5G Ultra Wideband (UW), perché è una tecnologia fondamentale per gli operatori di primo soccorso

di Redazione

A cura di Maggie Hallbach, Senior Vice President di Verizon Public Sector e President e Verizon Frontline e Sowmyanarayan Sampath, vice president e CEO di Verizon Business

Nel 2023, ma anche per gli anni a venire, il 5G Ultra Wideband (UW) sarà una tecnologia fondamentale per gli operatori di primo soccorso.

Maggie Hallbach, Senior Vice President di Verizon Public Sector e President e Verizon Frontline e Sowmyanarayan Sampath, vice president e CEO di Verizon Business

Viviamo in un’epoca entusiasmante per quanto riguarda l’innovazione tecnologica dedicata a coloro che sono impegnati a salvare vite e probabilmente le caratteristiche proprie dello standard di rete 5G, vale a dire maggiore larghezza di banda e velocità più elevata, abiliteranno alcune applicazioni e funzionalità avanzate che consentiranno agli operatori di primo soccorso di svolgere il proprio lavoro in modo più sicuro ed efficiente.

5G Ultra Wideband (UW)


Sempre più spesso i soccorritori che intervengono per primi hanno bisogno di dati e informazioni di elevata qualità. Che si tratti di comunicare con la centrale operativa o di utilizzare un drone per comprendere meglio la situazione durante le operazioni di ricerca e soccorso, disporre di una connessione qualitativamente avanzata e con un’alta larghezza di banda è assolutamente fondamentale per svolgere le prime operazioni.

Questo è il motivo per cui, nel 2023, il 5G sarà una delle priorità per le agenzie di pubblica sicurezza. Secondo un recente studio realizzato da Verizon su quasi 2.000 operatori di primo soccorso, l’80% degli intervistati ha identificato il 5G come un tema centrale per la propria agenzia.

La ricerca ha anche rivelato che l’uso di droni, di applicazioni per addestramento basate sulla realtà aumentata e su quella virtuale e di veicoli connessi sono in aumento nell’ambito di chi opera nel primo soccorso. Molti operatori prevedono di utilizzare queste tecnologie quotidianamente entro i prossimi cinque anni, se non addirittura prima.

Ad esempio si prevede che l’uso quotidiano dei droni aumenterà di oltre il 30% solo nei prossimi 4 anni.

Tutte queste soluzioni tecnologiche risulteranno preziose per gli operatori di primo soccorso se supportate da una connettività veloce e affidabile, come quella offerta dal 5G UW.

Che si tratti di mappatura 3D tramite drone durante un’operazione di ricerca e soccorso, video quasi in tempo reale o un’applicazione di addestramento basata su realtà virtuale in grado di consentire ai vigili del fuoco di simulare realisticamente un incendio o qualsiasi altra emergenza che i soccorritori devono affrontare, nel prossimo futuro, il 5G UW permetterà una vera rivoluzione riguardo alle tecnologie dedicate alle operazioni di primo soccorso.

Ti potrebbe interessare anche...

Commenta la notizia nel Forum di Mondo3