Sunrise, 2009 da record: boom di clienti

di Andrea Trapani

Nell’anno in corso Sunrise registra ancora una crescita costante. Nel confronto con l’anno precedente, a fine settembre 2009 il fatturato era cresciuto del 7,9% fino per raggiungere CHF 1,49 miliardi, l’EBITDA era aumentato dell’11,9% fino a CHF 368 milioni.
SunriseGrazie a questo sviluppo positivo, Sunrise ha potuto investire circa il 36% dell’EBITDA: i clienti – dichiara l’azienda – ora “usfruiscono di offerte attrattive, di una rete mobile ulteriormente potenziata, di una rete di distribuzione ampliata e dell’abolizione del canone di base Swisscom sull’ultimo miglio disaggregato“.
L’esercizio 2009 si è contraddistinto a fine settembre per la crescita costante. Fatturato (+7,9% a CHF 1487 milioni) e profitto operativo (EBITDA +11,9%) sono stati ulteriormente aumentati. Al 30 settembre 2009, Sunrise contava complessivamente 2,85 milioni di clienti. Ciò corrisponde al 21,8% in più rispetto alla fine del terzo trimestre 2008. In questo stesso periodo il numero dei clienti di telefonia mobile è aumentato di circa 219’000 (+13,5%) raggiungendo ora 1,85 milioni. Ne consegue un aumento considerevole della parte di mercato nella telefonia mobile: negli ultimi tre anni questa è cresciuta da 18,7% a 22,5%, la cifra più alta nella storia di Sunrise.

Sunrise avrebbe raggiunto una crescita positiva del numero di clienti anche senza l’acquisizione di Tele 2 nel 4° trimestre 2008. L’aumento dell’EBITDA significa anche un incremento del 28,5% dell’utile netto prima delle imposte di CHF 144 milioni. Per l’anno in corso l’azienda pagherà per la prima volta le normali imposte sull’utile, dopo aver esaurito i riporti delle perdite dai periodi precedenti fino a fine 2008. Per questo motivo l’utile dopo le imposte è rimasto in pratica invariato rispetto all’anno precedente.

Fino a fine settembre 2009, gli investimenti sono aumentati notevolmente. Ammontavano a CHF 134 milioni, che corrisponde a un più 38% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. Nei primi nove mesi, Sunrise ha reinvestito più di un terzo dell’EBITDA. La quota d’investimento è quindi nettamente superiore alla media del settore.

Sunrise-Business-FlatRateGli investimenti vanno in primo luogo a vantaggio dei clienti, con un’interessante offerta flatrate, una copertura mobile ampliata e prezzi più convenienti grazie alla disaggregazione dell’ultimo miglio. Entro fine anno circa l’80% delle famiglie svizzere sarà disaggregato e circa 118’000 clienti approfittano già dell’abolizione del canone di base Swisscom. Inoltre, la rete di distribuzione è stata nel frattempo ampliata a 63 Sunrise centers. Entro fine anno seguiranno circa un’altra decina di aperture di shop. In tal modo, quest’anno Sunrise creerà circa 100 nuovi posti di lavoro.

Sunrise e la sua proprietaria, la TDC, vogliono restare fedeli alla strategia di investimento intrapresa. Nei prossimi tre anni, circa CHF 500 milioni dovrebbero essere destinati all’ampliamento e alla modernizzazione della rete di telefonia mobile. Come per la rete in rame (ultimo miglio), Sunrise vuole investire anche nella fibra ottica e offrire ai clienti soluzioni innovative basandosi sul proprio impianto elettronico e anche tramite le offerte dei rivenditori. Sunrise conferma così la propria volontà di mettere a disposizione dei clienti finali offerte interessanti anche per la fibra ottica.

Raggiante nel comunicato l’azienda: “L’incremento del fatturato e del profitto è il risultato delle costanti innovazioni di prodotto sul mercato svizzero. L’introduzione di veri prodotti flatrate e di interessanti piani tariffari nel segmento Postpaid e Prepaid e le offerte bundle per la rete fissa sono molto apprezzate dai clienti, specialmente in tempi più difficili dal punto di vista economico. Inoltre, Sunrise non investe solo nel proprio marchio, ma in modo mirato anche nello sviluppo di marchi complementari al fine di rivolgersi ad altri segmenti di clienti. Oltre al marchio yallo (evidente leader di mercato per chi telefona molto verso l’estero), già affermato sul mercato, nel 2008 è stata lanciata un’offerta con Aldi. L’esempio più recente è la cooperazione annunciata a fine ottobre 2009 con Red Bull. Red Bull MOBILE si rivolge al segmento clienti Lifestyle e viene venduto esclusivamente tramite i 1’800 uffici postali svizzeri“.

Print Friendly, PDF & Email

Ti potrebbe interessare anche...

Commenta la notizia nel Forum di Mondo3