Come il 5G privato può abilitare l’AI industriale

di Redazione

Di Kelly Switt, Senior Director, Global Head of Intelligent Edge Business Development, Red Hat

L’ecosistema industriale sta avanzando a un ritmo incredibile: i rapidi cicli di sviluppo e l’adozione della tecnologia offrono prospettive importanti in termini di maggiori efficienza operativa e produttività. Ma per ottenerle, i produttori hanno bisogno di una connettività avanzata che né il cablaggio locale né la rete Ethernet sono in grado di fornire. Ed ecco dove entra in gioco il 5G privato.

I sistemi 5G privati offrono funzioni di rete unificate e connettività applicativa più vicina agli utenti finali, grazie a reti di accesso radio (RAN) virtualizzate e cloud-native e a implementazioni core 5G (5GC) collegate da interfacce basate su standard aperti.

Il 5G privato può fornire la bassa latenza, l’elevato throughput dei dati, la copertura estesa, la maggiore affidabilità, la privacy e la postura di sicurezza di cui il settore industriale ha bisogno. Se implementato utilizzando una piattaforma applicativa cloud-native scalabile, le funzionalità di intelligenza artificiale e apprendimento automatico (AI/ML) possono essere integrate nelle applicazioni e nelle operazioni che trasformeranno ogni aspetto dell’azienda.

Il 5G privato, tuttavia, non è una tecnologia statica: dovrà crescere, espandersi e prendere nuove direzioni in base all’evoluzione delle esigenze aziendali. I casi d’uso che ampliano i data center, abilitano strategie ibride e multicloud, l’edge industriale, le smart-city e altro ancora continuano a evolversi. Per affrontare questa sfida, Red Hat e Intel hanno collaborato allo sviluppo di una soluzione 5G privata, cloud ed edge-nativa, per implementazioni industriali e verticali trasversali, che sia conveniente e facile da adottare per permettere al settore industriale di capitalizzare più facilmente sull’enorme opportunità di guadagno rappresentata dalle attività e dalle fabbriche software-defined abilitate dall’intelligenza artificiale.

La soluzione di riferimento, composta dal software Intel FlexRAN®, che fornisce wireless privato sulla nuova Intel Edge Platform e da Red Hat OpenShift, può essere ampliata o personalizzata utilizzando innovazioni di terze parti provenienti dagli ecosistemi di partner di entrambe le aziende, tra i più estesi sul mercato. In collaborazione con Intel Edge Platform e il suo ecosistema di partner, Red Hat crea soluzioni certificate per i service provider che possono sfruttare piattaforme e tecnologie dell’azienda per raggiungere i loro risultati di business. La soluzione è anche facile da sviluppare, senza sacrificare le prestazioni di calcolo high-end per le applicazioni e i carichi di lavoro AI.

Red Hat OpenShift fornisce una piattaforma cloud-nativa unificata per carichi di lavoro privati 5G. OpenShift è estensibile e fornisce connettività e applicazioni con un’architettura flessibile che può essere riassemblata con un ingombro molto più ridotto per realizzare una rete wireless privata aziendale fino a un dispositivo edge.

Che aspetto ha tutto questo? Una volta implementata, una rete privata 5G può fornire la connettività, gli strumenti e le applicazioni necessarie per integrare l’intelligenza artificiale all’interno della fabbrica, grazie a una piattaforma cloud-nativa moderna, automatizzata, scalabile e gestibile con funzionalità di sicurezza avanzate. I casi d’uso possono includere manutenzione predittiva, sensori mobili per l’estrazione di dati, dispositivi connessi all’AI con maggiore agilità e altro ancora.

Il 5G privato di Red Hat e Intel per Minsait   

Minsait, società del gruppo Indra, ha portato sul mercato la soluzione congiunta di Red Hat e Intel e ne ha già visto i benefici in diversi casi d’uso abilitati da edge e AI, tra cui:

  • Rilevamento della fauna selvatica e degli incendi nei parchi eolici: aiuta a proteggere la fauna riducendo significativamente i costi operativi. Grazie all’intelligenza artificiale è in grado di rilevare le specie volatili protette e di prendere decisioni in tempo reale per evitare collisioni. Un’altra caratteristica è il rilevamento precoce e affidabile di incendi o incidenti grazie alla visione artificiale.
  • Logistica e gestione degli asset con droni indoor: ha permesso di creare un nuovo sistema di logistica e gestione degli asset connesso, flessibile e versatile. Basato sull’implementazione di un nuovo drone industriale, questo sistema è intelligente e in grado di lavorare in modo collaborativo in un ambiente interno, in sicurezza accanto all’uomo, oltre a fornire la ricerca di beni, la gestione dell’inventario e la tracciabilità, con la capacità di scalare con nuove funzionalità. La soluzione può anche consentire a una flotta di dispositivi mobili intelligenti di operare in modo continuo e autonomo senza che l’operatore debba intervenire.
  • Gestione della reazione alle fuoriuscite di petrolio: l’implementazione del 5G privato nelle raffinerie di petrolio o nelle piattaforme offshore e nei porti aiuta a garantire una migliore manutenzione di queste strutture remote, contribuendo alla sicurezza delle infrastrutture critiche con l’aiuto di telecamere e algoritmi di intelligenza artificiale supportati da droni o robot. Può anche aiutare a rilevare fuoriuscite di petrolio all’ingresso del porto utilizzando algoritmi intelligenti e la raccolta di dati da sensori, radar e telecamere a infrarossi distribuiti lungo l’area portuale, riducendo possibili pericoli o incidenti.

 

Ti potrebbe interessare anche...

Commenta la notizia nel Forum di Mondo3