MNP e cambio d’operatore, l’importanza del 5G per i clienti

di Redazione

I risultati della ricerca firmata Opensignal

In Italia un’analisi di Opensignal mostra che gli utenti che hanno cambiato operatore di telefonia mobile sono stati in grado di trovare una disponibilità di rete 5G significativamente migliore sul loro nuovo operatore, quando hanno lasciato tre dei quattro operatori di rete.

La storia è però diversa per la velocità media di download del 5G degli utenti: i Leavers – quelli che hanno cambiato gestore, ndr –  hanno riscontrato un deterioramento della velocità dopo il passaggio in particolar modo dai due operatori.

I leaver hanno anche trascorso più tempo senza segnale, rispetto a tutti gli utenti della rispettiva rete in media. Non è un caso: quando Opensignal ha precedentemente studiato il tasso di abbandono in Italia nel 2020, il tempo senza segnale ha giocato il ruolo più importante nello spiegare il cambio di gestore dei clienti nel mercato italiano. Ora, il 5G contribuisce in modo significativo a spiegare il divario di esperienza tra i Leaver. Nel caso di due degli operatori, la disponibilità del 5G è stata inferiore alla media della rete di 3,3 e 7,9 punti percentuali tra gli utenti che hanno lasciato le reti.

Nel caso dei Leaver degli altri due operatori, la loro disponibilità 5G è migliorata di oltre 14 punti percentuali dopo il passaggio.

Questo slideshow richiede JavaScript.

I dati. Gli utenti che hanno abbandonato TIM e Vodafone hanno registrato il miglioramento più significativo della disponibilità del 5G dopo il passaggio a un nuovo operatore, registrando in entrambi i casi aumenti di oltre 14 punti percentuali. Anche chi ha lasciato Iliad ha registrato un miglioramento dopo il passaggio, ma con un margine inferiore (3,5 punti percentuali).

WindTre è molto avanti nella disponibilità del 5G, vincendo entrambi i premi 5G Availability e 5G Reach come abbiamo visto nell’ultimo rapporto sull’esperienza di rete mobile in Italia. Allo stesso modo in questa analisi gli utenti WindTre 5G hanno trascorso il 28,6% del tempo con una connessione 5G attiva. Tuttavia, prima del passaggio, i WindTre Leavers avevano registrato la differenza più ampia rispetto a un utente medio della rete.

Gli utenti TIM hanno registrato le velocità di download e upload 5G più elevate, superando Vodafone. Ovviamente, gli abbandoni da questi operatori non hanno avuto velocità di download più elevate altrove. Infatti, la loro velocità di download 5G è peggiorata del 66% nel caso di TIM e del 39% per gli utenti Vodafone. Al contrario i leavers di Iliad e WindTre, che sono in ritardo in questa metrica, hanno registrato un miglioramento dopo il passaggio.

Questa nuova analisi di Opensignal dimostra l’importanza dell’esperienza della rete mobile per comprendere il tasso di abbandono in Italia. Mantenere e acquisire il flusso di clienti dalle reti concorrenti è di vitale importanza, in quanto il mercato italiano è altamente saturo con solo lo 0,6% di crescita annua delle SIM card.

Source opensignal.com – Image by Mohamed Hassan from Pixabay

Ti potrebbe interessare anche...

Commenta la notizia nel Forum di Mondo3