Terminazione mobile, le parole dell’AgCom

di Andrea Trapani

Giovedì avevamo parlato che ieri sarebbe stata una giornata importante per la determinazione delle terminazioni su rete mobile. Questo il comunicato stampa relativo rilasciato da AgCom relativamente alla questione.

Il Consiglio dell’Autorità per le garanzie nelle comunicazioni, presieduto da Corrado Calabrò, ha assunto ieri due importanti decisioni in materia di tariffe di terminazione mobile.

  1. Al termine di un procedimento impegnativo ed accurato, che ha visto una consultazione pubblica con gli operatorio del mercato, l’Autorità ha definito il nuovo modello per la determinazione delle tariffe di terminazione mobile, in linea con quanto richiesto dagli orientamenti comunitari e con le esperienze delle Autorità di regolazione dei principali paesi europei. Il provvedimento sarà trasmesso per il parere alla Commissione europea.
  2. Grazie alla disponibilità di questo strumento avanzato, l’Agcom ha deciso di avviare il terzo ciclo dell’analisi del mercato della terminazione mobile. Obiettivo del procedimento è la revisione del glide path definito nel 2008, ossia verificare se, ed in quale misura, i livelli delle tariffe di terminazione dei quattro operatori mobili debbano essere rivisti, per tenere conto delle dinamiche di mercato e del grado di competizione. Come di consueto, l’analisi di mercato, prima di affrontare la questione delle misure regolamentari, esaminerà sia la definizione del mercato, nel cui ambito sarà valutato anche il servizio di terminazione SMS, sia l’analisi della situazione concorrenziale, alla luce anche del ruolo crescente degli operatori mobili virtuali.

Il procedimento – svolto secondo le consuete procedure di consultazione pubblica nazionale e comunitaria – dovrebbe concludersi entro la prima metà del 2011, così da permettere la definizione dei nuovi valori delle tariffe di terminazione per il prossimo anno.

Il Presidente Corrado Calabrò ha dichiarato: “Con le decisioni assunte oggi, l’Italia compie un ulteriore passo avanti verso l’armonizzazione del proprio impianto regolatorio con quello europeo. Un passo importante in vista della creazione di un mercato unico dei servizi di comunicazione elettronica con regole uniformi.
Le decisioni assunte dall’Agcom consentiranno, una volta completata l’analisi di mercato, di ridefinire le tariffe di terminazione con vantaggi per i consumator
i” .

A questo punto si attendono i prossimi passi dei gestori stessi, da H3G in primis.

Commenta la news nel nostro forum!

Print Friendly, PDF & Email

Ti potrebbe interessare anche...

Commenta la notizia nel Forum di Mondo3