Per tutto il Gruppo iliad, il 2019 è l’anno del ritorno alla crescita

di Martina Tortelli

Abbiamo visto i risultati di Iliad in Italia nel 2019, ora tocca a quelli di tutto il Gruppo francese.

L’ultimo comunicato dell’operatore transalpino parte con il messaggio di Thomas Reynaud, CEO del gruppo iliad: “Iliad è completamente mobilitato di fronte all’epidemia di coronavirus COVID-19. La nostra priorità è preservare la salute dei nostri 11.000 dipendenti, con misure adattate a ciascuna delle nostre attività. Siamo inoltre pienamente consapevoli della nostra responsabilità di operatori: consentire al nostro Paese, in questi tempi di crisi, di continuare a funzionare. I nostri 20 milioni di abbonati in Francia e i nostri 5 milioni di abbonati in Italia devono essere in grado di continuare a imparare, scambiare messaggi e telefonate con i loro cari ed esercitare le loro attività professionali. Tutto è in atto per garantire la continuità delle attività del Gruppo e ringraziamo i nostri dipendenti per la loro fortissima mobilitazione.

Per iliad, il 2019 è l’anno del ritorno alla crescita. In Francia, la performance commerciale di Free è rimbalzata e il fatturato ha ripreso a salire (+ 3,0%). Il Gruppo ha registrato un miglioramento della redditività, con EBITDAaL in crescita del 5,5% in Francia.

Le performance commerciali del Gruppo sono fortemente aumentate nel 2019. Sulle offerte in fibra francesi, iliad è ora leader nel reclutamento di abbonati, davanti all’operatore storico. Il Gruppo ha registrato un anno record con 777.000 nuovi abbonati nel 2019.
Per quanto riguarda Free Mobile, iliad ha registrato 394.000 nuovi clienti netti per le sue offerte 4G nel 2019 e la sua base di abbonati registrata nel 4 ° trimestre, per la prima volta in 2 anni, ha visto un aumento degli abbonati (+17.000).

Questa prestazione è il risultato degli sforzi compiuti dai team negli ultimi 18 mesi. Il Gruppo ha migliorato tutti i suoi processi di implementazione e adattato la sua struttura di vendita. Ha continuato a fare investimenti significativi nelle sue reti di ultima generazione.

iliad è l’operatore che ha implementato il maggior numero di nuovi siti mobili nel 2019 (+ 2.500) e aveva più di 17.000 siti nella Francia continentale alla fine del 2019. Sulla rete in fibra, il Gruppo ha chiuso l’anno con quasi 14 milioni di collegamenti FTTH che possono essere collegate o 4,3 milioni di nuove spine installate in un anno.

In Italia, il successo commerciale è stato confermato. Dopo aver raggiunto un lancio eccezionale nel 2018, iliad Italia ha acquisito oltre 2,4 milioni di nuovi clienti nel 2019. Il traguardo di 5 milioni è stato conquistato nel 4 ° trimestre.

Nel 2020 il Gruppo continuerà a intensificare il piano di sviluppo Odyssée 2024. In questo contesto, negli ultimi mesi ha messo a punto due partenariati strategici che gli consentiranno di accelerare lo spiegamento delle sue reti in tutti i territori: il primo con Cellnex sulla sua infrastruttura mobile passiva in Francia e in Italia, la seconda con InfraVia sulla sua rete in fibra al di fuori di aree molto popolate.

Il 2020 promette di essere un anno ricco per iliad, con il suo ingresso nel mercato B2B, il lancio di un nuovo Freebox, l’arrivo del 5G e uno sforzo nella realizzazione delle sue reti.

Grazie al miglioramento dei risultati in Francia, ma anche alla forte plusvalenza realizzata grazie all’eccezionale operazione svolta sulle infrastrutture mobili con Cellnex, l’utile netto del Gruppo è in netto aumento. Ciò si traduce in un forte aumento della partecipazione e degli incentivi per i dipendenti in Francia.

Print Friendly, PDF & Email

Ti potrebbe interessare anche...

Commenta la notizia nel Forum di Mondo3