Swisscom naviga e trasmette senza CO2

di Andrea Trapani

Questa mattina alle 8.00, il CEO di Swisscom Urs Schaeppi ha postato su TikTok il primo video interamente clima-neutrale tramesso sulla rete Swisscom. Il suo messaggio: «La nostra rete è clima-neutrale. Non un giorno, ma da subito

Telefonate, internet e streaming con Swisscom sono infatti diventati clima-neutrali, sempre e senza costi aggiuntivi. Con questo traguardo storico, Swisscom aiuta la Svizzera a essere pronta per un futuro senza emissioni di CO2.

«Da oggi i nostri clienti hanno a disposizione non solo la miglior rete, ma anche la prima rete clima-neutrale in Svizzera, con tutti i loro abbonamenti e su tutti gli smartphone e i terminali acquistati presso di noi», esulta il CEO di Swisscom Urs Schaeppi. «Ci assumiamo responsabilità per l’ambiente e continueremo a rafforzare il nostro impegno

Anche il CO2 residuo degli apparecchi venduti viene compensato senza sovrapprezzo

Swisscom ha neutralizzato il proprio impatto climatico operativo già nel 2020, ricevendo il titolo di azienda di telecomunicazioni più sostenibile al mondo. Per riuscirci sono stati necessari grandi sforzi. Da oltre dieci anni, infatti, l’intera rete Swisscom è alimentata al cento percento da energia rinnovabile di tipo solare, eolico e idroelettrico. Ora vengono compensate anche le emissioni residue generate in fase di produzione, trasporto e installazione dei componenti di rete. Ecco perché i prodotti Swisscom sono del tutto clima-neutrali. Ma anche gli apparecchi venduti hanno raggiunto la neutralità climatica assoluta: le emissioni residue di CO2 generate in fase di produzione, trasporto, utilizzo e smaltimento vengono compensate per i clienti senza sovrapprezzo.

I prodotti con il marchio Swisscom (router internet, TV-Box ecc.) sono clima-neutrali già da anni grazie ai progetti di compensazione del CO2 residuo frutto della collaborazione tra Swisscom e alcuni partner selezionati che operano nel settore.

Energia solare per 800 economie domestiche, forte aumento delle vendite di smartphone usati

Swisscom ha ridotto la sua impronta di CO2 di un altro otto percento nel 2021, principalmente grazie ai tagli alle emissioni nella catena di fornitura e alla già avviata transizione alle automobili elettriche. Inoltre, nei suoi 87 impianti fotovoltaici ha prodotto circa tre milioni di kWh di elettricità, pari al consumo energetico di circa 800 economie domestiche svizzere. Sempre nel 2021 si è registrato anche un forte aumento della domanda per i programmi di riacquisto, riparazione e riciclo degli smartphone usati: il rapporto tra gli apparecchi restituiti e il totale dei nuovi apparecchi venduti è cresciuto lo scorso anno dal 15.5 al 21 percento.

La neutralità climatica non basta − Swisscom compensa ancora di più

Gli abbonamenti e gli apparecchi clima-neutrali sono un traguardo importante nell’impegno di Swisscom per la protezione del clima. Ma non è tutto: Swisscom continua a lavorare per ridurre le proprie emissioni ed entro il 2025 raggiungerà la neutralità climatica completa lungo l’intera catena del valore, compensando ad esempio anche il tragitto casa-lavoro di collaboratori e collaboratrici. E non è finita qui: grazie ai servizi Work Smart, ai prodotti IOT e alle altre soluzioni innovative per i clienti, Swisscom riuscirà addirittura a risparmiare ogni anno oltre un milione di tonnellate di CO2 in più di quello emesso. Questo contributo, pari al due percento delle emissioni totali nazionali, aiuterà la Svizzera a essere pronta per raggiungere gli obiettivi climatici internazionali.

Ti potrebbe interessare anche...

Commenta la notizia nel Forum di Mondo3