Swisscom, in forte crescita la clientela ma cala il fatturato

di Redazione

Nel primo trimestre 2012, il fatturato netto di Swisscom è sceso del 2,1% a 2’802 milioni di CHF mentre il suo risultato d’esercizio (EBITDA) ha registrato una contrazione del 2,0% attestandosi a 1’104 milioni di CHF. Su base comparabile e considerando un cambio valutario costante, il fatturato è diminuito dello 0,8%, a fronte di un rialzo pari allo 0,9% dell’EBITDA.

Gli investimenti nell’infrastruttura svizzera sono aumentati del 24,1% raggiungendo 366 milioni di CHF. 

L’organico in Svizzera è cresciuto di 294 unità, in seguito ad acquisizioni di ditte e all’ampliamento sia delle reti sia del servizio alla clientela. Escluse le cifre d’affari del settore Wholesale generate da servizi d’interconnessione (Hubbing), Fastweb ha registrato un fatturato stabile, acquisito 59’000 clienti nel primo trimestre e aumentato il risultato d’esercizio (EBITDA) dell’1,9% a 109 milioni di euro. Le previsioni finanziarie di Swisscom per l’esercizio 2012 rimangono invariate.

Rispetto all’anno precedente, il fatturato netto al lordo del settore Hubbing di Fastweb è risultato stabile in moneta locale. Come previsto, Fastweb ha ridotto di 12 milioni di euro le cifre d’affari del settore Hubbing contraddistinto da margini esigui. Il fatturato netto di Swisscom senza Fastweb è stato di 2’294 milioni di CHF in seguito a una flessione di 9 milioni di CHF (-0,4%). La contrazione di 18 milioni (-3,8%) dell’utile netto a 456 milioni di CHF è riconducibile anzitutto al minore risultato d’esercizio al lordo degli ammortamenti (EBITDA).

In Svizzera gli investimenti nell’infrastruttura in Svizzera sono cresciuti di 71 milioni di CHF (+ 24,1%) a complessivi 366 milioni di CHF — esclusi i costi per l’aggiudicazione di frequenze di telefonia mobile per un ammontare di 360 milioni di CHF. Swisscom amplia costantemente le reti a banda larga in tutta la Svizzera per renderle ancora più performanti e incrementare ulteriormente la qualità dei servizi. In un anno l’organico in Svizzera ha registrato un incremento del 1,8% ovvero di 294 unità attestandosi a 16’503 in seguito al potenziamento dei servizi e della rete.

Forte crescita delle offerte pacchetto e di Swisscom TV Il fatturato conseguito da Swisscom con clienti esterni nel primo trimestre è stato leggermente inferiore (-0,1%) rispetto a quello dell’anno precedente pari a 2’065 milioni di CHF. Sempre più clienti prediligono al posto dei servizi tradizionali quali telefonia ed SMS, applicazioni basate su IP e comunicano in misura crescente tramite le piattaforme dei Social Media. La flessione del fatturato dovuta a questo mutato comportamento degli utenti oltre che alla forte pressione esercitata dalla concorrenza e sui prezzi, ha potuto essere compensata dall’aumento della clientela, dall’introduzione di nuove offerte pacchetto e di tariffe con volumi inclusi nel prezzo.

Le offerte pacchetto come Vivo Casa, che comprende un collegamento di rete fissa con telefonia, Internet e TV, continuano a essere molto richieste. All’inizio dell’agosto 2011, Swisscom ha lanciato Vivo Tutto, la prima offerta pacchetto a livello svizzero che include anche i collegamenti di telefonia mobile. Alla fine del marzo 2012 usufruivano delle offerte pacchetto, complessivamente 659’000 clienti, il 42% rispetto all’anno precedente. Il numero di abbonati a Swisscom TV è cresciuto nel medesimo periodo del 39,7% raggiungendo quota 655’000. Solo nel primo trimestre 2012 Swisscom è riuscita a conquistare 47’000 nuovi clienti nel suo settore televisivo. Nell’arco di un anno Swisscom ha saputo aumentare di 77’000 (+4,8%) a 1,68 milioni i collegamenti a banda larga per clienti finali.

Il numero di clienti di telefonia mobile in Svizzera è cresciuto, rispetto all’esercizio precedente, di 221’000 (+3,8%) a 6,1 milioni. Swisscom ha venduto nel primo trimestre 328’000 apparecchi di telefonia mobile (+1,9%), di cui circa il 67% smartphone. In seguito al crescente utilizzo di applicazioni basate su IP e di piattaforme di Social Media, il fatturato proveniente da SMS messi in conto direttamente è calato in un anno del 28% a 59 milioni di CHF. Il prezzo medio per megabyte è sceso del 25% rispetto all’esercizio precedente. Il fatturato medio per singolo cliente di telefonia mobile (denominato ARPU) ha subìto una flessione del 4,3% scendendo a CHF 44.

Previsioni invariate per il 2012 Ipotizzando un tasso di cambio CHF/euro di 1,23 per l’esercizio 2012, Swisscom prospetta un fatturato netto di 11,4 miliardi di CHF e un EBITDA di 4,4 miliardi di CHF. Fastweb si attende un fatturato stabile di 1,6 miliardi di euro, escluso il settore Wholesale (Hubbing) contraddistinto da margini esigui. Rispetto al 2011, Fastweb prevede un lieve incremento dell’EBITDA e investimenti leggermente inferiori.

Esclusa la spesa di 360 milioni di CHF per l’aggiudicazione di frequenze di telefonia mobile, gli investimenti di Swisscom raggiungeranno complessivamente quota 2,2 miliardi di CHF — di cui 1,7 miliardi di CHF saranno stanziati nell’attività in Svizzera. Il che corrisponde a un incremento di 100 milioni di CHF. Nei prossimi anni gli investimenti si aggireranno ai medesimi livelli. A medio termine, Swisscom persegue l’obiettivo di allacciare direttamente alla fibra ottica il 30% degli stabili abitativi e commerciali in Svizzera. Negli altri ambiti si mira a potenziare ulteriormente e migliorare, con un mix ottimale di tecnologie, la prestazione di rete e la qualità dei servizi.

Presupposto il raggiungimento degli obiettivi stabiliti, Swisscom intende proporre all’Assemblea generale 2013 un dividendo di CHF 22 per singola azione anche per il 2012.

Print Friendly, PDF & Email

Ti potrebbe interessare anche...

Commenta la notizia nel Forum di Mondo3