Earth Technology Expo: WINDTRE tra 5G, le necessità della filiera e… Fiorentina

di Andrea Trapani

WINDTRE sta partecipando alla seconda edizione di Earth Technology Expo che si tiene, anche quest’anno, all’interno della Fortezza da Basso a Firenze. Si tratta di una esposizione delle applicazioni tecnologiche e delle innovazioni presenti nelle linee guida del Next Generation EU.

GO TO 2030

Nel proprio stand, caratterizzato dal claim ‘GO TO 2030’, WINDTRE intende comunicare un percorso di cambiamento verso il 2030, traguardo temporale entro cui è prevista la trasformazione delle città in smart city.

Stand WINDTRE GO TO 2030

Nello spazio espositivo, in particolare, vengono illustrati, con icone e testi che ne facilitano la comprensione, i servizi digitali di WINDTRE destinati a progetti nei quali natura e città convivono in armonia.

“L’azienda si conferma come enabler tecnologico di primo piano anche in iniziative cruciali e di lungo termine come quella delle transizioni gemelle, verde e digitale, attraverso l’evoluzione delle città in smart city” afferma Luca Cardone, Head of 5G & Corporate Solutions di WINDTRE. “Si tratta di un obiettivo che consideriamo primario, continua il manager, non  a caso, il  progetto per la ‘città smart’ fa parte dei dieci obiettivi del piano di sostenibilità di WINDTRE, impegnata a migliorare la qualità della vita dei cittadini e delle imprese  e a supportare le amministrazioni locali nella trasformazione digitale”.  

Luca Cardone, Head of 5G & Corporate Solutions di WINDTRE

WINDTRE gioca un ruolo determinante per rendere questa visione una realtà, in linea con l’approccio dell’azienda alla costruzione di un futuro più sostenibile che può essere sintetizzato in: ‘più responsabilità, più umanità, più green’.

Oltre il 5G, le necessità della filiera e… della Fiorentina

La presenza dell’operatore negli spazi fieristici a Firenze è stata l’occasione anche per incontrare, ai margini dell’incontro “5G innovazione digitale, smart city e smart infrastructure”, alcuni protagonisti del dibattito.

Tra questi Roberto Basso, Director External Affairs and Sustainability Wind Tre, che ha parlato dello sviluppo delle reti che sta andando oltre il concetto di smart city.

Complice il collegamento in remoto di Joe Barone, DG della Fiorentina, è stata l’occasione per illustrare anche il rapporto che lega WINDTRE con la Fiorentina e l’importanza della partnership per lo sviluppo della squadra grazie all’uso delle nuove tecnologie all’interno del nascente Viola Park, oltre che nelle applicazioni nate per analizzare i dati di gioco.

Ai nostri microfoni anche Laura Di Raimondo, Direttore Generale Assotelecomunicazioni-Asstel, con cui abbiamo ripercorso le necessità della filiera delle TLC e le richieste da parte dell’associazione al prossimo governo per affrontare la prossima crisi energetica e permettere il consolidamento del settore: “Noi come Associazione siamo impegnati nel Fare”, ha ricordato. “Giusto guardare al futuro e investire sul futuro, ma fondamentale la formazione! Perché sviluppare competenze genera valore.

Ti potrebbe interessare anche...

Commenta la notizia nel Forum di Mondo3