#GoBeyond Maurizio Santacroce (SisalPay)

SisalPay lancia #GoBeyond per il supporto di nuovi progetti imprenditoriali. PosteMobile e NGM tra i testimonial

di Fabrizio Castagnotto

SisalPay #GoBeyondSi è tenuto questa mattina a Roma, nella cornice del Tempio di Adriano, il workshop#GoBeyond – Il coraggio di cambiare per creare opportunità”, organizzato da SisalPay – il brand dedicato ai servizi di pagamento del Gruppo Sisal – per condividere come anche in una congiuntura economica sfavorevole si possano creare nuovi casi di successo.

Gli ingredienti del successo di SisalPay” – ha ricordato Maurizio Santacroce, Direttore Payments and Services Sisal Group – “sono riassumibili in tre punti essenziali: il coraggio di cambiare e di saper cogliere le opportunità, puntando su nuovi settori e sulla diversificazione; un approccio di ascolto e analisi dei bisogni dei consumatori e del mercato; il proporre i propri prodotti in modo nuovo – non necessariamente creando qualcosa di nuovo – grazie al valore aggiunto che i giovani talenti sono in grado di portare.

Nell’ambito della tavola rotonda moderata da Massimo Russo, Direttore di Wired, sono intervenuti: Claudia Parzani, Partner Linklaters e Presidente Valore D, che ha sottolineato l’importanza di puntare sulla diversity, non solo in chiave di genere, ma come strumento in grado di creare valore aggiunto in azienda; Carlo Giordano, CEO Immobiliare.it, che ha invece testimoniato la propria esperienza manageriale e la scelta di intraprendere in un settore maturo, sapendo sviluppare nuovi modelli di business; Federico Grom, Presidente Gelaterie GROM, che ha infine raccontato la sua storia di imprenditore in un mercato tradizionale e industrializzato, mettendo in risalto l’importanza di puntare sulla qualità dei prodotti e su un’offerta retail distintiva, in grado di intercettare nuovi trend di consumo.

Oltre ai contributi degli ospiti in sala, altri imprenditori e protagonisti del mondo dell’informazione hanno voluto condividere le loro esperienze.

Tra questi Roberto Giacchi, AD di PosteMobile, che – ricordando i successi del gestore virtuale – ha affermato: “La diversificazione e l’innovazione sono possibili anche e soprattutto in mercati considerati ormai maturi. L’integrazione di servizi e proporre soluzioni sempre più semplici e intuitive rende distintivi”.

Stefano Nesi, fondatore dell’azienda italiana di cellulari NGM, ha aggiunto: “Ascoltare e capire le esigenze dei consumatori e del mercato. Le aziende per avere successo devono saper interpretare, capire e anticipare le esigenze dei consumatori”.

Riassume la situazione attuale Nando Pagnoncelli, presidente IPSOS: “Stanno avvenendo profondi cambiamenti nelle abitudini di consumo anche sotto gli effetti della crisi economica. Anche se nel nostro paese esiste ancora un gap da colmare nell’utilizzo delle carte di pagamento, rispetto ad altri paesi europei, in Italia stiamo assistendo a un’accelerazione nella diffusione della moneta elettronica. Soprattutto in strati della popolazione più giovane, l’utilizzo della moneta elettronica è incentivato dal fatto che le card permettono di posticipare alcuni pagamenti e programmare meglio le proprie spese, un vantaggio innegabile in una situazione come quella attuale”.

#GoBeyond Maurizio Santacroce (SisalPay)Anche per SisalPay la capacità di analizzare il mercato e le mutevoli evoluzioni delle abitudini di consumo sono la chiave per poter soddisfare e anticipare i nuovi bisogni dei consumatori: “Nel nostro Paese esistono i presupposti per far sì che nascano e prosperino imprese di successo” – ha dichiarato Maurizio Santacroce. “Per far ciò bisogna avere il coraggio di investire anche in tempi di crisi sulle persone e rendere concreti i propri progetti, creando casi di successo”.

Con questo spirito durante l’evento è stata annunciata la nascita del progetto GoBeyond, basato sul “give back” per supportare iniziative imprenditoriali in un percorso di successo analogo a quello di SisalPay. L’iniziativa ha l’obiettivo di sviluppare cultura imprenditoriale positiva, dimostrando che in Italia è assolutamente possibile realizzare e sviluppare casi imprenditoriali di successo. Al progetto hanno già aderito con entusiasmo Google, Università Bocconi e Condé Nast, mentre altri importanti partner stanno aderendo a questa iniziativa.

Print Friendly, PDF & Email

Ti potrebbe interessare anche...

Commenta la notizia nel Forum di Mondo3