazionale di connettività di lungo termine nel segmento stradale e si inserisce nel percorso di digitalizzazione a supporto delle smart road, che necessiterà di sistemi IoT per acquisire e trasmettere informazioni relative allo stato dell’infrastruttura viaria e per le attività di monitoraggio delle condizioni di sicurezza, oltre a rafforzare il ruolo della società nel mercato delle coperture indoor (DAS).

Operazione con Parti Correlate

Come in precedenza comunicato, “si rammenta che l’operazione,” scrive INWIT, “tenuto conto del rapporto di correlazione tra INWIT e la controparte e dell’importo della stessa, è stata qualificata come operazione tra parti correlate di minore rilevanza, ai sensi del Regolamento CONSOB adottato con delibera n. 17221 del 12 marzo 2010 e s.m.i”.  L’approvazione dell’operazione da parte del Consiglio di Amministrazione del 29 luglio scorso è stata quindi preceduta dal rilascio del parere favorevole da parte del Comitato Parti Correlate di INWIT.

Foto di Burak Kebapci da Pexels

Ti potrebbe interessare anche...

Commenta la notizia nel Forum di Mondo3