Gubitosi da Firenze: “Wind è l’operatore che è cresciuto di più”

di Andrea Trapani

L’A.D. di Wind, Luigi Gubitosi, è stato ospite, a Firenze, del ciclo “Gli elementi della competitivita” promosso dal movimento Progetto città.

Luigi Gubitosi, Wind, a Barcellona per il MWC09Un’occasione per fare il punto sul gestore e sullo stato del mercato della telefonia mobile italiana.  “Wind è  l’operatore che è cresciuto di più:  i dati di quest’anno, nel terzo trimestre, mostrano che crescendo di un 4-5%. Quello chiuso a settembre sarà il nostro miglior trimestre, un ottimo trimestre con crescita in termini di ricavi e margini sia nel mobile sia nel fisso.”

Stimolato dai giornalisti l’A.D. di Wind ha tenuto a sottolineare la rottura rispetto alla precedente gestione facendo notare come quattro anni fa si era in perdita di una cifra che ora invece è segnata in utile (nel 2005 Wind chiuse con 347 milioni di perdita, il 2008 invece ha registrato un utile di 380, nda).

Parlando della crisi economica ha scongiurato il rischio di ripercussioni dirette sul settore: “La telefonia con la crisi c’entra relativamente poco. E’ un bene di prima necessita’, quindi in realta’ in tempo di crisi si continua comunque ad utilizzare il telefono. Il  nostro problemai nvece è  il mercato saturo. La domanda è ferma e quest’anno scenderà di un paio di punti percentuali“, ha dichiarato.

Tra le varie note da segnalare la volontà di “cablare un’intera città” perchè, parole di Gubitosi, “Wind vuole dare un segnale d’innovazione in un luogo che non sia necessariamente Milano o Roma.

Per noi il problema più rilevante per investire, è avere i permessi. In Italia si parla molto di banda larga, ma praticamente si è fatto molto poco nel concreto.”

Print Friendly, PDF & Email

Ti potrebbe interessare anche...

Commenta la notizia nel Forum di Mondo3